Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Francesca da Rimini al Teatro Verdi di Trieste: recita del 27 aprile, avec Marcello Giordani.

Il motivo per cui questa recensione semiseria arriva in ritardo è indicativo del mio progressivo decadimento mentale, del quale peraltro voi che mi leggete siete al corrente da tempo.
Dovevo, infatti, recensire la recita di venerdì scorso ma siccome sono particolarmente brillante mi sono scordato che lo spettacolo – era il Venerdì Santo – sarebbe cominciato alle 16 e non alle 20.30 come di consueto. Perciò mi sono presentato al Verdi alle 19, suscitando l’ilarità delle maschere che pensavano fossi il nuovo custode notturno (strasmile). Transeat.
Originariamente la parte tenorile di Paolo il Bello, in questa Francesca da Rimini al Verdi di Trieste, avrebbe dovuto essere interpretata da Andrew Richards. Alla prima di cui ho riferito qui, è stato il tenore del secondo cast, Carlo Barricelli ad andare in scena e salvare la recita dopo le consecutive defezioni, dovute a motivi diversi, di Viktor Afanasenko e Svetan Michailov. Diciamo che i motivi diversi non erano una loro straordinaria forma vocale, ecco (smile).
Non è facile trovare un tenore che abbia in repertorio una parte così difficile e desueta e il Verdi di Trieste, dopo febbrili ricerche, è riuscito a ingaggiare per tre recite un nome di prestigio e cioè Marcello Giordani, che si è reso protagonista di una prova di discreto livello.
Indubbiamente il tenore ha la struttura tecnica e lo strumento adatto per la parte e fa valere una grande presenza scenica, tuttavia mi sarei aspettato qualche nuance interpretativa che caratterizzasse meglio il personaggio.
Dal punto di vista vocale Giordani è stato incisivo soprattutto nel secondo atto, sia nella sortita sia nel serrato dialogo con Francesca che precede la battaglia, mentre nel lungo e celebre duetto del terzo atto (Benvenuto signore mio cognato) pur mantenendo un appropriato tono virile – e con la grande frase nemica ebbi la luce, amica ebbi la notte molto incisiva – il canto è mancato di seduzione e abbandono.
Bene invece il finale, anche dal punto di vista attoriale.
Nel complesso il rendimento di questa recita è stato sovrapponibile alla prima per quanto riguarda il resto della compagnia di canto, mentre sicuramente superiore – ed era facile prevederlo – è stata la prestazione dell’Orchestra del Verdi di Trieste guidata da Fabrizio Maria Carminati. In particolare il direttore ha trovato il giusto ampio respiro orchestrale per valorizzare lo splendido finale del primo atto.
Confermo l’ottimo giudizio sull’allestimento di Giancarlo Del Monaco, che probabilmente sarebbe ancora più godibile su di un palcoscenico che consenta lo snellimento dei tempi dei cambi di scena nel terzo e quarto atto.
Avendo già visto l’opera alla prima mi sono concentrato di più anche sulle parti minori, e devo dire che un plauso convinto per questi artisti debba essere ribadito.
Il pubblico, in quest’occasione più numeroso della prima anche se il tutto esaurito è rimasto assai lontano, ha apprezzato tutta la compagnia artistica.

Annunci

4 risposte a “Francesca da Rimini al Teatro Verdi di Trieste: recita del 27 aprile, avec Marcello Giordani.

  1. Luca 30 aprile 2011 alle 10:04 am

    Ciao Paolo, ho visto la polemica su OperaClick con Carlo Bosi, ma che gli è preso??? Hai fatto bene a rispondergli con ironia, complimenti, io non ne sarei stato capace!
    Ci sei a Bologna?

    Mi piace

    • amfortas 30 aprile 2011 alle 12:17 pm

      Luca, credo che Bosi fosse arrabbiato per qualche critica negativa ricevuta nel forum o su altri siti. Da arrabbiati o comunque alterati sarebbe sempre meglio NON scrivere, perché il 90% delle volte ciò che scrivi ti si rivolta contro.
      Così è stato, amen.
      Mi spiace soprattutto perché sostenevo le sue tesi, e comunque se non sta bene essere attaccato a lui, figurati se sto zitto io…
      Ciao.

      Mi piace

  2. sally brown 2 maggio 2011 alle 10:31 am

    ole amphy
    by malmostosa

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: