Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Stride la rampa.

Il mio collega Alessandro Cammarano (scusa, Alessandro, si fa per dire) due anni fa scriveva su OperaClick:
"…una serie di scale rosse che sembrano costruite coi mattoncini Lego e di praticabili malverniciati, sui quali si avventurano perigliosamente i cantanti…"
Parole profetiche.
Quante volte ho parlato male delle regie operistiche? Tante. (per la serie me le faccio e me le dico)
Ebbene, il regista dell’Ernani che ha aperto la stagione operistica triestina era nientemeno che Pier Luigi Pizzi.
Una brutta regia? No. Una regia sostanzialmente banale, molto statica.
Ernani è un’opera che ha un tema conduttore molto preciso: la vendetta.
Tutto rosso, quindi, come il sangue. Ci può stare, diciamo.
Invece non va bene che Sondra Radvanovsky, costretta dal regista a salire e scendere le scale di un castello nobiliare (che a me sembravano, a dire il vero, le scale di un condominio popolare, ma vabbè, transeat) con un vestito a strascico, inciampi e cada.
Perché la povera Sondra, splendida Elvira, deve cantare, accidenti, e la sua parte non è per niente facile. Che senso ha farla preoccupare anche di dove mette i piedi?
La trama dell’Ernani è molto facilmente riassumibile, in tono un po’ ironico, ché non vorrei che qualche parruccone venga qui a dirmi d’essere serio, così:
 
“Un vecchio erotomane (Silva) vuole scoparsi la vispa nipote (Elvira), che è innamorata di un giovanotto tanto stupido (Ernani) da mettersi a litigare con un probabile futuro imperatore ( Don Carlo)”
 
Finisce male, è evidente.
L’erotomane continuerà ad allenarsi da solo (thank you, Woody), la vispa nipote piangerà perché il giovanotto stupido le morirà tra le braccia.
Il probabile futuro imperatore, lascerà per strada gli aggettivi e se ne fregherà altamente di tutti.
Voti, in stile “Gazzetta dello Sport”:
Il giovane stupido: Roberto Aronica 7 ½
La vispa nipote: Sondra Radvanovsky 9
Il probabile futuro imperatore: Franco Vassallo 6 ½
Il vecchio erotomane:  Ferruccio Furlanetto 7
 
Il qui presente finto critico musicale: 2, perché non si applica.
Uff…
Buon fine settimana a tutti. (strasmile)
 
 
Annunci

29 risposte a “Stride la rampa.

  1. annaritav 24 novembre 2007 alle 2:44 pm

    8+ al qui presente critico musicale per niente finto! 🙂 Buona domenica.

    Mi piace

  2. utente anonimo 24 novembre 2007 alle 4:28 pm

    ehy amfortas,parto,riparto ma passo sempre quando posso
    è salutare leggerti..se penso a “nuovi mostri take two” rido da solo come un matto.Grande!
    un abbraccio gion braun

    Mi piace

  3. utente anonimo 24 novembre 2007 alle 4:28 pm

    ehy amfortas,parto,riparto ma passo sempre quando posso
    è salutare leggerti..se penso a “nuovi mostri take two” rido da solo come un matto.Grande!
    un abbraccio gion braun

    Mi piace

  4. utente anonimo 24 novembre 2007 alle 5:23 pm

    Certo però che ‘sti librettisti (dico giusto, vero?) qualche problema ce l’avevano, eh?
    C’è sempre qualcuno che vuole allietare le sue giornate con la donna di qualcun’altro. Per dire, ci fosse stata la metropolitana, le opere sarebbero piene di attempati in impermeabile. Scommetti?

    “The doctor is in” Margot :p

    Mi piace

  5. utente anonimo 24 novembre 2007 alle 5:23 pm

    Certo però che ‘sti librettisti (dico giusto, vero?) qualche problema ce l’avevano, eh?
    C’è sempre qualcuno che vuole allietare le sue giornate con la donna di qualcun’altro. Per dire, ci fosse stata la metropolitana, le opere sarebbero piene di attempati in impermeabile. Scommetti?

    “The doctor is in” Margot :p

    Mi piace

  6. utente anonimo 24 novembre 2007 alle 6:08 pm

    Be’, Amfortas, sii clemente, troppe cose a cui pensare per il regista: coordinare canto, musica e movimenti, azione sulla scena, scenografia e anche costumi? Esageri! Si affacciano alla mia mente tanti ricordi e aneddoti che sorrido da un orecchio all’altro.
    Ciao 🙂

    Mi piace

  7. utente anonimo 24 novembre 2007 alle 6:08 pm

    Be’, Amfortas, sii clemente, troppe cose a cui pensare per il regista: coordinare canto, musica e movimenti, azione sulla scena, scenografia e anche costumi? Esageri! Si affacciano alla mia mente tanti ricordi e aneddoti che sorrido da un orecchio all’altro.
    Ciao 🙂

    Mi piace

  8. utente anonimo 24 novembre 2007 alle 6:50 pm

    Una volta un collega melomane mi raccontò di una caduta di Tosca dagli spalti di un fatiscente castello, sotto il quale avevano dimenticato i materassi… Ti risulta?
    Buona domenica, Amfortas
    Ghismunda

    Mi piace

  9. utente anonimo 24 novembre 2007 alle 6:50 pm

    Una volta un collega melomane mi raccontò di una caduta di Tosca dagli spalti di un fatiscente castello, sotto il quale avevano dimenticato i materassi… Ti risulta?
    Buona domenica, Amfortas
    Ghismunda

    Mi piace

  10. filorosso 24 novembre 2007 alle 7:47 pm

    “Liberate Moro senza condizioni”. L’appello di Paolo VI che fece precipitare Moro nella disperazione.
    Sto studiando il sequestro Moro per l’esame di Storia Contemporanea. Mi fa uno strano effetto, allora avevo 16 anni e dunque mi tornano in mente molte sensazioni.
    Furono anche gli ultimi mesi di vita di mio padre.
    Mi piacerebbe moltissimo rileggere la storia con lui, ora che si sanno tante cose.
    Buon Weekend a te
    Baci, Filo

    Mi piace

  11. filorosso 24 novembre 2007 alle 7:47 pm

    “Liberate Moro senza condizioni”. L’appello di Paolo VI che fece precipitare Moro nella disperazione.
    Sto studiando il sequestro Moro per l’esame di Storia Contemporanea. Mi fa uno strano effetto, allora avevo 16 anni e dunque mi tornano in mente molte sensazioni.
    Furono anche gli ultimi mesi di vita di mio padre.
    Mi piacerebbe moltissimo rileggere la storia con lui, ora che si sanno tante cose.
    Buon Weekend a te
    Baci, Filo

    Mi piace

  12. ElfaProfonda 24 novembre 2007 alle 8:02 pm

    a me le regie di Pizzi non piacciono!
    Quella noiosissima tradizione mista(vedi in questo caso) a soluzioni non eccellenti.
    Ci avrei scommesso per quel nove! E sono molto felice per una cantante che apprezzo molto…
    Bella recensione(mi riferisco a quella ufficiale)!

    Mi piace

  13. ElfaProfonda 24 novembre 2007 alle 8:02 pm

    a me le regie di Pizzi non piacciono!
    Quella noiosissima tradizione mista(vedi in questo caso) a soluzioni non eccellenti.
    Ci avrei scommesso per quel nove! E sono molto felice per una cantante che apprezzo molto…
    Bella recensione(mi riferisco a quella ufficiale)!

    Mi piace

  14. mu 24 novembre 2007 alle 8:37 pm

    Sei troppo severo con te stesso.
    A me la tua recensione è piaciuta, soprattutto perché non eri armato di pregiudizi come spesso càpita ai recensori “professionisti”, che, se prendono in antipatia qualcuno, quel qualcuno può pure cantare duecentomilavolte meglio della Callas (la quale – ricordiamolo a beneficio dei distratti – oltre ad essere molto brava è anche “molto morta“. [questa è una citazione, ti lascio indovinare di chi…]) ma per i critici professionisti di cui sopra rimarrà sempre una mezza calzetta…

    🙂

    Mi piace

  15. mu 24 novembre 2007 alle 8:37 pm

    Sei troppo severo con te stesso.
    A me la tua recensione è piaciuta, soprattutto perché non eri armato di pregiudizi come spesso càpita ai recensori “professionisti”, che, se prendono in antipatia qualcuno, quel qualcuno può pure cantare duecentomilavolte meglio della Callas (la quale – ricordiamolo a beneficio dei distratti – oltre ad essere molto brava è anche “molto morta“. [questa è una citazione, ti lascio indovinare di chi…]) ma per i critici professionisti di cui sopra rimarrà sempre una mezza calzetta…

    🙂

    Mi piace

  16. calaminta 25 novembre 2007 alle 1:51 pm

    Ho sentito parlare molto bene come artista di Sandra Radvanovsky, anche se non l’ho mai vista all’opera (in ogni senso) mi spiace che sia inciampata!
    Un saluto al critico musicale :*

    Mi piace

  17. calaminta 25 novembre 2007 alle 1:51 pm

    Ho sentito parlare molto bene come artista di Sandra Radvanovsky, anche se non l’ho mai vista all’opera (in ogni senso) mi spiace che sia inciampata!
    Un saluto al critico musicale :*

    Mi piace

  18. ivyphoenix 26 novembre 2007 alle 6:46 pm

    la tua è la modestia dei veri grandi, altrochè :-)))

    Mi piace

  19. lucamadeus 27 novembre 2007 alle 10:50 am

    Sondra Radvanovsky: oltre che un’ottima cantante (ma il mio orecchio in fatto d’opera, come sai, non è granchè allenato, purtroppo…), anche una splendida donna
    la sentii un paio di anni fa alle Muse di Ancona
    ciao carissimo
    L.

    PS: com’è andato De Sabata?

    Mi piace

  20. lucamadeus 27 novembre 2007 alle 10:50 am

    Sondra Radvanovsky: oltre che un’ottima cantante (ma il mio orecchio in fatto d’opera, come sai, non è granchè allenato, purtroppo…), anche una splendida donna
    la sentii un paio di anni fa alle Muse di Ancona
    ciao carissimo
    L.

    PS: com’è andato De Sabata?

    Mi piace

  21. utente anonimo 27 novembre 2007 alle 11:59 am

    Mi sarebbe piaciuto leggere la tua recensione, quella seria intendo, ma ho visto che opera click ha chiuso l’accesso ai non abbonati…
    Non dire che non ci avevo provato! Ciao 🙂

    Mi piace

  22. utente anonimo 27 novembre 2007 alle 11:59 am

    Mi sarebbe piaciuto leggere la tua recensione, quella seria intendo, ma ho visto che opera click ha chiuso l’accesso ai non abbonati…
    Non dire che non ci avevo provato! Ciao 🙂

    Mi piace

  23. utente anonimo 27 novembre 2007 alle 12:17 pm

    Non so come, girellando mi son trovata a leggere gli articoli relativi al crollo dei muri (ho spaesato un comunista)…mi sono rifatta della delusione x la mancata lettura della recensione.
    Certe volte mi chiedo se ci sono stati dei momenti in cui sono stata VERAMENTE utile a qualcuno, ecco nel tuo caso non ci sono dubbi! :))

    Mi piace

  24. utente anonimo 27 novembre 2007 alle 12:17 pm

    Non so come, girellando mi son trovata a leggere gli articoli relativi al crollo dei muri (ho spaesato un comunista)…mi sono rifatta della delusione x la mancata lettura della recensione.
    Certe volte mi chiedo se ci sono stati dei momenti in cui sono stata VERAMENTE utile a qualcuno, ecco nel tuo caso non ci sono dubbi! :))

    Mi piace

  25. Princy60 27 novembre 2007 alle 12:19 pm

    Il fatto è che dei problemi dei cantanti se ne strabattono tutti. ;-)***

    Mi piace

  26. utente anonimo 27 novembre 2007 alle 7:03 pm

    azz,
    libretto interessantissimo.
    Ottima la sintesi. Ma è proibita ai minori?
    ciao dal polpo

    Mi piace

  27. utente anonimo 27 novembre 2007 alle 7:03 pm

    azz,
    libretto interessantissimo.
    Ottima la sintesi. Ma è proibita ai minori?
    ciao dal polpo

    Mi piace

  28. ivyphoenix 29 novembre 2007 alle 9:35 pm

    ciao paolo!
    difficile cantare e far le scale…
    mia figlia canta e suona la chitarra ma se canta non riesce a suonare e se suona e canta anche, poi stona…
    vabbè…
    ciau

    Mi piace

  29. ivyphoenix 29 novembre 2007 alle 9:35 pm

    ciao paolo!
    difficile cantare e far le scale…
    mia figlia canta e suona la chitarra ma se canta non riesce a suonare e se suona e canta anche, poi stona…
    vabbè…
    ciau

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: