Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Auguri semiseri a tutti e piccolo regalino (assai serio).

Boh, nelle vesti di Babbo Natale non mi ci vedo proprio, però un regalo ai miei lettori lo voglio fare ugualmente.

 
Ho scelto di mantenere anche in questo caso il solito spirito semiserio, per cui se da un lato vi presento (come feci l’anno scorso) il mio albero di Natale un po’ particolare,
 

Albero di Natale 2009

dall’altro v’invito a sentire questa splendida canzone natalizia, in un’interpretazione, come dire, originale (strasmile)
 
Chiudo con il dono, fatto con le mie manine e l’ugola di tale Callas Maria in alcune stupefacenti interpretazioni di arie verdiane.

LO POTETE SCARICARE DA QUI.
 

Insomma, visto che tempo per passare nei vostri blog non ne avrò di certo, faccio da questi pulpiti i miei auguri a tutti voi!

Ecco qui la tracklist (Opera, titolo dell’aria, data della recita, direttore d’orchestra)
 

Macbeth (La lettera e Ambizioso Spirto)
La Scala 7 Dicembre 1952
Victor De Sabata
 
Il Trovatore (D’amor sull’ali rosee)
Atene 5 Agosto 1957
Antonino Votto
 
La Traviata (È strano è strano…sempre libera…Addio del passato)
Mexico City 3 Giugno 1952
Umberto Mugnai
 
Un Ballo in Maschera (Ecco l’orrido campo; Morrò ma prima in grazia)
La Scala 7 Dicembre 1957
Gianandrea Gavazzeni
 
La Forza del Destino (Pace mio Dio…)
Atene 5 Agosto 1957
Antonino Votto
 
Aida (Ritorna vincitor! O cieli azzurri)
Mexico City 30th May 1950
Guido Picco
 
Don Carlo (Tu che le vanità)
Amburgo 16 marzo 1962
Georges Pretre
Annunci

33 risposte a “Auguri semiseri a tutti e piccolo regalino (assai serio).

  1. annaritav 23 dicembre 2009 alle 1:59 pm

    Grazie per gli auguri e per il bellissimo regalo. Tanta serenità a te e alla tua famiglia
    Annarita

    Mi piace

  2. daland 23 dicembre 2009 alle 3:08 pm

    grande Maria!

    Io però – sotto Natale – preferisco "questo" Händel:

    http://www.soundsandfury.com/Audio/MP3s/MessiahOrganistOnCrack.mp3

    Mi piace

  3. utente anonimo 23 dicembre 2009 alle 5:50 pm

    Grazie del REGALO natalizio a te, ma anche a Daland: adoro  Haendel, ma.. non ho la dieresi in tastiera: si offenderà?
    Buone Feste di cuore a te e Famiglia, e un sacco di buona musica, ben diretta e ben eseguita!
    A presto, o tardi, quando ti rifarai vivo..
     A.Im… sempre grata per i "rudimenti"!

    Mi piace

  4. giuba47 23 dicembre 2009 alle 6:51 pm

    Tanti cari auguri anche a te e grazie

    Mi piace

  5. utente anonimo 23 dicembre 2009 alle 6:54 pm

    Belliissima canzone, e l’autore per renderla più natalizia si è sicuramente fatto una pera di pandolce e frutti canditi.
    Auguri  dal polpo

    Mi piace

  6. ermionee 24 dicembre 2009 alle 12:10 am

    Grazie dei sontuosi regali!
    Tantissimi auguri anche a te caro Paolo.

    Mi piace

  7. amfortas 24 dicembre 2009 alle 8:31 am

    Annarita, contraccambio di cuore!
    Daland, è proprio vero che si applaude di tutto 🙂
    A.Im. grazie anche a te, un caro saluto.
    Giulia, ciao e grazie, a rileggerci.
    Elena, lo so che non é mozart, ma insomma…ciao!
    Spero di poter passare da tutti nei prossimi giorni, abbiate fiducia 🙂

    Mi piace

  8. amfortas 24 dicembre 2009 alle 8:32 am

    Octopus, a te un abbraccio, anche se è pericoloso 🙂

    Mi piace

  9. utente anonimo 24 dicembre 2009 alle 10:24 am

    auguri di buon Natale a tutti

    Mi piace

  10. AntonioSabino 24 dicembre 2009 alle 10:29 am

    Un regalo magnifico! Grazie! Auguri amfortas di un sereno e buon Natale per te e per i tuoi cari.
    Ciao!

    Mi piace

  11. utente anonimo 24 dicembre 2009 alle 12:06 pm

    da Giuliano:
    auguri anche da me!
    (manca Casta Diva, ma con questo tempaccio la Casta Diva non si vedrebbe nemmeno…) (tutti giù a spalare)
    (o anche "d’amore al dolce impero", ma si sa che con la Callas…)
    🙂

    Mi piace

  12. sangervasio 24 dicembre 2009 alle 2:12 pm

    complimenti per il blog per l’albero per le idee e tanti tanti auguri

    Mi piace

  13. gabrilu 24 dicembre 2009 alle 2:49 pm

    Amf&Co
    Uhmf… umhf… pant… pant…
    Arrivo   di corsa, all’ultimo momento,      trafelata  e scalmanata,  ma spero proprio   mi sia permesso di fare anch’io gli auguri a te e a  tutti coloro che  popolano questo tuo blog 

     

    Mi piace

  14. utente anonimo 24 dicembre 2009 alle 3:47 pm

    Grazie del gradito regalo Amfortas! Sinceri auguri di Buon natale e felice anno nuovo a te e tua moglie da chi segue sempre,magari silenziosamente,

    Vitty.

    Mi piace

  15. amfortas 24 dicembre 2009 alle 5:03 pm

    9, grazie, contraccambio.
    Antonio, bel regalo vero? Ciao!
    Giuliano, ehhhhhhhh mancano tante cose della Callas, è che mi sono voluto limitare a un po’ di Verdi 🙂 Ciao!
    Sangervasio, io e l’albero ringraziamo 🙂
    gabrilu, figurati è un piacere ospitarti, anche trafelata 🙂
    Vitty, grazie anche a te, che mi leggi da davvero tanto tempo! Auguri 🙂

    Mi piace

  16. sgnapisvirgola 24 dicembre 2009 alle 7:23 pm

    Grazie Am dei bellissimi doni,  sei molto generoso. Un abbraccio affettuoso e un augurio sincero di bellissime cose

    Mi piace

  17. colfavoredellenebbie 25 dicembre 2009 alle 12:46 am

    Auguri anche qui…. e grazie per questo dono:)
    z.

    Mi piace

  18. Fiordiligi89 25 dicembre 2009 alle 12:13 pm

    Grazie mille! Ricambio di cuore!!!

    Francesca

    Mi piace

  19. amfortas 25 dicembre 2009 alle 7:50 pm

    Sgnapis, grazie, ricambio di cuore!
    Zena, pego, figurati, sono contento di fare questi regali 🙂
    Francesca, ciao, la prossima volta vedrò di trovare qualcosa di Mozart per te!

    Mi piace

  20. utente anonimo 25 dicembre 2009 alle 8:15 pm

    Beh, veramente originale… peccato che non abbia azzeccato nemmeno una nota. Ma era ubriaco? O cosa?
    Tanti cari auguri  di serene festività caro Am da chi, venendoti a trovare, apprende sempre cose molto interessanti.

    P.S. A Riga siamo arrivati anche a -19 con neve e ghiaccio, ma posso solo immaginare cosa possa essere la vostra famosa bora…
    Mary

    Mi piace

  21. mamikazen 26 dicembre 2009 alle 12:16 am

    Really amazing!
    But any grace completely missing, I fear 😀

    Un enorme bacio natalizio :)***
    Lu

    Mi piace

  22. utente anonimo 26 dicembre 2009 alle 1:33 am

    Grazie, auguri anche a te e ai tuoi cari
    Eloisa

    Mi piace

  23. amfortas 26 dicembre 2009 alle 8:39 am

    Mary, beh diciamo che era in uno stato alterato, dovuto a cosa non so 🙂
    La bora bisogna…provarla!
    Ciao!
    Mami, non lanciarmi improperi in lingue sconosciute, per favore 🙂
    Abbracci post natalizi!
    Eloisa, ciao, ricambio gli auguri 🙂

    Mi piace

  24. mamikazen 26 dicembre 2009 alle 11:12 pm

    Paolo, ti prego, ho bisogno di una parola di conforto, sono davanti a "mettiamoci all’opera" e ho scritto delle righe di (ri)getto, ti prego, viemmi a dire qualcosa di… qualcosa di… ti prego, aiutami!!!!!!!!!

    Mi piace

  25. amfortas 26 dicembre 2009 alle 11:33 pm

    Mami, ecco, ti ho confortata sul tuo blog 🙂

    Mi piace

  26. gabrilu 27 dicembre 2009 alle 12:31 am

    Ordunque.
    Sono andata a guardarmi per benino   e in tutto il suo splendore flicchettaro  (large size)    la fotina   del tuo albero natalizio  e mi sono    commossa.
    Stavo per scoppiare in lacrime (o lagrime?!)

    Son tutti programmi di sala, o sbaglio?

    …Pensa te.

    Io,    per  biechi  motivi di spazio qualche anno fa ho gettato nella  netturbe/spazzatura/monnezza    circa quindici anni di programmi di sala del  Teatro Massimo di Palermo.
    E ce n’erano, di carucci assai, eh,   se   ce n’erano…

    Non è vero  che i libri e gli spettacoli costano molto.

    Quel che costa molto  è lo spazio per conservarne le spoglie.

    Una prece.

    Mi piace

  27. amfortas 27 dicembre 2009 alle 9:26 am

    Gabrilu, sì, sono i programmi di sala delle opere e musical a cui ho assistito quest’anno: manca il recital della Devia a Gorizia, mentre nelle recensioni manca quella del Rocky Horror, che ho saltato perché il giorno dopo c’è stato il terremoto nelle Marche.
    Avevo fatto anche l’anno scorso un albero simile, eccolo qui:

    Butatre via i programmi di sala? Peccato mortale! Pentiti!
    Anch’io lotto con lo spazio, a casa, proprio ieri ho cercato di fare un minimo di ordine, con risultati sconfortanti.
    Ciao e buona domenica.

    Mi piace

  28. utente anonimo 27 dicembre 2009 alle 1:42 pm

     
    CASSANDRO
     
    Io non ho la tua capacità, Amfortas, di fare doni musicali agli egregi tuoi commentatori postando oltre che ben calibrate recensioni, anche interessanti file musicali.
     
    Ciò stante debbo limitarmi a ciò che conosco (e che è molto poco) nel campo del do, re, mi, per cui mi limito ad inviare una “fotografia in versi” semiseria del pubblico che assiste ai concerti di musica classica (io mi limito ad ascoltare questa, quando non mi distraggo, pur se penso che una situazione analoga può forse verificarsi anche durante le rappresentazioni liriche), nella speranza che quanto evidenziato non disturbi la sensibilità di chi giustamente sta attento sia ai Concerti in do, sia Alla fanciulla del West.
     
    Volendo c’è pure un piccolo riferimento al buon uso del programma. Ancora auguri.
     
     
       IL PUBBLICO DEL CONCERTO           
     
    C’è chi al concerto dorme e chi guarda
    estasiatamente il soffitto,
    chi a leggere il programma si attarda
    . . . e sottolinea a volte anche lo scritto.
     
    Per non parlar di chi smuove la testa
    al ritmo del pezzo eseguito
    e chi si porta alla bocca lesta
    la mano per sbadiglio, ahilui, sfuggito.
     
    Degli altri, ecco, alcuni stanno attenti
    . . . a non gualcir la giacca o il paltò
    poggiati sulle gambe . . . ai movimenti
     
    leggeri del vicino, il quale, oh,
    si è preso il bracciolo . . . e alfine, senti!
    . . . puranco a questo bel Concerto in do.
     
    Pure un incolto c’è che scrive . . . Oddio! . . .
     
    Chi sia non domandate: sono io.
     
    (Cassandro)
     

    Mi piace

  29. utente anonimo 27 dicembre 2009 alle 1:46 pm

     
    CASSANDRO
     
    Io non ho la tua capacità, Amfortas, di fare doni musicali agli egregi tuoi commentatori postando oltre che ben calibrate recensioni, anche interessanti file musicali.
     
    Ciò stante debbo limitarmi a ciò che conosco (e che è molto poco) nel campo del do, re, mi, per cui mi limito ad inviare una “fotografia in versi” semiseria del pubblico che assiste ai concerti di musica classica (io mi limito ad ascoltare questa, quando non mi distraggo, pur se penso che una situazione analoga può forse verificarsi anche durante le rappresentazioni liriche), nella speranza che quanto evidenziato non disturbi la sensibilità di chi giustamente sta attento sia ai Concerti in do, sia Alla fanciulla del West.
     
    Volendo, c’è anche l’indicazione di un buon utilizzo del programma. Ancora auguri.
     
     
       IL  PUBBLICO  DEL  CONCERTO
            (Attenti sì e no: più no che sì?)           
     
    C’è chi al concerto dorme e chi guarda
    estasiatamente il soffitto,
    chi a leggere il programma si attarda
    . . . e sottolinea a volte anche lo scritto.
     
    Per non parlar di chi smuove la testa
    al ritmo del pezzo eseguito
    e chi si porta alla bocca lesta
    la mano per sbadiglio, ahilui, sfuggito.
     
    Degli altri, ecco, alcuni stanno attenti
    . . . a non gualcir la giacca o il paltò
    poggiati sulle gambe . . . ai movimenti
     
    leggeri del vicino, il quale, oh,
    si è preso il bracciolo . . . e alfine, senti!
    . . . puranco a questo bel Concerto in do.
     
    Pure un incolto c’è che scrive . . . Oddio! . . .
     
    Chi sia non domandate: sono io.
     
    (Cassandro)
     
     

    Mi piace

  30. utente anonimo 27 dicembre 2009 alle 6:54 pm

     CD – Non è il mio blog, quindi dovresi astenermi da giudizi, ma trovo carina la poesia di Cassandro, che, credo, esprima bene certe sensazioni che si provano a teatro, col giusto umorismo e la giusta ironia…

    Caro Amfortas, spendo due parole (perchè tre sarebbe fiato sprecato) sull’orrendo schiaccianoci visto al teatro Regio di Torino! Ballerini incertissimi che cadevano ripetutamente! E in buca un velocista che imprimeva al tutto una velocità disarmante col risultato di far suonare l’orchestra del regio (ma era lei??) come una banda di paese alle prese con Wagner! Ma lo sconcerto maggiore veniva dai ripetuti e prolungati appalusi… 

    In tema di regali, ho molto apprezzato le "perle" callassiane.

    Spero di contribuire con una piccola notizia: a Genova, ad Aprile, ci sarà la ripresa del Tristano e Isotta, spettacolo magnifico (giudizio personale) già apparso nel capoluogo ligure alla fine degli anni ’90. Ne ho un ottimo ricordo. Vedremo se il maestro designato, Gelmetti, riuscirò ad entusiasmarmi al conrario di quanto fece nella stessa opera a Roma alcuni anni or sono…

    Per chi è interessato e non abita troppo lontano dal confine, a Gennaio a Nizza due recite di Parsifal.

    Cordiali saluti di Felice Anno nuovo!

    Mi piace

  31. amfortas 27 dicembre 2009 alle 7:02 pm

    Cassandro, ti ringrazio molto per la bellissima composizione poetica, che come vedi è stata apprezzata anche dall’amico CD, che ci porta notizie di ballerini non in formissima e orchestre…forse ancora troppo prese dalle libagioni?
    E poi Cassandro ogni volta che passa lascia il segno!
    Quel Tristan non lo conosco, chissà che non ce la faccia a vederlo, questa volta.
    Saluti a tutti, mi devo riprendere ancora dalla terribile trasmissione di ieri sera…spero che mamikazen abbia passato la notte tranquillamente 🙂

    Mi piace

  32. sangervasio 28 dicembre 2009 alle 4:23 am

    grazie amfortas come sempre

    Mi piace

  33. amfortas 28 dicembre 2009 alle 12:18 pm

    Sangervasio, ciao e auguri 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: