Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Tristan und Isolde, la Montagna Incantata in Musica.

Oggi, alle ore 17, il canale “Classica” di Sky trasmette in diretta (visibile a tutti, anche a chi non è abbonato) “Tristan und Isolde” di Richard Wagner, titolo che inaugura la stagione scaligera.
Molti ricorderanno l’inaugurazione dell’anno scorso con Aida, pessima ma lodata oltre ogni limite della decenza dalla critica ufficiale e da Rutelli & Co. Poi, alla seconda recita, la fuga di Roberto Alagna che era stato contestato da qualche loggionista, ha rivelato a tutti quella verità che la sparuta minoranza scrivente dei veri appassionati aveva già sottolineato.
Il “Tristan und Isolde” è una delle vette più alte dell’Arte “tout court”, aldilà del mio gradimento personale per Wagner e per la musica lirica, bisogna dirlo subito. È come un dipinto di Raffaello o una scultura di Michelangelo, patrimonio dell’umanità.
Wagner compose quest’opera mentre era follemente innamorato di Mathilde Wesendon(c)k e, a proposito del suo lavoro, le scrisse così:
 
“Bambina! Questo Tristano sta diventando qualcosa di spaventoso! Quest’ultimo atto! Temo che vietino l’opera, a meno che il tutto non sia messo in parodia da una cattiva rappresentazione: solo rappresentazioni mediocri potrebbero salvarmi. Se fossero perfette, potrebbero far impazzire gli spettatori!”
 
Scriveva Nietzsche in "Ecce Homo": “Ma ancora oggi vado in cerca di un’opera che abbia il fascino pericoloso, la dolce e tremenda infinitezza del "Tristano" – la cerco in tutte le arti, e invano. Tutti i misteri di Leonardo da Vinci, perdono la loro magia alla prima nota del "Tristano".
 
Carducci disse: “La morte d’Isotta è per me superiore a tutto quel che ho mai sentito in musica”.
 
Vorrei, senza soffermarmi troppo su tecnicismi incomprensibili ai più, considerare molto brevemente la figura di Isolde.
Chi è questa donna?
È una nessuna e centomila, da un certo punto di vista. Sicuramente è una donna molto amata.
Non esiste, a mio modestissimo avviso, una cantante che abbia dato di Isolde una lettura definitiva: ci sono invece tante interpreti che hanno connotato il personaggio Isolde delle sfumature che erano più nelle loro corde ( vocali, in questo caso) d’artista.
Tra le più grandi di sempre, la mia preferenza va a Kirsten Flagstad (direttore Wilhelm Furtwängler), Birgitt Nilsson (Georg Solti) e Margaret Price ( Carlos Kleiber).
Ognuna di queste interpreti illumina il personaggio Isolde con il fascio di luce della propria arte ma, allo stesso tempo, ne lascia un lato inesplorato, oscuro.
Kirsten Flagstad è forse quella che sottolinea meglio il viaggio metaforico dalla vita alla morte, dal giorno alla notte, dalla luce al buio.
Birgitt Nilsson seduce con lo splendore del suo strumento vocale, che sembra sottindere una straripante bellezza fisica.
Margaret Price è romantica, fragile, giovane, ma anche leggermente rassegnata all’ineluttabile finale tragico.
Alla Scala, domani sera, Isolde sarà interpretata da Waltraud Meier, che frequenta il personaggio da molto tempo con risultati eccellenti.
Con ogni probabilità tratteggerà la sua Isolde in maniera più fruibile al grande pubblico, liberando sentimenti forti di dolore e rabbia, sulla scia dei precedenti illustri di Astrid Varnay e Marta Mödl.
Questo è tutto ( e credetemi, è davvero poco!).
Ascoltate il preludio, il duetto d’amore ed il monologo del Re Marke del secondo atto, il tragico e meraviglioso finale dell’opera, il famoso “Mild und Leise”.
Per me, quest’opera rappresenta in campo musicale ciò che "La Montagna Incantata" significa in letteratura. Qualcosa che è diventato parte di me, tanto che ho scritto di getto questo post e non lo rileggo neppure.
Se ho sbagliato qualcosa, "mi corriggerete" (uargh e strasmile).
Insomma, provateci.
Annunci

18 risposte a “Tristan und Isolde, la Montagna Incantata in Musica.

  1. utente anonimo 7 dicembre 2007 alle 9:52 am

    La tua recensione non è professionale mio caro Amfortas…
    Vedi? Come dicevo io sono una capra in merito all’argomento, però mi hai fatto venire perlomeno la curiosità di ascoltare l’opera wagneriana. Bravo.
    Solo un appunto, non mi piace la citazione papale, ma è un giudizio personale.
    alessandro

    Mi piace

  2. utente anonimo 7 dicembre 2007 alle 9:52 am

    La tua recensione non è professionale mio caro Amfortas…
    Vedi? Come dicevo io sono una capra in merito all’argomento, però mi hai fatto venire perlomeno la curiosità di ascoltare l’opera wagneriana. Bravo.
    Solo un appunto, non mi piace la citazione papale, ma è un giudizio personale.
    alessandro

    Mi piace

  3. gabrilu 7 dicembre 2007 alle 12:07 pm

    E per fortuna che non c’è, una “interpretazione definitiva” di Isolde! Un vero capolavoro è anche tale proprio perchè ha mille livelli di complessità e non permette interpretazioni “definitive”!

    Posso fare un’osservazione birichina sui testi da te citati? Hai preso il Nietszche di quando ancora sbavava per Wagner. Qualche tempo dopo cominciò a dirne peste e corna e si gettò tutto su Bizet, Carmen e il Mediterraneo 😉
    Lo so, sono impertinente a ricordarlo ma non ho resistito. Mi appello alla clemenza della Corte ^__*

    Mi piace

  4. gabrilu 7 dicembre 2007 alle 12:07 pm

    E per fortuna che non c’è, una “interpretazione definitiva” di Isolde! Un vero capolavoro è anche tale proprio perchè ha mille livelli di complessità e non permette interpretazioni “definitive”!

    Posso fare un’osservazione birichina sui testi da te citati? Hai preso il Nietszche di quando ancora sbavava per Wagner. Qualche tempo dopo cominciò a dirne peste e corna e si gettò tutto su Bizet, Carmen e il Mediterraneo 😉
    Lo so, sono impertinente a ricordarlo ma non ho resistito. Mi appello alla clemenza della Corte ^__*

    Mi piace

  5. utente anonimo 7 dicembre 2007 alle 12:38 pm

    Ho due domande da profana.
    1- È una scelta azzardata per la prima o rientra nella norma?
    2- Le traduzioni secondo te riescono meglio con quest’opera in sottofondo? Se sì, accendo la tv, altrimenti evito. :p

    Margot

    P.S. A proposito di quel terribile rumore di sottofondo… sì, lo sento anch’io. Picci picci picci… -_-

    Mi piace

  6. utente anonimo 7 dicembre 2007 alle 12:38 pm

    Ho due domande da profana.
    1- È una scelta azzardata per la prima o rientra nella norma?
    2- Le traduzioni secondo te riescono meglio con quest’opera in sottofondo? Se sì, accendo la tv, altrimenti evito. :p

    Margot

    P.S. A proposito di quel terribile rumore di sottofondo… sì, lo sento anch’io. Picci picci picci… -_-

    Mi piace

  7. Princy60 7 dicembre 2007 alle 12:55 pm

    Non l’ho mai vista e so che è una terribile lacuna! ;-)***

    Mi piace

  8. amfortas 7 dicembre 2007 alle 3:46 pm

    Alessandro, grazie per l’apprezzamento!
    gabrilu, fai bene a puntualizzare in entrambi i casi, però che devo fare?
    Citare un detrattore di Wagner in un post celebrativo del suo genio? 🙂
    La Corte ti assolve perché il fatto non costituisce reato 🙂
    margie non è una scelta azzardata, ma le scelte di questo tipo non lo sono mai.
    Sta nella sensibilità del pubblico, poi, apprezzarne la portata culturale o panzane simili, vedrai che ci penserà qualcuno ad eccepire motivando con paroloni impressionanti.
    Le tue traduzioni sono sempre impeccabili. (sì, come no)
    Il rumore di sottofondo è assordante, spegni quello, piuttosto 🙂
    Princy, sapessi le lacune che ho io!

    Mi piace

  9. amfortas 7 dicembre 2007 alle 3:46 pm

    Alessandro, grazie per l’apprezzamento!
    gabrilu, fai bene a puntualizzare in entrambi i casi, però che devo fare?
    Citare un detrattore di Wagner in un post celebrativo del suo genio? 🙂
    La Corte ti assolve perché il fatto non costituisce reato 🙂
    margie non è una scelta azzardata, ma le scelte di questo tipo non lo sono mai.
    Sta nella sensibilità del pubblico, poi, apprezzarne la portata culturale o panzane simili, vedrai che ci penserà qualcuno ad eccepire motivando con paroloni impressionanti.
    Le tue traduzioni sono sempre impeccabili. (sì, come no)
    Il rumore di sottofondo è assordante, spegni quello, piuttosto 🙂
    Princy, sapessi le lacune che ho io!

    Mi piace

  10. bobregular 7 dicembre 2007 alle 8:48 pm

    stai registrando vero?? 😉 attendo cadeau. Musicalmente – mi sono sentito i primi due atti alla radio – mi è parso straordinario

    Mi piace

  11. Ucronia 7 dicembre 2007 alle 11:54 pm

    Bentrovato anche a te…grazie al tuo blog potrò colmare certe mie voragini musicali!!!

    Michele

    Mi piace

  12. Ucronia 7 dicembre 2007 alle 11:54 pm

    Bentrovato anche a te…grazie al tuo blog potrò colmare certe mie voragini musicali!!!

    Michele

    Mi piace

  13. gabrilu 8 dicembre 2007 alle 12:36 am

    Io l’ho trovato stupendo, la Meier una voce bellissima, limpida. Insomma mi ha entusiasmata. Tu che dici?

    Mi piace

  14. amfortas 8 dicembre 2007 alle 10:37 am

    Segue post.
    Ho registrato, ma lo rifarò nei prossimi giorni.
    Un saluto a tutti.

    Mi piace

  15. amfortas 8 dicembre 2007 alle 10:37 am

    Segue post.
    Ho registrato, ma lo rifarò nei prossimi giorni.
    Un saluto a tutti.

    Mi piace

  16. ElfaProfonda 8 dicembre 2007 alle 11:04 am

    Non sono wagneriana come te. Il fuoco non è ancora entrato. Non dubito che avverrà prima o poi, ma per ora…
    non nascondo che compatibilmente con il mio nuovo lavoro spero di poter andare a vedere questo Tristan scaligero!
    Non si sa mai!

    Mi piace

  17. ElfaProfonda 8 dicembre 2007 alle 11:04 am

    Non sono wagneriana come te. Il fuoco non è ancora entrato. Non dubito che avverrà prima o poi, ma per ora…
    non nascondo che compatibilmente con il mio nuovo lavoro spero di poter andare a vedere questo Tristan scaligero!
    Non si sa mai!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: