Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Herbert von Karaian, 5 aprile 1908.

Esattamente un secolo fa nasceva Herbert von Karajan, a mio sindacabilissimo parere uno dei primi tre direttori d’orchestra del ‘900.
Nell’opera lirica, di cui parlo con un minimo di cognizione di causa, ha diretto una delle edizioni più stupefacenti ed innovative del Ring di Richard Wagner, cominciando nel 1966 da Die Walküre, che forse è la più fruibile delle giornate della tetralogia wagneriana.
Ancora oggi, quando riascolto per l’ennesima volta la sua interpretazione del momento dell’agnizione tra Siegmund e Brünhilde, a stento riesco a trattenere le lacrime, non ci posso fare niente.
 
In quei pochi minuti mi sembra di trovare la risposta a domande che non conosco, e mi sento meno vulnerabile.
 
E, credetemi, non trovo nulla di meglio di questa frase da cioccolatini per ricordare quest’uomo con gratitudine, devozione e rispetto.
 
Annunci

12 risposte a “Herbert von Karaian, 5 aprile 1908.

  1. utente anonimo 6 aprile 2008 alle 8:38 am

    da Giuliano:
    Non sono un esperto, ma trovo grandissime tutte le registrazioni dal 1950 in su, almeno fino agli anni 70. Poi ci sono delle cose strane, tipo la Ricciarelli che fa Turandot…

    Mi piace

  2. utente anonimo 6 aprile 2008 alle 8:49 am

    Quella che tu hai definito una frase da cioccolatini (e che a me, invece, sembra molto bella) si adatta anche a fenomeni religiosi come quello da me descritto: di fronte ad un’icona del nostro tempo si trovano risposte e ci si sente meno vulnerabili. Solo che io preferisco le icone dell’arte, sono meno pericolose di quelle religiose e soprattutto di quelle politiche.
    Buona domenica, Amfortas
    Ghismunda

    Mi piace

  3. Moher66 6 aprile 2008 alle 10:08 am

    Siamo fatti anche di frasi da cioccolatino, e anche quelle bisogna saperle scrivere.. :))) Ma poi le frasi da cioccolatino sono altre, per esempio che so: “Amfortas ci piace un sacco quando scrive e si sente che nella musica ci sta proprio dentro fino al collo”…
    Ciao! 🙂
    Elena

    Mi piace

  4. pears 6 aprile 2008 alle 11:59 am

    dalle mie parti parlavo di Vickers. Credo che Vickers con Karajan fosse una di quelle accoppiate volute dal cielo. Anch’io ovviamente, pur non essendo un wagneriano, ho amato il suo Ring. Il suo Rosenkavalier è ancora insuperato. Il suo Puccini un universo di tenerezza. Pur nell’aspetto severo era un poeta. Credo che nessuno meglio di lui sia stato capace di incarnare certa metafisica dolcezza.

    pears

    Mi piace

  5. ElfaProfonda 6 aprile 2008 alle 7:07 pm

    Non il mio preferito, ma sicuramente tra i più grandi!

    Mi piace

  6. amfortas 6 aprile 2008 alle 7:51 pm

    Bob, mi fido, perché tu hai una visione più ampia della mia.
    Comunque la registrazione che segnali è straordinaria.
    Giuliano, anche quella Turandot ha i suoi pregi…
    Ghismunda, si fa quel che si può 🙂
    Domani passo a leggere il tuo nuovo post.
    Elena, sai che ci pensavo oggi? Ormai regolo i miei impegni in base alle recite teatrali…non so se è un gran passo avanti 🙂
    Pears, è molto bello quello che scrivi.
    Concordo sul Rosekavalier e su Vickers, tenore assolutamente irripetibile.
    Luciana, anch’io ho difficioltà a dire il migliore, però credo sia questione di conoscenza e sensibilità.
    Ma sei già in congedo? 🙂

    Mi piace

  7. pears 6 aprile 2008 alle 8:35 pm

    forse non il migliore, ma come Toscanini, un direttore dalla personalità subito riconoscibile…

    Mi piace

  8. amfortas 7 aprile 2008 alle 3:22 pm

    pears, aggiungerei riconoscibile per merito, perché altrimenti si può equivocare sulla valenza dell’aggettivo 🙂

    Mi piace

  9. utente anonimo 8 aprile 2008 alle 1:20 pm

    Ciao Amfortas.

    Mi piace

  10. utente anonimo 8 aprile 2008 alle 1:21 pm

    Caspita, ho perso l’abitudine…
    Sono Alessandro.
    🙂

    Mi piace

  11. utente anonimo 9 aprile 2008 alle 3:39 pm

    cose strane…tipo la ricciarelli che fa fa turandot…..che fenomeno.
    concordo su tutto anche sul magister dei direttori d’orchestra e mi ritorna in mente un grammofono…
    /.)
    by malmostosa

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: