Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

E lucevan le stalle.

Gli assiomi ed i postulati non hanno bisogno di dimostrazioni, come sa chiunque abbia preso in mano un testo di matematica, anche per cause non nobilissime.
Eppure, qualcuno ritiene che l’assioma ( o postulato):
 
“All’interno di una massa di persone, la percentuale di idioti è direttamente proporzionale al numero delle persone che compone la massa stessa.”
 
abbia assoluta necessità di continue conferme.
Lo sappiamo, suvvia, dedicatevi ad altro no?
Tutto ciò, riferito al simpaticissimo video di Giorgia, costretta a chiudere i commenti al suo divertissement su YouTube, dopo che una pletora di cialtroni devastati dal virus dell’idiozia si è affannata a farci sapere non solo che esiste, ma pure che è in grado di digitare un messaggio anonimo volgare sulla tastiera del computer.
È il nuovo che avanza, nel senso che è avanzato, puzza come un cadavere lasciato al sole d’agosto e noi piccini, nonostante la maschera antigas prontamente indossata, ne percepiamo distintamente l’olezzo nauseabondo.
Buona domenica.
 
Annunci

21 risposte a “E lucevan le stalle.

  1. sonata23 24 febbraio 2008 alle 12:22 pm

    mi associo. e aggiungo una massima che mio papà adora… “La madre degli idioti è sempre incinta”. 🙂

    Mi piace

  2. amfortas 24 febbraio 2008 alle 5:01 pm

    Sonata23, massima, quella che piace a tuo padre, che io ho reso ancora più significatica:
    “La madre degli idioti è sempre incinta, la dà via come non fosse sua e non prende precauzioni di alcun tipo” .

    Mi piace

  3. utente anonimo 24 febbraio 2008 alle 11:49 pm

    Beh ma francamente il video non è molto originale, nemmeno tecnicamente è bello. Poi se ho capito bene sarebbe un modo per fare dell’ironia negativa su un partito, sai che novità. Queste da sempre son cose molto costruttive ed interessanti: a prendere in giro o criticare i politici, lo si faceva anche prima che nascesse la democrazia in Italia, tutti sono capaci. Se il video che ho visto è quello giusto…

    dummeJunge.

    Mi piace

  4. amfortas 25 febbraio 2008 alle 7:48 am

    dummeJunge: io non vorrei dire, ma mi sembra che tu non abbia capito il nocciolo della questione.
    Il discorso non è che il video sia innovativo o che meriti il premio Oscar per il cortometraggio migliore, non ti pare?
    Quello che conta, in questo caso, non è il video, ma la reazione cretina, per usare un eufemismo, dei commentatori.
    Potresti ribattere che non è una novità neanche quella.
    Lo so.
    Ma, ogni tanto, mi farebbe piacere rilevare una reazione civile controtendenza.
    Saluti.

    Mi piace

  5. utente anonimo 25 febbraio 2008 alle 10:09 am

    Corollario.

    La percentuale di idioti aumenta in maniera esponenziale laddove sia possibile mantenere l’anonimato.

    Ne segue che…

    Margot

    Mi piace

  6. Moher66 25 febbraio 2008 alle 12:21 pm

    Non ho letto i commenti di cui parlate, ma credo di aver capito il genere.
    E in tutto questo sai qual è la cosa più divertente o, a seconda dei punti di vista, più deprimente della storia? Che gli idioti in oggetto sono realmente convinti, così facendo, di essere in controtendenza, dei veri campioni di originalità e trasgressione. Che tristezza.
    Elena

    Mi piace

  7. calaminta 25 febbraio 2008 alle 12:26 pm

    Carino il video, non capisco proprio come abbia potuto provocare simili reaioni inconsulte, ma forse proprio come hai scritto tu, c’è sempre una percentuale di dementi in una massa X di individui e a quanto pare non mancano occasione di farsi notare! Ciao!

    Mi piace

  8. mu 25 febbraio 2008 alle 12:55 pm

    dummeJunge – dal momento che il video l’ho assemblato io, che comunque non ho velleità registiche, mi permetto di dirti che non hai capito un granché: non prendo in giro un partito, casomai prendo in giro la comunicazione elettorale, ché mi sembra bizzarro dover clonare uno slogan altrui (come, in questo caso, ha fatto Veltroni, che è in realtà una persona che stimo reputandolo il miglior sindaco che Roma abbia avuto a mia memoria. E però mezz’ora dopo che Obama aveva detto “Yes we can” stava lì pure lui a dire “iès ui chèn”.) per poter avallare la propria candidatura.

    Ma poiché vedo anche che in giro lasci molti commenti a cose fatte da altri dicendo “non è mica bello” il 99% delle volte, a questo punto credo che la tua sia solo un atteggiamento da “bastian contrario” giusto per il gusto di esserlo e quindi nemmeno perdo tempo a spiegare oltre.

    Tante care cose.

    Mi piace

  9. utente anonimo 25 febbraio 2008 alle 2:57 pm

    Il video a me è piaciuto. Solo c’è un sacco di gente in giro che non ha niente di meglio da fare e sfoga così le sue frustrazioni. Naturalmente e rigorosamente in anonimato.

    Mi piace

  10. mu 25 febbraio 2008 alle 3:15 pm

    Alice – son contenta che ti sia piaciuto, ma, appunto, non è quella la questione – per esempio, che dummeJunge dica che a lui il video non piace (perché è monotono, perché il montaggio non è un granché, qualsiasi sia il motivo), a me va benissimo, perché ha il sacrosanto diritto di avere un’opinione e, soprattutto, l’ha comunque espressa con educazione.

    (anzi, dummeJunge, se ripassi di qua, scusami se prima sono sembrata aggressiva, non ce l’ho affatto con te, semplicemente tutto quello che è successo nei commenti di youtube mi ha innervosito parecchio.)

    Il problema è stato che è arrivato un gruppo di persone che ha trasceso la conversazione (se la vogliamo chiamare così), alla fine fregandosene del video e utilizzando lo spazio dei commenti solo per prendersi a badilate di insulti tra di loro.
    Che lo facciano a casa loro (o sul blog di Grillo, se lui glielo permette), se proprio vogliono.
    A casa mia, no.

    Mi piace

  11. Moher66 25 febbraio 2008 alle 3:34 pm

    Non avevo letto i commenti perchè pensavo fossero stati cancellati. Li ho letti adesso. Non vale davvero la pena prendersela troppo per certi soggetti. Giusto comunque secondo me chiudere le porte in faccia e spiegare i motivi.
    Elena

    Mi piace

  12. utente anonimo 25 febbraio 2008 alle 3:44 pm

    A me non piacciono molte cose, ma io lascio 3 o 4 commenti al mese sui pochissimi blog (sempre gli stessi due o tre di solito) in cui navigo senza molto impegno. Quindi non mi sembra possibile che “MU” segua le mie scoreggine di 6 o 7 righe a commento tra miliardi di blog, anche perché faccio quello che fanno tutti. Devo preoccuparmi per un segugio che su miliardi di blog incappa nelle mie tre o quattro opinioni sulle cose che vedo/leggo? E poi chi lo decide “come è meglio passare il suo tempo” se non chi scrive? E poi l’anonimato cosa è? Non avere un blog significa essere anonimi? E quanto un nome e un cognome su internet sono assolutamente anonimi allo stesso modo? Ah le grandi domande che non hanno bisogno di risposte.
    Ovviamente io ho un umorismo tutto mio che capisco solo io: anche se “MU” ha ragione, inserendo il nick su Google escono delle cose imbarazzanti; se ti interesso così tanto, tesoro, potrei darti il mio numero di cellulare o spedirti le mie misure.
    E certo che ti scuso, anche nella realtà mi fanno notare a volte che sono aggressivo ed impietoso… BaciBaci.

    dummeJunge

    Mi piace

  13. amfortas 25 febbraio 2008 alle 4:50 pm

    dummeJunge gentilmente, cerca di usare un tono meno aggressivo, grazie.
    Non ho mai cancellato un commento dal mio blog, però se continui in questo modo comincerò con te.
    Il tuo umorismo, dici bene, lo capisci solo tu.
    Piuttosto renditi conto di una cosa: il tuo intervento qui è sballato in ogni senso, perché, te lo ripeto, non si tratta di avere un’opinione sul video, ma sull’ennesima dimostrazione di demenza di chi approfitta di qualsiasi occasione per dare sfogo alla propria stupidità.
    Per spiegarti meglio: tu hai fatto la parte di quello a cui si chiede “Che ore sono?” e risponde “Pastasciutta”.
    Ed ora, finiamola.

    Mi piace

  14. utente anonimo 25 febbraio 2008 alle 5:24 pm

    Non male i commenti su youtube e sul tuo post.
    Il polpo rientra precipitosamente in tana

    Mi piace

  15. filorosso 25 febbraio 2008 alle 10:32 pm

    primo: il video lo trovo ironico e divertente
    secondo: i commenti al video sono pietosi, ma se il video l’avessi postato io, neanche li leggerei
    terzo: youtube non è propriamente una biblioteca… che cosa vi aspettate…
    quarto: brava giorgia, bravo amfortas e chissenefrega dei ragazzini o degli incazzati cronici
    buona settimana, filo

    Mi piace

  16. utente anonimo 26 febbraio 2008 alle 11:53 am

    Caro Amfortas non vorrei buttarla sul politico ma cosa ti aspetti da un paese tentato dall’ennesimo governo Berlusconi?

    Mi piace

  17. amfortas 26 febbraio 2008 alle 6:07 pm

    Beh in teoria quello che sostiene Filo non fa una piega, ma è che ci s’inferocisce al momento, almeno così è per me.
    E poi Fabrizio, mica è colpa solo di quelli che voteranno Berlusconi, anzi…tra il popolo degli aficionados di Grillo, sono una minoranza.

    Mi piace

  18. ivyphoenix 26 febbraio 2008 alle 6:58 pm

    ho visto il video… uhm ma oramai si sa che la politica e i politici sono uno dei capri espiatori che vanno per la maggiore quando si deve insultare…
    arrivata or ora amfortas….
    con mal di gola surreale

    Mi piace

  19. ivyphoenix 26 febbraio 2008 alle 7:35 pm

    no… per dire.. l’altro giorno ho trovato un libretto d’opera, testi e note, del 1913 fra l’altro… il parsifal.. e mi son letta di quell’amfortas……
    😉

    Mi piace

  20. ivyphoenix 26 febbraio 2008 alle 7:35 pm

    anzi… non opera… dramma mistico in tre atti…
    mah?

    Mi piace

  21. amfortas 26 febbraio 2008 alle 7:50 pm

    Ivy, rappresentazione sacra in 3 atti 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: