Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Pentiti, scellerata!

Insomma, considerate che seppur in tono semiserio qui si parla di musica lirica quasi sempre.
Ogni tanto mi lascio andare a qualche considerazione su qualche libro che ho letto, oppure lancio inutili invettive perché mi capita qualcosa di particolarmente fastidioso.
Eppure c’è chi è arrivato a questo blog cercando, come m’informa uno dei pulsantini qui sotto,
 
 
calci palle tacchi alti
 
Sono soddisfazioni, direi.
Inoltre, oggi leggendo il quotidiano della mia città, ho avuto l’ennesima conferma che la realtà supera sempre la fantasia.
Nella prossima stagione al teatro Verdi di Gorizia, tra le altre cose, potrò (ma anche voi eh? Non è che ci tengo ad avere l’esclusiva!) assistere ad uno spettacolo che s’intitola “Gloriosa”.
L’interprete di questo lavoro di cui non so nulla [potrei cercare su Google, ma sono già abbastanza disgustato (strasmile)] è Katia Ricciarelli.
Al momento ho solo questa informazione, tratta appunto dal quotidiano:
 
(un curioso testo teatrale intitolato appunto «Gloriosa», in cui la soprano ha scelto di interpretare la peggior cantante del mondo)
 
Bah, magari vi saprò dire.
Buon fine settimana a tutti.
P.S
Ho poco tempo, passerò da voi appena ce la faccio!
Annunci

7 risposte a “Pentiti, scellerata!

  1. Sonnenbarke 4 ottobre 2008 alle 11:36 am

    Quando ero a Verona un giorno venne Katia Ricciarelli. Faceva un concerto in una scuoletta del mio quartiere, non mi ricordo se elementare o media. Per dire.

    Mi piace

  2. amfortas 5 ottobre 2008 alle 6:35 pm

    Marina, però una volta era brava…
    Maliardina, mi sono informato, è proprio la sua storia…l’ascolto è terrificante ma esplicativo!

    Mi piace

  3. amfortas 5 ottobre 2008 alle 6:35 pm

    Marina, però una volta era brava…
    Maliardina, mi sono informato, è proprio la sua storia…l’ascolto è terrificante ma esplicativo!

    Mi piace

  4. megbr 6 ottobre 2008 alle 10:28 am

    è vero.. anch’io mi divertivo a scherzare fino a pochi mesi fa prafrasando l’incipit di un famoso libello del 1848: uno spettro si aggira per le sale d’europa: i recital della cantante..
    Poi una sera, dalla radio, c’è un concerto di arie d’opera e che arie, la Lucia, i Masnadieri, l’Anna, i due Foscari, dirigeva Gavazzeni, cantava la Ricciarelli: sono rimasto immobilizzato dalla bellezza della voce e dalla bellezza del fraseggio. (ho cercato anche inutilmente il cd..). Da quella sera, è scomparsa totalmente l’orribile personaggio televisivo ed ora l’associo solo e sempre a quel momento di grandissima emozione …

    Mi piace

  5. megbr 6 ottobre 2008 alle 10:28 am

    è vero.. anch’io mi divertivo a scherzare fino a pochi mesi fa prafrasando l’incipit di un famoso libello del 1848: uno spettro si aggira per le sale d’europa: i recital della cantante..
    Poi una sera, dalla radio, c’è un concerto di arie d’opera e che arie, la Lucia, i Masnadieri, l’Anna, i due Foscari, dirigeva Gavazzeni, cantava la Ricciarelli: sono rimasto immobilizzato dalla bellezza della voce e dalla bellezza del fraseggio. (ho cercato anche inutilmente il cd..). Da quella sera, è scomparsa totalmente l’orribile personaggio televisivo ed ora l’associo solo e sempre a quel momento di grandissima emozione …

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: