Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Tra il serio ed il faceto, appunto.

Domenica scorsa, a Gessate (MI), è stato assegnato al grandissimo tenore Marcelo Álvarez il Primo Premio Lirico Della Martesana.
L’iniziativa è stata fortemente voluta dal Direttore Responsabile di Operaclick, Danilo Boaretto.
È stata una bellissima manifestazione, organizzata con passione e competenza.
 
 
Per l’occasione è stato allestito un impegnativo concerto al quale hanno partecipato, accompagnati al pianoforte dal Maestro Aldo Ruggiano, il soprano Tatiana Chivarova, il mezzosoprano Ketevan Kemoklidze ed il basso Carlo Malinverno.
Il tenore argentino ha gratificato i presenti, arrivati da ogni angolo d’Italia, cantando ( benissimo, ovviamente) le arie “No puede ser” dalla zarzuela “La Tabernera del Puerto”di Pablo Sorazabal e “Porquoi me réveiller” dal “Werther”di Jules Massenet.
Álvarez ha conquistato con la sua simpatia e disponibilità: praticamente tutti gli appassionati se ne sono andati con una foto in sua compagnia.
Ovviamente io non ho perso occasione di liberare il mio lato da cartone animato.
Ecco i momenti salienti:
 
1)      Appena arrivato in albergo ( insomma, albergo è una parolona, diciamolo) dopo quattro ore di viaggio in autostrada, mi sono seduto esausto sul letto; purtroppo il manufatto non voleva essere disturbato, ed ha manifestato il suo fastidio piegandosi a metà e cercando di schiacciarmi come fossi un toast.
 
2)      Mentre attendevo un gruppo di amici fuori da una pizzeria, sono stato scambiato per un uomo da marciapiede e sono stato costretto a declinare gentilmente proposte assai lusinghiere.
3)    Io soffro il caldo, accidenti, e nonostante mi sia portato dietro una decina di magliette, ho fatto il viaggio di ritorno a petto nudo, perchè nell’ospitale Padania c’erano 29 gradi ed ho sudato come un lottatore di sumo.
 
4)      Dopo la premiazione, anch’io mi sono appropinquato timidamente a Marcelo Álvarez per una foto, ho sfoggiato un sorriso meraviglioso e l’ex Comandante Ripley ha scattato velocissima.
      Soddisfattissimo, ho chiesto: “Com’è venuta?”
      Risposta lapidaria del Comandante: “Bella coppia, peccato che la memoria della fotocamera sia esaurita…”
 
Insomma, tutto nella norma…
Buona settimana a tutti (smile)
 
 
 
 
Annunci

13 risposte a “Tra il serio ed il faceto, appunto.

  1. utente anonimo 1 maggio 2007 alle 4:55 pm

    quante volte ( la maggioranza ) sono impedita, nel lasciarti un commento, dalla mia ignoranza!
    So che non ci dai peso e che possiamo affettuosamente scambiarci piccoli sfoghi estemporanei su argomenti nei quali abbiano tanto in comune.
    Un abbraccio forte!

    Mi piace

  2. pbagnoli 1 maggio 2007 alle 7:53 pm

    Cacchio, non è possibile!
    Eri lì?…
    Ti avrei conosciuto ben più che volentieri di persona, te e gentile Signora!
    Qual’eri? Io ero in mezzo, nella fila con lo spazio libero davanti, esattamente a metà.
    Il guaio è che sono scappato subito alla fine del concerto perché moglie e figlio mi aspettavano a casa!…
    A quando la prossima?
    Un abbraccio,
    Pietro

    Mi piace

  3. amfortas 2 maggio 2007 alle 6:53 am

    Pietro, eravamo vicini mi sa…io ero esattamente dietro a Settenote, Marilisa e dade.
    sarà per la prossima volta, speriamo 🙂

    Mi piace

  4. minstrel 2 maggio 2007 alle 8:15 am

    Ach, ma sei proprio… ecco ci siamo capiti!

    Alvarez è davvero un grande; e poi ha un timbro davvero invidiabile!
    Un premio davvero meritato!

    yours

    MAURO

    Mi piace

  5. utente anonimo 2 maggio 2007 alle 10:01 am

    Mi scuserai ma la parte che mi ha fatto più ridere è stata quella delle magliette. E una volta il vino, e una volta il caldo… certo che te le inventi proprio tutte, eh?

    Sono pronta per la rispostaccia. :p

    Margot

    Mi piace

  6. megbr 2 maggio 2007 alle 10:29 am

    uomo da marciapiede? wauuuu… ma.. come t’eri conciato?? :-)))))))))))))

    Mi piace

  7. utente anonimo 2 maggio 2007 alle 1:02 pm

    Li odio i materassi degli alberghi…
    alessandro

    Mi piace

  8. utente anonimo 2 maggio 2007 alle 4:23 pm

    RAMMARICO, e per il concerto perso, e per il premio al cantante.! Diamine, come ho fatto a non saperlo?. A parte gli impegni, avrei fatto il possibile per partecipare, essendo dell’hinterland milanese. Anche mi fa piacere che la manifestazione sia stata bene organizzata e di successo, pur nel paese…vicino alla grande metropoli. Pazienza, sarà per altra occasione.Un saluto (dopo la pausa riflessiva del1 maggio), Giovanni

    Mi piace

  9. utente anonimo 2 maggio 2007 alle 8:48 pm

    Hai ricevuto offerte?
    Se l’opera ti delude hai ora valide alternative.
    Complimenti!
    La piovra (smile)

    Mi piace

  10. utente anonimo 3 maggio 2007 alle 12:00 am

    primo: dopo 4 ore di autostrada eri esausto? e io che le faccio tutti i giorni e quando torno a casa non mi aspetta un manufatto sedentario ma un manufatto sottosopra da rimettere a posto( manu mie)….
    secondo: costretto da chi? da che cosa? quando uno ha la fortuna spacciata di essere scambiato per un uomo da marciapiede deve obbligatoriamente calarsi nella parte. Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare.
    terzo: suppongo deprecabile aria condizionata? cerca telecomando e abbassala, tira le orecchie al direttore sanitario…insomma fa quello che puoi per salvare il pianeta. Ad ogni modo…alla tua età a torso nudo….mi astengo dal commentare…
    quarto: e ci credo che la memoria della fotocamera s’è asaurita…vederti a torso nudo non deve essere stato bello neanche per lei.

    by,by,by…malmostosa/.)
    quarto

    Mi piace

  11. ivyphoenix 5 maggio 2007 alle 12:20 pm

    ah ah ah ah non so quale dei 4 momenti mi è piaciuto di più….
    ciau

    Mi piace

  12. utente anonimo 5 maggio 2007 alle 12:41 pm

    Il piacere di conoscere Ripley e Notung è stato tanto.
    … così convinta di me stessa mi sono illusa di avere un nuovo ammiratore quando un bell’uomo sconosciuto, alto e forte ( e dai modi si’ cortesi ) mi ha stretto la mano dicendo “Ciao Marilisa … ”
    Evviva !

    Mi piace

  13. utente anonimo 5 maggio 2007 alle 1:16 pm

    E’ stata una stretta di mano veloce e poi l’allegra confusione del pomeriggio a Gessate ci ha divisi,ma sono contenta di aver conosciuto due belle persone come Notung e moglie,ma non ne sono stata sorpresa,perchè lo avevo già capito dai suoi posts sul forum….morgana

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: