Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Pillole di Otello.

La gestazione dell’Otello fu piuttosto lunga.
Giuseppe Verdi e Arrigo Boito lavorarono a stretto contatto, anche con qualche incomprensione.
Giulio Ricordi spesso fece da tramite e pungolo tra i due artisti.
Queste tre eminenti personalità della cultura della fine dell’ottocento, quando si riferivano al lavoro tratto dal dramma di Shakespeare, adoperavano una specie di codice:
 
“Dirai a Giulio che sto fabbricando il cioccolatte…”
 
Che non è carino comunque, ma erano altri tempi ed è sempre meglio di abbronzato, secondo me. (smile)
 
Giuseppina Strepponi esercitava il suo dovere di pompiere nei rapporti abbastanza tesi tra Verdi e Boito, anche inventandosi metafore ardite:
 
“Lasciamo che la corrente se ne vada diretta per la sua via al mare. È negli ampi spazi che certi uomini sono destinati ad incontrarsi ed intendersi”
 
 
Sembra la pubblicità dell’Amaro Montenegro o di qualche nuova automobile.
Anzi, mi sa che qualche creativo di passaggio se ne approprierà. (strasmile)
 
 
Annunci

8 risposte a “Pillole di Otello.

  1. utente anonimo 27 novembre 2008 alle 2:07 pm

    da Giuliano:
    Già tel dissi, a me il colore del cioccolato piace, e tenendo conto che Verdi parlava così nel 1880, direi che va benissimo.
    (poi, dipende sempre da chi c’è sotto il color cioccolato: ma questo vale anche per i color pesca e i color albicocca).

    Mi piace

  2. amfortas 27 novembre 2008 alle 4:51 pm

    Giuliano, sono pienamente d’accordo 🙂

    Mi piace

  3. Princy60 28 novembre 2008 alle 11:32 am

    buona parte di “Otello” fu composta a Genova.

    Mi piace

  4. gabrilu 29 novembre 2008 alle 12:17 am

    Il personaggio più interessante (e più difficile da interpretare) di Otello è Jago, e su questo credo possiamo concordar tutti, qui dentro. O sbaglio?

    Ho fatto in tempo, me bimbetta, a vedere un Otello interpretato da Mario Del Monaco.
    Però non mi ricordo chi fosse Jago, in quella rappresentazione.
    Dovrei andare a spulciar polverosi programmi di sala.
    E francamente non ne ho voglia.

    Però lui (il succitato Del Monaco) effettivamente faceva un bell’effetto, quando compariva sugli spalti di cartapesta strillando il suo “esultate!” con quel che segue. Si, era niente male, effettivamente.

    Non vedo l’ora di leggere la tua recensione su quest’Otello novello.

    Mi piace

  5. utente anonimo 29 novembre 2008 alle 1:47 pm

    caro amfy,
    senza conoscerti, ho pensato che il film che ho inserito oggi nel mio
    blog potrebbe piacerti. Non so perchè. L’ho visto per caso ieri sera e devo dire che sono ancora sotto un leggero shock. A presto

    Mi piace

  6. utente anonimo 29 novembre 2008 alle 1:47 pm

    sono sempre io… ho dimenticato di firmarmi.
    http://ingeborg.blog.tiscali.it

    Mi piace

  7. amfortas 30 novembre 2008 alle 6:05 pm

    Gabrilu, Jago è ovviamente fondamentale, ma dal mio punto di vista è difficile da rendere psicologicamente, mentre dal lato musicale è un personaggio meno complesso.
    Beta ate che hai sentito il Grande Del Monaco dal vivo, io non ne ho avuta l’opportunità.
    Flavia, appena ho tempo passo a vedere di che film si tratta…

    Mi piace

  8. gabrilu 7 dicembre 2008 alle 11:27 pm

    Dear Amfortas, ti sconvolgo troppo se ti confesso che nel mio ricordo Del Monaco strillava molto bene (anche se era ormai più o meno sul viale del tramonto) ma scenicamente mi pareva un carciofo anzi che no?
    Certo, erano altri tempi, non ci si curava molto del movimento scenico, s’era tutti (pubblico, registi, dir. d’orch. e figuriamoci i cantanti) convinti che avere una bella voce ed un bel “personale” potesse bastare.

    E poi io ero proprio una bimba.
    Non faccio testo, ma il ricordo di un bel carciofo con un bellissima voce m’è rimasto, che ci posso fare.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: