Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Sono stato nominato.

Se l’opera lirica diventa opera buffa

di Marco Filoni

Che l’opera lirica sia noiosa è opinione diffusa. Soprattutto fra chi non l’ha mai vista. Ma ancor peggio sono gli ineffabili “critici” – e qui i pregiudizi popolari hanno qualche ragione. Si può parlare della lirica senza esser pedanti, magari persino divertendo? Sì, e la prova è il blog Di tanti pulpiti. Scritto da Paolo Bullo, esercita il suo giudizio con “episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie, sempre tra il serio e il faceto, naturalmente”, come recita l’home page (amfortas.wordpress.com). Letture interessanti anche per neofiti o per chi non è un grande appassionato: c’è comunque di che incuriosirsi. E indignarsi per le sempre più precarie risorse dei teatri lirici. Come il Verdi di Trieste che, però, scrive ironico il critico, offre perle: “I pochi intimi che hanno visto l’ultimo spettacolo al Verdi, hanno potuto godere della vista di Giorgio Albertazzi seminudo, son cose che lasciano il segno e non hanno prezzo”.

06.04.2012

La citazione è tratta dalla rubrica Bar Web dell’inserto “Venerdì” del quotidiano Repubblica e mi è stata segnalata dal mio amico Giuliano.
Il trafiletto compare sotto a una foto del ministro Fornero, colta in uno dei rari momenti in cui non piange.
Io non ne sapevo nulla ma m’ero accorto che le visite al blog avevano subito un’impennata paurosa, al momento mi sono pure spaventato.
Ringrazio ovviamente Mr.Filoni, si scrive per essere letti e magari apprezzati, non si sa mai. E poi scrivere di lirica senza essere pedanti e magari divertendo è l’unico mio proposito, come ben sanno tutti coloro che mi seguono dai tempi di Tiscali.

Mi preme però sottolineare che io non sono che un critico e quindi tutte le richieste di audizioni ecc ecc che mi stanno arrivando via mail non possono essere soddisfatte perché non faccio il talent scout.

Ora il problema è: diventerò famoso? Se sì, sposerò un calciatore? O mi devo accontentare di fare la velina single?

Intanto per la prossima Bohème a Trieste c’è stata la prima sostituzione. La parte di Mimì non sarà cantata da Rossana Potenza ma da Alexia Voulgaridou.

Beh, ancora auguri a tutti.

Annunci

32 risposte a “Sono stato nominato.

  1. laura codirosso 7 aprile 2012 alle 1:29 pm

    Be’, non per niente il tuo blog è nella mia barra preferiti, probabilmente per l’alto tasso di autoironia segnalato dal mio sensibilissimo contatore tutte le volte che mi avvicino.
    Una preghiera: sposa chi vuoi, ma non rifarti niente.

    Mi piace

  2. principessasulpisello 7 aprile 2012 alle 1:49 pm

    Complimenti! Posso farti sentire la MIA Regina della Notte?

    Mi piace

  3. lapodelapis 7 aprile 2012 alle 1:59 pm

    io lo sapevo che te. ecco, sì, io lo sapevo da tanto.

    Mi piace

  4. Silvano Giuseppe Bernasconi 7 aprile 2012 alle 4:52 pm

    L’Opera s-buffa ! sì, *siamo alla decadenza dei costumi” è il caso di dirlo …non sono moralista ma questa ostentazione del pseudo-originale (apprezzo il tono ironico del critico che inizia; “I pochi intimi…”) provoca in me l’effetto contrario…mi sprona a scrivere ogni tanto vere opere buffe …ah ah ah !

    Mi piace

  5. alucard4686 7 aprile 2012 alle 6:23 pm

    Bravo Amfyyyyy (come ti chiamo sempre amorevolmente).
    Vestito da Velina ti ci vedo proprio, mentre ti strusci sul Gabibbo (toh, ti ho già fornito la battuta), ma ricorda che prima hai una Cio-cio san in sospeso ! 😉
    Se non ricordo male la Alexia Voulgaridou era già segnata come prima Mimì, e la Potenza era nel secondo cast, poi promossa e ora scomparsa ! Peggio di Beautiful !
    A venerdì 😀

    Mi piace

  6. biondasirocchia 8 aprile 2012 alle 2:05 pm

    Splendido. A proposito, ti nomina anche Mattiucci, ho visto. Grazie per avere segnalato il libro, preso in giornata e già mangiato. Unico appunto negativo: troppo breve. Spero nel seguito. Mi ha afatto anche piacere constatare che penso esattamente come lui, tranne in un caso: Dunque: o sono un buon critico anche io (pur facendo la prof. di Greco), oppure siamo pessimi entrambi (ma fa sempre piacere essere in buona compagnia).
    Ciaoo!

    Mi piace

  7. amfortas 8 aprile 2012 alle 4:48 pm

    Laura, una cosa dovrei rifarmi: la schiena, mannaggia :-). Chissà se ne vendono di nuove, da qualche parte…per il resto sono assolutamente genuino e, credimi, si vede!
    Ciao e grazie :-9
    Marina, per te potrei fare un’eccezione sai?
    Ciao 🙂
    Lapo, no, non sono gay 🙂 [‘mazza nello scrivere sei più prolifico di un coniglio fatto di Viagra, vorrei un cent per ogni mail che m’avvisa di un tuo post nuovo]
    Ciao!
    Silvano, qua è tutto un ostentare, spesso si ostentano miserie e non sarebbe il caso…eppure lo fanno, e spesso. Meglio, decisamente, un po’ di sana autoironia come dice la saggia Laura qui sopra.
    Ciao e grazie!
    Alu, ormai il giorno del nostro incontro è vicino. Sarà un bene? L’immagine di me strusciante sul Gabibbo è repellente, la adoro, quindi.
    Mi sa che sulla Vougalridou hai ragione.
    A presto!
    Bionda, Mattioli, non Mattiucci :-). Sì, intratteniamo una sparuta corrispondenza e ci siamo conosciuti a Venezia. Romantico, vero? Mi ha messo nei ringraziamenti, ma credo che si sia confuso 🙂 (mai avrei pensato di leggere Mirella Freni e Paolo Bullo sulla stessa riga, diciamolo).
    Sulla tua ipotesi: tendo a pensare che siate pessimi entrambi 🙂
    Ciao e grazie.
    P.S.
    Tutti i commenti sul libro mattiolesco sono letti dall’autore stesso, che ne terrà debito conto.
    >

    Mi piace

    • biondasirocchia 10 aprile 2012 alle 4:43 pm

      O, caspiterina, ho sbagliato il nome. Chiedo venia all’autore, se,come dici, legge questi commenti. In ogni caso sappia che avere letto i ringraziamenti, le note di copertina e persino il timbro della stamperia significa un po’ come quando il dolce è troppo buono e ci si mette a succhiare il cucchiaino sperando di cavarne ancora qualcosa… Mi capita solo con Simenon, e alcuni post di bloggers che non nomino …

      Mi piace

      • amfortas 10 aprile 2012 alle 5:39 pm

        bionda, legge, legge. Sai che Simenon piace tanto anche a me? Più il romanziere che il giallista, diciamo così. Trovo – non sono certo il solo – che alcuni suoi romanzi siano straordinari. Ricordo ancora, tra gli altri, la grande emozione che mi diede la lettura di “La camera azzurra”, che credo sia il libro che ho regalato di più assieme al “Ritratto di Dorian Gray”. Belli i tempi in cui mi cimentavo anche in recensioni letterarie…ora non ho più tempo.
        Ciao e grazie!

        Mi piace

  8. Giorgia (@giochini) 8 aprile 2012 alle 5:57 pm

    Ebbravo Paolo!
    Comunque ‘sta storia che l’opera sia roba noiosa deve finire, «opinione diffusa» un par de ciufoli! A crederci sono rimasti solo quelli che non sono mai stati in un teatro. Peggio per loro.

    Mi piace

  9. Maura 8 aprile 2012 alle 6:14 pm

    Caro Dott.Bullo, La seguo da sempre e mi sono spesso chiesta come mai la trasmissione di Stinchelli non La prenda in considerazione per una collaborazione dal momento che mi sembra che il suo stile e quello della “Barcaccia” siano simili. La ringrazio anche per la segnalazione del bel libro di Alberto Mattioli, che leggo sempre su “Classic Voice”. Mi sono molto divertita perché anch’io sono una “operainomane”. Questa è la prima volta che intervengo sul Suo blog, vorrei però scriverLe in forma privata. Come posso fare?
    Buona serata e complimenti per il suo lavoro.

    Mi piace

  10. amfortas 8 aprile 2012 alle 7:09 pm

    Giorgia, tenkiu, sottoscrivo tutto, soprattutto il “peggio per loro”. E poi, come diceva uno a suo tempo, meno siamo meglio stiamo 🙂
    Ciao e grazie.

    Mi piace

  11. amfortas 8 aprile 2012 alle 7:16 pm

    Maura, ti ringrazio – scusa il tu informatico – per le belle parole e la lunga militanza.
    Per quanto riguarda la Barcaccia, non credo davvero che abbiano bisogno di rinforzi :-), anche perché la trasmissione è già un covo di triestini! L’impiccione viaggiatore Andrea Merli e ultimamente anche il regista Oscar Cecchi, che se ne farebbero di uno problematico come il sottoscritto?
    E poi non sono all’altezza, anche se è vero che da un certo punto di vista Enrico&Michele sono i miei “maestri”, l’ho pure scritto qualche volta.
    Con Enrico, poi, ci scazzottiamo metaforicamente già su OperaClick 🙂
    Scrivimi qui: amfortasloge@tiscali.it
    Ciao e grazie-

    Mi piace

  12. Gabriella 9 aprile 2012 alle 11:33 am

    Grazie al Venerdì di Repubblica ti ho scoperto e aggiunto ai miei blog preferiti! La musica (barocca) è l’altra mia grande passione, oltre alla poesia e alla montagna. Complimenti!

    Mi piace

  13. amfortas 9 aprile 2012 alle 4:51 pm

    Gabriella, beh, anche a me piace molto la montagna, quindi abbiamo ben 2 passioni comuni.
    Grazie per le belle parole, ciao 🙂

    Mi piace

  14. margot 10 aprile 2012 alle 9:08 am

    Se anche non sposerai un calciatore potrai sempre partecipare a L’isola dei famosi o a Ballando con le stelle. Oppure potrai fare il giudice a X-Factor. Pagherei per vederti in un programma del genere!!! E anche vederti ballare col Gabibbo non sarebbe male…
    :p

    Mamargot

    P.S. Bravo!!! 🙂

    Mi piace

  15. amfortas 10 aprile 2012 alle 5:34 pm

    mamargot, francamente non riesco a pensare a nulla di più ributtante di me che ballo. Pagherei anch’io per vedermi, credimi.
    Davvero è un’immagine inquietante…ciao 🙂

    Mi piace

  16. Pingback:Don’t be defeatist, dear, it’s very middle-class. | _________________

  17. IRIS 11 aprile 2012 alle 7:32 am

    Caspiterina……a questo punto avrei un paio di domandine:
    1 – Posso dire ai miei amici che “conosco” un tizio famoso? Posso, eh, posso? Dai, ti prego, ti prego………
    2 – Posso continuare a scrivere idiozie in questa “piazza virtuale” o devo assumere un tono piu’ consono, piu’ “serioso”?
    COMPLIMENTONI!
    IRIS

    Mi piace

    • amfortas 11 aprile 2012 alle 10:53 am

      IRIS, ciao, bentornata da queste parti. A domanda risponde:
      1) Sì, puoi, ma se poi ti prendono per il culo non prendertela con me.
      2) Devi continuare, e se lo fai in tono serioso ti cancello il commento.

      Ciao e grazie 🙂

      Mi piace

  18. flipper 11 aprile 2012 alle 7:53 pm

    …Un musicista, che tanto tempo fa suonava il filicorno baritono, sarà sicuramente contento…….

    Mi piace

  19. Mauro 12 aprile 2012 alle 12:11 pm

    Io l’audizione te la chiederei in camera da letto: sei troppo bono!

    Mi piace

  20. amfortas 12 aprile 2012 alle 3:03 pm

    Urca, speriamo davvero che quel musicista di cui sopra non possa vedere e leggere…me ne vado anch’io pensando “che tempi signora mia”…

    Mi piace

  21. Pingback:Recensione abbastanza seria della Bohème di Giacomo Puccini al Teatro Verdi di Trieste. « Di tanti pulpiti.

  22. gabrilu 22 aprile 2012 alle 10:17 pm

    Uffa. Arrivo sempre in ritardo.
    Ma spero di poter egualmente dire che
    a)sono contenta 🙂
    b) che ci hanno perso tempo, ad accorgesene che sei que che sei

    (poi, per il resto, le suggestioni del post e dei successivi commenti sono infinite. Ma i blog sono quel che sono. E per tua e nostra fortuna non permettono che ci si dilunghi più di tanto)

    Mi piace

    • amfortas 23 aprile 2012 alle 7:28 am

      gabrilu, questo è davvero uno di quei casi per cui non è mai troppo tardi, anche perché la notizia non è fondamentale per la vita di nessuno, anche se a me, ovviamente, ha fatto molto piacere.
      Il motivo principale della mia soddisfazione è che molte persone continuano a leggere il blog. Per coloro come me e te, che scrivono ogni tanto, senza troppe ansie e/o ambizioni è il riconoscimento più importante.
      I commenti? Beh, anche qui sono soddisfatto! Già il fatto che questo blog non sia moderato è una piccola vittoria. Certo, qualche volta mi viene la tentazione…ciao e davvero grazie per le tue considerazioni che so essere sincere.

      Mi piace

  23. Pingback:Don’t be defeatist, dear, it’s very middle-class. | Will that be all?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: