Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Il fantasma della Callas.

Mentre su Rotocalco si parla di cinema, la città di Trieste è in lutto.
È morto il Barone Raffaello de Banfield che per quasi 25 anni, se non mi sbaglio, è stato il Direttore Artistico del Teatro Verdi.
Una perdita irreparabile per il mondo culturale triestino, e non voglio aggiungere altro.
Venerdì invece, c’è la prima di “Il Turco in Italia” di Rossini, di cui vedrò entrambi i cast per OperaClick.
A quest’opera è legato in modo indissolubile il nome di Maria Callas.
Proprio la sua interpretazione di Fiorilla a Roma, diretta da Gavazzeni (vado a memoria, 1950), diede il via alla riscoperta di questo straordinario compositore di cui, all’epoca, si rappresentavano sostanzialmente solo quattro opere: Barbiere di Siviglia, Cenerentola, Italiana in Algeri e Guglielmo Tell ( quest’ultimo con un gusto decisamente discutibile, alieno ai dettami del maestro pesarese).
Per la Callas era il primo ruolo rossiniano e la circostanza fu di portata storica, proprio nel senso pieno del termine, perché da quel momento in poi gli studiosi ripresero a interessarsi a Rossini.
Nel 1952 [ e questa volta sono sicuro della data (strasmile)] fu ripresa Armida a Firenze, poi ancora l’incisione EMI in studio del Turco e il Barbiere alla Scala.
A Trieste il personaggio di Fiorilla sarà affidato ad Alessandra Marianelli, che lo riprende dopo l’esperienza contrastata al Rossini Opera Festival dell’estate scorsa, mentre nel secondo cast la volubile signora sarà interpretata da Silvia Dalla Benetta.
Vi saprò dire. (anche del resto del cast, ovviamente)
 
Annunci

5 risposte a “Il fantasma della Callas.

  1. utente anonimo 8 gennaio 2008 alle 8:12 pm

    Parlami dell’Italiana in Algeri… non so perchè ma il titolo mi ispira, mi sono fatta già tutta una storia…

    La curiosa Margot :p

    Mi piace

  2. amfortas 8 gennaio 2008 alle 8:17 pm

    Parlami ancora come dianzi parlavi… È così dolce il suon della tua voce!

    Mi piace

  3. utente anonimo 8 gennaio 2008 alle 9:47 pm

    Saluto e non commento. Materia difficile è.
    ciao dal polpo

    Mi piace

  4. utente anonimo 10 gennaio 2008 alle 6:20 pm

    che brutta coincidenza!

    saluto.

    lune

    Mi piace

  5. utente anonimo 11 gennaio 2008 alle 12:11 pm

    Però che forza la Callas…difficile cimentarsi con un mito come il suo… 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: