Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Lontano, lontano, lontano… (Gennaio)

…sui flutti d’un ampio oceano…

Ovviamente, per introdurre questo sciocco post interlocutorio, ho trovato una citazione operistica dal Mefistofele di Arrigo Boito.

Qualcuno, ne sono sicuro, avrebbe preferito Tenco ma, insomma, ognuno di noi ha le sue perversioni, vero? (smile)

Tutta questa indroduzione per dirvi che il più lontano lettore del mese scorso è stato questo anonimo:

Domain Name   telecom.net.ar ? (Argentina)
IP Address   201.252.4.# (Apolo -Gold-Telecom-Per)
ISP   Telecom Argentina S.A.
Location   Continent  :  South America
Country  :  Argentina  (Facts)
State/Region  :  Distrito Federal
City  :  Buenos Aires
Lat/Long  :  -34.5875, -58.6725 (Map)
Distance  :  11,459 kilometers (local visitor)

Language   Spanish
es
Operating System   Microsoft WinXP
Browser   Internet Explorer 6.0
Mozilla/4.0 (compatible; MSIE 6.0; Windows NT 5.1; SV1)
Javascript   version 1.3
Monitor   Resolution  :  800 x 600
Color Depth  :  32 bits 
 
Time of Visit   Jan 19 2007 6:57:46 pm
Last Page View   Jan 19 2007 6:58:38 pm
Visit Length   52 seconds
Page Views   1
Referring URL  http://www.operaclic…php?t=8366&start=210
Visit Entry Page   http://amfortas.splinder.com/
Visit Exit Page   http://amfortas.splinder.com/
Out Click   Il Blog dei lavoratori della Scala di Milano.
http://www.lavoratoriscala.splinder.com/
Time Zone   UTC-3:00
Visitor’s Time   Jan 19 2007 2:57:46 pm
Visit Number   977

Gli auguro ogni fortuna.

Annunci

27 risposte a “Lontano, lontano, lontano… (Gennaio)

  1. Flormanouche 1 febbraio 2007 alle 7:04 pm

    ilgiardinodelcuore (http://ilgiardinodelcuore.blog.tiscali.it) [Mercoledi 31 Gennaio 2007 ore 14:42:43]

    Ho ricevuto questo messaggio anche da altre nazioni e spesso da persone che normalmente non partecipano a catene.
    Che sia la volta buona? Riusciremo a far sentire la nostra voce?
    5 minuti al buio non sono poi un dramma e se spegneremo la luce (e gli elettrodomestici, ovviamente) VERAMENTE IN TANTI forse potremo far registrare il calo di utilizzo.

    Partecipate alla grande mobilitazione dei cittadini contro il Cambiamento Climatico

    In Francia già lo fanno, perché non proviamo anche noi?
    Non è un’azione impegnativa e non ci costa nulla!
    La data? 1 febbraio 2007

    L’ALLEANZA PER IL PIANETA TERRA (gruppo francese di associazioni ambientali)
    lancia un appello semplice a tutti i cittadini del pianeta:
    spegnete la luce il 1 febbraio 2007 tra le h 19.55 e le h 20.00 ora locale: 5 minuti per il ns pianeta!

    Non si tratta di economizzare l’elettricità , ma di attirare l’attenzione
    dei cittadini e dei media, sullo spreco di energia e l’urgenza di mettere
    nelle agende dei nostri politici le questioni ambientali. Il cambiamento
    climatico ci riguarda tutti, ma è un argomento purtroppo che sembra non
    importare molto !

    Perchè proprio il 1 febbraio?
    E’ il giorno in cui verrà pubblicato il nuovo rapporto del gruppo di
    esperti climatici delle nazioni unite.
    Questo evento avrà luogo in Francia: non bisogna lasciare passare questa
    occasione!
    Se riuscissimo veramente a partecipare tutti, questa azione avrà un reale
    peso mediatico e politico !

    Fate circolare il più possibile questo appello intorno a voi !! e non dimenticate il 1° febbraio tra le h 19.55 e le h 20.00

    E’ un gesto piccolo ma significativo 🙂
    Ciao, V.

    Mi piace

  2. minstrel 2 febbraio 2007 alle 9:54 am

    Oye como va?!
    Belle cose amfortas!

    Solo un piccolissimo appunto:
    “sui frutti di un vasto oceàno”… eheheh perchè per quanto bellino sia il duetto mi ha sempre fatto sorridere questo difettodi composizione. 😉

    yours

    MAURO

    Mi piace

  3. utente anonimo 2 febbraio 2007 alle 10:07 am

    Ecco una gara che non vincerò mai, per quanto lontana sia… Non è che potresti fare anche un post sul commentatore più acido?
    *^____^

    La propositiva Margot :p

    Mi piace

  4. utente anonimo 2 febbraio 2007 alle 10:57 am

    guarda è inutile che ti vanti…io ci ho gente che vene da molto più lontano sul mio blog, kant per esempio o hesse

    che ne sai tu?
    by malmostosa

    ole /.)

    Mi piace

  5. annaritav 2 febbraio 2007 alle 3:12 pm

    Complimenti per il blog di contenuto musicale, l’ho segnalato al mio compagno Giuseppe, musicofilo come te. Fa piacere scoprire che qualcuno, magari molto, molto lontano, abbia letto qualcosa di noi. I visitatori più lontani curiosano nel mio blog dagli Stati Uniti. Buona giornata. Annarita.

    Mi piace

  6. amfortas 2 febbraio 2007 alle 3:54 pm

    Mauro, lo so che c’è quella licenza poetica, del resto non è l’unica nella Lirica 🙂
    Margie, potrei farlo in effetti, anche perchè fare una gara per la commentatrice più acida non avrebbe senso…a meno che non si metta a commentare anche cape 🙂
    Sally, lo so che il tuo blog è ben frequentato, infatti mi trovo molto a disagio…
    Annarita, grazie per i complimenti. Quello che mi stupisce non è tanto il fatto che mi leggano da altri Paesi, ma che tornino 🙂

    Mi piace

  7. amfortas 2 febbraio 2007 alle 3:56 pm

    Manou, scusa ho visto tardi il tuo messaggio.

    Mi piace

  8. utente anonimo 2 febbraio 2007 alle 3:56 pm

    Caspita se è lontano, ma per avere tutti quei dati,
    che contatore hai usato?
    Mi incuriosiscono troppo i contatori,
    ogni tanto faccio esperimenti sul mio blog,
    mettendone di tutti i generi.
    Comunque ti auguro altri 10.000 di questi lontani visitatori……..

    P.S. qualcuno dalla Cina, viene a visitare il mio blog almeno una volta al mese,
    dovrò preoccuparmi?

    La racchia

    Mi piace

  9. utente anonimo 2 febbraio 2007 alle 5:16 pm

    il modo è piccolo…e la musica ha le ali…onde qual maraviglia?

    Mi piace

  10. amfortas 2 febbraio 2007 alle 5:28 pm

    Laracchia, io uso Sitemeter.
    Mi ricordo però che su Tiscali non si riusciva ad implementarlo, non so perchè.
    Fiore, io mi meraviglio sempre. In questo caso non dovrei, perchè l’anonimo è sicuramente un forumista di Operaclick.

    Mi piace

  11. CocoComet 2 febbraio 2007 alle 5:57 pm

    Ciao! Arrivo qui da Blogregular, e penso che il commento che hai lasciato all’ultimo post sia un piccolo gioiello di satira! Fatti un giro anche da noi, sei il benvenuto!

    Mi piace

  12. utente anonimo 2 febbraio 2007 alle 6:29 pm

    Ti prego, Amfortas, fai quello che ti ho chiesto. Ti prego!!!
    Oppure, se proprio non vuoi farlo, ogni tanto fammi parlare con Notung. In cambio faccio quello che vuoi.

    Non c’è neanche bisogno che mi firmi, vero?

    P.S. Cape ma dove sei???????????????????

    Mi piace

  13. filorosso 2 febbraio 2007 alle 7:46 pm

    Sei famoso, non c’è dubbio.
    Sei famoso.
    Baci, Filo

    Mi piace

  14. amfortas 2 febbraio 2007 alle 8:00 pm

    CocoComet, quando avrò tempo passerò a vedere di che ti occupi, intanto grazie per l’esagerato complimento.
    Margie, già te l’ho detto Notung è impegnato su altri fronti.
    E non chiamare cape su…che non ho mais a sufficienza per entrambe (ahi ahi ahi ahia…)
    Filo, sono famoso come cretino, questo sì 🙂

    Mi piace

  15. mu 2 febbraio 2007 alle 9:17 pm

    Allora: io ho un giapponese fisso ogni mattina (che ormai ci posso regolare l’orologio, tanto che è preciso); poi argentini, specialmente da BAires e da Munro, pure quelli ormai degli aficionados; ovviamente un folto manipolo di uruguagi (probabilmente tutti parenti di Schrott); ed infine, appunto, laddove si sposta Schrott sul globo terracqueo, da lì arrivano i visitatori (ivi compreso lui medesimo, che riconosco dai settings del computer, perché altrimenti mi dici chi è che si collegherebbe da Tokyo con un Mac con lo schermo settato in maniera assurda e la tastiera impostata su “spagnolo”? ecco, appunto…).

    🙂

    Mi piace

  16. utente anonimo 3 febbraio 2007 alle 12:37 am

    Scrivo da più vicino,
    ciao e buon we dalla piovra

    Mi piace

  17. utente anonimo 3 febbraio 2007 alle 1:07 am

    carissimo
    nessuno addio
    solo un arrivederci
    per motivi di lavoro (!)/vacanza(?)
    🙂
    a prestissimo

    gion braun

    Mi piace

  18. amfortas 3 febbraio 2007 alle 9:52 am

    Giorgia, tu sei letta in tutto il mondo perchè sei brava, diciamolo.
    Poi certo, l’amico Erwin è un plus valore 🙂
    Ti anticipo che con ogni probabiltà non ho capito la tua spiegazione informatica e ti riscriverò 🙂
    Octopus, tu da buon genovese scrivi da più vicino per risparmiare 🙂
    Gion, ah ok!

    Mi piace

  19. utente anonimo 3 febbraio 2007 alle 9:53 am

    Francamente questo occhio che studia le nostre mosse anche nei blog,non mi piace troppo. Sarà che un po’ di sana indipendanza,dato che siamo spiati e studiati in ogni dove,alla faccia della privacy,ci farebbe un gran bene! Infatti a riprova di questo mio pensiero,non frequento molto
    i blog dove vengono registrate le visite! Certe volte faccio ampi giri per non lasciare traccia. Non capisco quest’ansia di sapere chi e quanti vengono a leggere! francamente a me non importa niente! Mi piace sì sentirmi collegata col resto del mondo ( esagerata!!!!),ma neppure me ne faccio una fissazione ,un vanto o un dispiacere se pochi o molti mi visitano. Il mio perido di egocentrismo,per fortuna l’ho superato da un pezzo!!!!

    Buon fine settimana Amfortas,un caro saluto a tuo padre! Ciao!

    Vitty

    Mi piace

  20. amfortas 3 febbraio 2007 alle 10:18 am

    Vitty, io invece vivo solo per sapere in quanti mi leggono, e se il mio contatore non sale vertiginosamente, mi deprimo.

    Mi piace

  21. utente anonimo 3 febbraio 2007 alle 11:17 am

    Al contrario del padrone di casa (ora mi da un calcio ahia),
    io non vivo davanti al contatore in attesa dei visitatori,
    anche perché se no sarei una donna finita,
    il deserto del sahara è più visitato del mio blog.
    La mia è solo una curiosità sul funzionamento di questi cosini numerati,
    che metto e levo di continuo, poi se sono colorati anche meglio.
    Questi contatori litigano tra di loro, non so mai chi bara,
    alle volte anche nell’indicare la provenienza dei visitatori,
    i dati non combaciano, per cui non so mai quale prendere in seria considerazione.
    Però non nego che trovarsi la presenza di un visitatore giunto
    da molto lontano faccia immensamente piacere.

    P.S. non sono riuscita a mettere il contatore consigliato,
    però ne ho trovato un altro fantastico.

    Laracchia-esploratrice-curiosa

    Mi piace

  22. utente anonimo 3 febbraio 2007 alle 1:27 pm

    Vitty, lasciatelo dire: non hai capito un piffero.
    Con affetto, eh?
    E’ ovvio che uno non si mette lì a contare quanti, quali, da dove e perché arrivino le persone sul proprio blog, ma a volte è molto divertente leggere i referrers, perché ci si accorge che la gente stava cercando tutt’altro, usando i motori di ricerca in modo assurdo (per esempio, io rido un sacco quando vedo gente che fa le domande a Google, tipo: “Qual è il numero di cellulare di Franco Zeffirelli?” – ti giuro che è successo!!!) o cose simili. L’egocentrismo c’entra ben poco, anzi. Al contrario, a me pare una fisima la tua, quella di fare “ampi giri per non lasciare traccia”…di che hai paura, delle intercettazioni dei servizi segreti? Farai mica Moggi, di cognome??
    😀

    Mi piace

  23. amfortas 3 febbraio 2007 alle 4:37 pm

    Laracchia, appena ho tempo passo a vedere la nuova meraviglia 🙂
    Giorgia ecco, quello che dici rappresenta bene il motivo per cui ho implementato (è l’unico termine che mi viene bene, in campo informatico) il Sitemeter.
    Ma tu già lo sapevi.
    Mi piacerebbe che fosse chiaro a tutti…

    Mi piace

  24. ivyphoenix 4 febbraio 2007 alle 2:27 pm

    uhm..
    lettori interessanti hai..
    sì amfortas.. più o meno li sai i miei problemini, quelli più semplici da spiegare se non altro, qui è tutto provvisorio..
    ma se succede qlc di strano ti avverto via sms o se sparisco cercami pure che il mio numero lo hai.
    abbraccione

    Mi piace

  25. utente anonimo 4 febbraio 2007 alle 4:49 pm

    segnali che arrivano da lontano,una volta erano quelli di fumo,poi le cartoline e adesso comodi click da un mouse su una scrivania oltreoceano…:)
    buona domenica!

    Mi piace

  26. utente anonimo 4 febbraio 2007 alle 5:01 pm

    Ti ho ritrovato, finalmente. Naggia al PC: ha (oppure ho?) cancellato tutti i miei blog preferiti. Lista completata, ma ci ho messo un paio di giorni.
    Buona domenica.
    666&C

    Mi piace

  27. amfortas 4 febbraio 2007 alle 7:35 pm

    Ivy, ok, ma spero non sia necessario.
    Lelli, con il vizio del fumo che ho io, basterebbero anche i segnali vecchio tipo per trovarmi 🙂
    Merit, erano decenni che una donna non mi diceva “Ti ho ritrovato, finalmente”, mi sono emozionato.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: