Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Parturiunt montes, nascetur ridiculus mus.

Giocano.

Per S.Siro accetto scommesse anche per questa domenica.

Vergogna.

Annunci

9 risposte a “Parturiunt montes, nascetur ridiculus mus.

  1. utente anonimo 9 febbraio 2007 alle 10:31 am

    Gridano allo scandalo per le parole di Matarrese, e poi le confermano con i fatti.
    Non sia mai dovessimo imparare a vivere con un po’ di calcio in meno.

    Margot

    Mi piace

  2. utente anonimo 9 febbraio 2007 alle 12:21 pm

    …ma perché, credevi che ai pallonari gliene importasse *veramente* qualcosa? ingenuo.

    pessimismo & fastidio.

    Mi piace

  3. utente anonimo 9 febbraio 2007 alle 2:23 pm

    Non vorrei dimenticare che sono pur sempre una signora….

    vabbè lo dimentico.
    Fanno schifoooooooooooooooooooooooooo

    Doda

    Mi piace

  4. utente anonimo 9 febbraio 2007 alle 4:01 pm

    troppi interessi economici intorno al calcio,e i soldi si sa,muovono il mondo!
    Vergogna senza fine!

    Mi piace

  5. utente anonimo 9 febbraio 2007 alle 6:38 pm

    Pensavamo veramente che accadesse qualcosa di diverso?
    Da qualche giorno non compro più nemmeno i giornali. Ho la nausea… molto meglio un buon libro e della bella musica…
    Ciao Am, ti lascio alla nuova “installazione”… auguri!
    Mary

    Mi piace

  6. Flormanouche 9 febbraio 2007 alle 8:43 pm

    “impedire l’ingresso di un abbonato a Udine per un fatto tragico accaduto lontano è lesivo della libertà” Indovinate chi è l’immensopensatore?
    Il fatto è che in Italia troppa gente vive di palle e di palloni. E ancora di più ce n’è che non ne ha affatto, di palle.
    Scusami, Amfortas, ma l’unica sarebbe un rifiuto della gente normale di andarci, allo stadio.
    E poi, che ce lo vogliamo dimenticare che si sono fatti fare le leggi di finanziamento del calcio, manco fosse Mirafiori……che intanto andava a ramengo, ma si sa, quelli sono i rompicoglioni degli operai che non vanno allo stadio…
    Ciao, mio caro, ti lascio un sorriso 🙂

    Mi piace

  7. utente anonimo 9 febbraio 2007 alle 10:08 pm

    Che dire Amfortas,sono sempre più disgustata dal cinismo e l’ipocrisia. Ancora una volta hanno dimostrato che l’unica cosa che conta oggi ,è il Dio Quattrino…..e al diavolo tutti!

    Davvero bisognerebbe che i tifosi,non ultrà,disertassero gli stadi e disdicessero gli abbonamenti! Allora sì che cambierebbero le cose….forse!

    Un caro saluto

    vitty

    Mi piace

  8. lucamadeus 10 febbraio 2007 alle 12:25 am

    onestamente, non riesco a sorprendermi più di nulla…
    notte e buon we
    L.

    Mi piace

  9. bobregular 10 febbraio 2007 alle 10:22 am

    come sai la mia posizione è diversa.
    era assolutamente prevedibile che non si potesse bloccare il campionato per più di tanto.

    Ciò mi conferma nel dire – come il Pm di Catania – che sarebbe stato meglio varare subito norme adeguate a colpire i violenti e continuare, per mostrare che non ci si piega di fronte a certi episodi.

    Invece quello che è successo è stato dire di far “mettere i tormelli” (o come cavolo si chiamano) e chissà le leggi serie quando (se) saranno varate.

    Ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: