Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Che la farsa sia con voi.

Il tratto autostradale Trieste-Venezia è diventato un incubo.
Quand’ero un giovane virgulto, con la mia A112 Elegant ( noblesse oblige ), regalo di papà per i buoni risultati alla maturità, arrivavo a Venezia in un’oretta abbondante; oggi che ho un’automobile che fa i 600 km/h ci metto, se mi va di lusso, un’ora e quaranta.
Inoltre, mentre una volta arrivavo bello fresco, oggi scendo e bacio l’asfalto per lo scampato pericolo, i capelli (insomma…è un parolone, lo so) s’incanutiscono ulteriormente ed invento insulti tanto volgari che sorprendono pure me che non sono propriamente un principino.
La causa principale di questa follia è l’affollamento di TIR, come credo succeda un po’ ovunque.
Bene, siccome si fa un gran parlare d’inquinamento in questi giorni, e sappiamo che il traffico pesante è una delle concause più rilevanti, il ministro Di Pietro ha dato il via libera per la costruzione della terza corsia, che verrà a costare una cifra pari al bilancio statale di qualche stato africano.
E tanta gente è felice, ovviamente. Finalmente la terza corsia! Così l’uso di camion per il trasporto delle merci potrà essere ancora incentivato, meraviglioso.
Un genio, Di Pietro.
Ora attendo che decida, visto che in tutte le città il traffico è allucinante, di approntare una legge che favorisca l’acquisto di autobus ai privati.
 
Mai più con l’auto in città, usate l’autobus! Un autobus enorme, 80 posti, tuo in comode rate mensili!
 
Che qualcuno lo faccia divorare dalle locuste.
Se avete qualche suggerimento per il governo, scrivetelo qui come commento, poi ci penso io a recapitarlo, abbiate fiducia.
Non so, per risolvere il problema della penuria d’acqua ad esempio, si potrebbe pensare ad una legge che obblighi tutti a pisciare nei campi per dire, che tra l’altro, pensandoci bene, non sarebbe male perché si prenderebbero due piccioni con una fava.
Ognuno di noi marcherebbe il territorio, e quindi il problema dell’immigrazione sarebbe risolto.
Buon fine settimana a tutti, che la farsa sia con voi.
Annunci

22 risposte a “Che la farsa sia con voi.

  1. utente anonimo 17 maggio 2007 alle 6:18 pm

    C’è gente che se potesse si porterebbe la macchina fin su a casa…e non solo x mancanza di posteggi eh, ma proprio perchè non vuole fare lo sforzo di fare due passi a piedi…Se poi ci metti che ad es. qua i trasporti pubblici funzionano malissimo non c’è molto da fare, anche se pure un pò di buonsenso non guasterebbe.
    L’alternativa? Andare a vivere in campagna: almeno il problema irrigazione ce lo possiamo risolvere da soli, no? Ciao 🙂

    Mi piace

  2. utente anonimo 17 maggio 2007 alle 8:48 pm

    OH, ho avuto anch’io l’A112 Elegant, che dopo un pò è diventata A112 Schifoset, sporca e piena di cose inutili.
    Comunque sulla Venezia Trieste ricordo insulti feroci per sorpassi ed altro. Brutta autostrada.Vicino a Genova due TIR in gara hanno spiaccicato un’auto di turisti inglesi.
    Luca di Montezemolo (abbreviato) è per il trasporto su gomma. Accontentiamolo.
    ciao da un polpetto

    Mi piace

  3. sgnapisvirgola 17 maggio 2007 alle 8:59 pm

    Io temo amico mio che siamo al non ritorno. Mi dispiace questa visione catastrofista ma anche la notizia della Nasa di questa mattina conferma questa tesi. I ghiacciai al polo si stano sciogliendo ma in punti che gli studiosi non avevano previsto.
    La cosa è grave. Ma và! Ho 46 anni e sono 97 che sento dire le stesse cose e vedo fare le stesse cose cioè menefreghismo più assoluto. Kioto a ramengo, la Cina che se ne frega. Che vuoi che conti una corsia in più o in meno in termini globali? Tu arriverai prima di certo, di poco, ma arriverai prima. Quello che c’è da chiedersi è: perchè fanno auto che fanno i 600/h quando i limiti sono 120? Perchè non mettono obbligatorio un dispositivo per cui ai 135 si bucano le gomme? E perchè non fare auto ad alimentazione alternativa che i brevetti sono pronti da oltre 30 anni? Ma tutto il parco auto mondiale che è altamente inquinante, nonchè batterie e affini, dove dovrebbe andare a finire? A fare terra nuova per il Giappone?
    Sarà il caso, considerato che se il polo si scioglierà a Venezia dovremo dire addio per sempre. L’alta velocità che ha massacrato case, campi, paesaggi bellissimi…credi che cambierà qualcosa del 75 per cento di trasporto su gomma? Io non ci credo manco se lo vedo, intanto abbiamo cementificato un pochino e fatto una bella linea ferroviaria nuova e aggressiva di fianco a quella vetusta il tutto di fianco ad autostrade a 18 corsie. Quando vado a Milano e passo per Parma, penso sempre a Blade Runner. Davvero, ci staimo avvicinando ad un cambiamento assoluto. Cosa ti devo dire? Sono contenta di avere già 46 anni. Ciao amico mio.

    Mi piace

  4. Princy60 18 maggio 2007 alle 11:03 am

    Amfortas for President! ;-)***

    Mi piace

  5. utente anonimo 18 maggio 2007 alle 11:04 am

    Ad agosto dovrò percorrere un buon tratto della Salerno-Reggio Calabria, già ho i brividi dannazione.
    Io in città cerco semrpe di usare i mezzi pubblici, ove è possibile. Sull’operato dei nostri politici sulla politica ambientale (anzi proprio sulla politica – triste smile), mi autocensuro.
    Ciao.
    alessandro

    Mi piace

  6. utente anonimo 18 maggio 2007 alle 11:04 am

    Ad esempio, si potrebbe risolvere il problema della disoccupazione andando tutti in pensione alla fine della scuola.

    Amfortas, i tuoi post sono sempre davvero molto interessanti… no, gna posso fa! Mi viene troppo da ridere.

    Margot :p

    P.S. È tempo che tu cambi macchina, devi passare a qualcosa di più adatto per la tua età. Se vuoi regalare quella che hai ora… io la guido bene, no?

    Mi piace

  7. utente anonimo 18 maggio 2007 alle 2:21 pm

    Mi associo a Princy ed urlo Amfortas for Presidentttttt.
    Buon we a te e alla tua signora.

    P.S. Vedo che Margottina qui se la ridacchia di cuore, mi fa piacere.

    Mi piace

  8. filorosso 18 maggio 2007 alle 3:09 pm

    terza corsia Trieste-Venezia = più TIR
    più TIR = più inquinamento
    più inquinamento = effetto serra
    effetto serra = scioglimento dei ghiacci
    scioglimento dei ghiacci = innalzamento dei mari
    innalzamento dei mari = addio Venezia
    addio Venezia… risolto il problema, no?
    Credimi, Di Pietro è un genio.

    Baci, Filo

    Mi piace

  9. Tuosk 19 maggio 2007 alle 5:45 pm

    …per me scendi BELLO fresco anche ora ( 😎 ) …
    Tuosk

    (Oh, son su Splinder anche io! )

    Mi piace

  10. utente anonimo 20 maggio 2007 alle 9:36 pm

    infatti io non ho la patente, mi sciocco già da semplice passeggera!

    ma sai che l’autobus privato non è una cattiva idea? che funzioni come quelli delle scuole.. bisogna pensarci su..
    ciao
    butter

    Mi piace

  11. megbr 22 maggio 2007 alle 8:59 am

    si può discutere di tutto e su tutto ma una cosa è e resterà sempre tale: la A 112 era una vera e propria figata! Onore alle belle macchinine :-))

    Mi piace

  12. minstrel 22 maggio 2007 alle 1:10 pm

    Carissimo, il vero problema di un’eventuale terza corsia non è il traffico che ci sarà quando sarà finita, ma quello che ci creerà nei prossimi 10 anni (minimo!) durante la sua creazione!

    Te lo dice uno che ha vissuto (sta vivendo) ancora il travaglio della QUARTA corsia sulla A4!!!

    Il problema non è indifferente: arriveremo mai vivi a vederne la fine?!

    yours

    MAURO

    Mi piace

  13. MariaStrofa 22 maggio 2007 alle 2:52 pm

    Ciao Amfortas, sei ancora imbottigliato?

    Mi piace

  14. utente anonimo 22 maggio 2007 alle 5:25 pm

    mqp- beh, hai detto Di Pietro, hai detto tutto.
    Buonaterzacorsia. Ah proponi un binario sulla destra, parallelo. Al max utilizzi uno di quei trabiccoli che si vedevano nelle comiche mute degli anni ’30…

    Mi piace

  15. utente anonimo 23 maggio 2007 alle 5:10 am

    Ancora per strada? Tutto bene?

    Mi piace

  16. utente anonimo 23 maggio 2007 alle 4:47 pm

    37 km in un’ora e mezza tutti i giorni. Non ti stavi lamentando vero?????? No, perchè qui si viaggia ad una corsia e ne vorrei tanto due quindi vedi di dirottare quel signore lì dalle mie parti,pliss!!!

    Uè la sciura margottina sta in vena e se la ride proprio di grossa!!! che piacere!

    grisù

    Mi piace

  17. malaparata 24 maggio 2007 alle 2:18 pm

    Suggerirei di dare i soldi alla ricerca tramite parte dell’entroito delle giocate al lotto…come?! Già lo fanno?! Geniale…
    bianca

    Mi piace

  18. minstrel 25 maggio 2007 alle 10:54 am

    Qui si attendono eventuali sblocchi del traffico. 😉

    yours

    MAURO

    Mi piace

  19. utente anonimo 25 maggio 2007 alle 11:49 am

    mitica A112 abarth verde sottoboscod’inghilterra dove alle chiavette dell’aria mio marito ci teneva appeso con un filo di cuoio un tappo di champagne e quando chiaretta gli chiese che ti serve? lui rispose: lo metto in bocca alla mia fidanzata quando parla troppo…
    e parlo troppo?
    E’ andata meglio alla regione piemonte la cui Usl ha scoperto acque troppo inquinate e per soluzione ha studiato…pensa te…di variare i parametri di tolleranza innalzandoli: ecco come si fa sparire l’inquinamento in italia.
    bel paese.
    consigli per il governo: il ministro ha detto, questo potenzierà la nostra potenza di fuoco. Ma la nostra, non doveva essere una missione di pace?
    consigli per il governo? Diamo dei consigli ai governati che ne hanno più di bisogno.

    ole by malmostosa

    Mi piace

  20. utente anonimo 25 maggio 2007 alle 4:25 pm

    Caspita,ancora imbottigliato, preparo l’etichetta “Amfortas Sauvignon” imbottigliato nel 2007.
    Buon we a te e signora, Ariela

    Mi piace

  21. utente anonimo 28 maggio 2007 alle 5:17 pm

    Andiamo bene. Io torno ed il tuo blog non vuole saperne di farmi leggere l’ultimo post.
    Nessuno osi prendere per i fondelli il mio cavallo rosso. Va ancora benissimo!

    Mi piace

  22. utente anonimo 29 maggio 2007 alle 4:49 pm

    Ma come si permette lei di parlar male dell’operato del Ministro Di Pietro! che ne sa lei di quanto lavoro ci sia in un ministero! Il Ministro Di Pietro è un uomo dalle idee geniali che cambieranno il volto dell’Italia nella miglior modo possibile.
    Rieferendomi alla costruzione della terza corsia ritengo che non ci sia scelta migliore, anzi le dirò che il traffico veicolare “T.I.R.” deve raddoppiare, le merci devono viaggiare, cosa vuole che sia per un pò di smog, e i ghiacciai? che si sciolgano avremmo risolto il problema della mancanza d’acqua.
    Cordialmente la saluto.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: