Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Date epocali.

Questa foto è stata scattata il 7 giugno 1955, nella sala parto del Sanatorio Triestino.

Si era sparsa la notizia che stava per venire alla luce un curioso neonato e molti non seppero resistere alla tentazione di partecipare all’evento.In realtà il sorriso scomparve dai volti di queste persone piuttosto velocemente, tanto che si rivolsero ad una medium per capire come fare per tornare indietro nel tempo e far sì che di quell’evento non restasse traccia ai posteri, come testimonia efficacemente quest’altra foto d’epoca.Purtroppo il rimedio non funzionò e le reazioni non furono propriamente di gioia.
Qui sotto, solo per fare un esempio, ecco come prese Maria Callas la notizia che il tentativo di tornare indietro nel tempo e quindi cancellare l’infausta nascita era fallito.In effetti era nato un nuovo mostro, particolarmente repellente.

Potete vederlo qui, ritratto il giorno del suo primo compleanno, vicino ad un orrido pupazzo antropomorfo che nonostante lo sguardo assente esprime crudeltà e ferocia:

Da quei giorni sono passati ben 57 anni. Auguri elefantino!

Un saluto a tutti.

Annunci

57 risposte a “Date epocali.

  1. biondasirocchia 7 giugno 2012 alle 7:56 am

    Auguri! W i mostri repellenti!

    Mi piace

  2. patrizia 7 giugno 2012 alle 8:10 am

    Auguri tanti, ma basta mostri, ti prego!!!

    Mi piace

  3. marisa 7 giugno 2012 alle 8:20 am

    Sbaglio o c’è già un pianoforte pronto a farsi strapazzare dal “piccolo mostro?” 🙂
    Auguri carissimi, comunque.

    Mi piace

  4. adriana 7 giugno 2012 alle 8:41 am

    😀 Che modo delizioso per farsi augurare Buon Compleanno!
    😉 Fossero tutti come te, i mostri..
    :-/ Del resto, lo sai bene che, etimologicamente, monstrum significava un un che di divino, che esula dal normale, qualcosa che lascia attoniti, sbigottiti.. un prodigio, in parole povere.
    🙂 Proprio come te.. Auguri!

    Mi piace

  5. lapodelapis 7 giugno 2012 alle 9:34 am

    hai un modo… personale, ecco.

    Mi piace

  6. giuliano 7 giugno 2012 alle 9:35 am

    va beh, a questo punto voglio la foto dell’elefantino OGGI.
    (il pupazzo antropomorfo ogni tanto lo vediamo qui sul sito, ma l’elefantino???)
    va beh, auguri!!!
    🙂

    Mi piace

  7. IRIS 7 giugno 2012 alle 10:15 am

    Anche da Brescia, tanti auguri!!!!
    Sei il mio amico “virtuale” (non immaginario) migliore di tutti (e per giunta famoso…..)
    Un abbraccio
    Iris

    Mi piace

  8. principessasulpisello 7 giugno 2012 alle 2:29 pm

    Si colmi il calice
    Di vino eletto;
    Nasca il diletto,
    Muoia il dolor.
    AUGURI!

    Mi piace

  9. laura codirosso 8 giugno 2012 alle 7:17 am

    Sei l’unico bambino della mia generazione che la classica foto del primo compleanno l’ha fatta seduto non AL, ma SUL tavolo della torta.
    Un segno? 😉
    In ritardo, tanti auguri!
    Laura

    Mi piace

  10. amfortas 8 giugno 2012 alle 8:40 am

    Laura, sin da bambino ho preferito vedere un orizzonte ampio, sai com’è, i pericoli non si evitano ugualmente ma almeno si notano prima…
    Ciao e grazie 🙂

    Mi piace

  11. giuliano 8 giugno 2012 alle 8:42 am

    però, scherzi a parte, in rete ci sono un sacco di foto di gente che replica da adulto le foto fatte da bambino. Penso che potresti farlo anche tu, se hai ancora l’elefantino, ma dovresti procurarti un tavolo molto robusto…
    🙂

    Mi piace

  12. Furio 8 giugno 2012 alle 6:00 pm

    Auguroni!
    Sono capitato sul blog interrompendo per un attimo lo studio delle “Opere liriche spiegate al popolo” del Dolcetti.
    Seguendo la tradizione “semiseria” regalo a te e ai “blogghisti” che l’avessero dimenticata la sua versione del terzo indovinello della “Turandot”:

    “Cossa xe” – la ge disi – “quela roba / che se i lassa tocàrla, la se ingrossa / e la va in alto dàndoghe una scossa / a l’omo, che xe frito?” .-
    El Principe rispondi: – “Xe l’afìto!”
    E i sapienti ripeti: – “Afìto!, afìto!” –

    Ciao!

    Mi piace

  13. annaritaverzola 9 giugno 2012 alle 7:57 am

    In ritardo, ma calorosissimi auguri e complimenti per l’oramai mitica originalità! 🙂

    Mi piace

  14. CASSANDRO 9 giugno 2012 alle 8:46 pm

    CASSANDRO

    Non diamoci troppe arie, Am!
    “Mostro”, come ben sai, deriva da monstrum: ‘prodigio, portento, cosa degna di essere mostrata’ . . . e quindi . . . va be’ va be’! . . . per questa volta transeat!Auguri di cuore!

    Mi piace

    • amfortas 10 giugno 2012 alle 8:21 am

      CASSANDRO, grazie degli auguri :-). Sì sì lo so che mostro è esagerato nel mio caso, ma ero talmente emozionato per il genetliaco che non ho trovato un vocabolo più umile…sarà per l’anno prossimo, speriamo!
      Ciaoe grazie 🙂

      Mi piace

  15. Enrico 10 giugno 2012 alle 12:11 pm

    Tanti auguri! Come regalo che ne diresti del Don Giovanni con Siepi (DVD, e se non sbaglio risale proprio al 1955)? Se non ce l’hai te lo cerco qui a Shanghai, dovrei riuscire a trovarlo nei 2-3 negozietti che bazzico…

    Mi piace

    • amfortas 11 giugno 2012 alle 8:59 am

      Enrico, ciao e scusa del ritardo col quale rispondo. Non sapevo che fossi a Shanghai, sei lontanino eh? 🙂 Comunque ti ringrazio molto ma quel DG ce l’ho già e poi i regali me li fate già, tu e voi tutti, seguendo con tanta assiduità il blog. Dico davvero, ne sono assai orgoglioso.
      Ciao! 🙂

      Mi piace

  16. CASSANDRO 10 giugno 2012 alle 3:40 pm

    Rileggendo i commenti mi sono accorto, Amfortas, che quello che poco fa ti ho mandato è quasi analogo a quello (assai più gentile in verità) di Adriana: pur avendoli letti tutti purtroppo proprio quello mi è sfuggito (mi sento come uno di 57 anni!).

    Chiedo scusa pertanto del bis in idem. Per farmi perdonare, sperando di non commettere una seconda gaffe, ti invio una composizione un poco in tema, sia con riferimento all’ambiente che sei solito frequentare per motivi di lavoro e di piacere, sia con riferimento al tema del tuo post, all’avanzare dell’età cioè e relativa vita media (nel luogo in cui si svolge la mia considerazione uno della tua “mostruosa” età, come pure forse saprai, viene considerato come uno appena svezzato).

    Grazie sempre per i tuoi bei post, che leggo con interesse, anche se non posso commentarli non avendo adeguate frecce all’arco. Ho imparato però a seguire con maggiore attenzione le opere in forma di concerto (Ah, come mi piacerebbe leggere, dopo averne ascoltato qualcuna qualche tua “recensione semiseria”!)

    Ancora auguri di tanta bella vita davanti a te.

    PROVE DI VITA MEDIA

    Ben 5 anni in più la donna vive
    rispetto all’uomo . . . lui 79,
    84 lei. Quello che scrive
    di tal statistica cerca le prove,

    e spera, ovvio, che sia sbagliata.
    Fosse perché l’ha fatta dopo Dio,
    avendo la sua arte migliorata,
    l’ha costruita più perfetta? Io,

    comunque, a contestare tutto ciò
    ci provo, però senza risultato,
    perché pur se per via andando ho
    sensazione che ben strutturato

    è l’uomo adulto, quando a sera vado
    ad un concerto ho la prova che
    assai assai di più la donna è in grado
    di sopravvivere al compagno, ahimè!

    Al minimo, qui senza “ma” e “se”,
    sta il rapporto, eh sì, da uno a tre

    . . . no, anzi, a quattro o cinque. E che è ?!

    (Cassandro)

    Mi piace

    • amfortas 11 giugno 2012 alle 9:08 am

      CASSANDRO, grazie per la poesia, arguta e divertente.
      Chissà, un giorno potrei anch’io scrivere le mie recensioni semiserie in rima, tanto peggio di come già sono non potrebbero risultare. Pensa un tenore che dovesse leggere una cosa del genere:

      D’intonazione immacolata
      Nella parte del pastore
      Discreto fu il tenore
      ma al momento dell’acuto
      In molti gridaron aiuto!

      E pensa che per partorire questa cagata ci ho messo 10 minuti.
      Direi meglio che resti alla prosa, no? 🙂

      Ciao e grazie!

      Mi piace

  17. vitty 11 giugno 2012 alle 9:01 am

    Caro Amfortas,in ritardo ,ma pieni di sincero affetto,ecco anche i miei auguri per il tuo compleanno! Un giorno davvero importante nella vita di ognuno di noi.

    Non sono brava a comporre versi,nè a inventare frasi di effetto. Perciò sono andata a cercare qualcosa di carino e leggero che accadde in quell’anno. Spero ti farà piacere sapere che :

    il 1955 per l’Italia può
    considerarsi l’anno della rivoluzione dei costumi
    grazie, soprattutto, alla nascita della “FIAT 600”

    La televisione, siimpone prepotentemente proprio in quell’anno.
    i televisori nelle famiglie italiane passano dai
    170.000 del 1954 ai 350.000 facendo cambiare di
    colpo le abitudini delle famiglie.
    Il costo di un apparecchio, 160/180.000 lire,
    non è certo trascurabile tenuto conto che lo
    stipendio di un operaio è di circa 40.000 lire mensili,
    che la tazzina di caffè costa 40 lire, il pane 150
    lire al chilogrammo e la carne 1200 lire al
    chilogrammo. La benzina, invece, giunge a 138 lire
    al litro.

    Gli italiani, però, sono disposti a qualsiasi
    sacrificio per accaparrarsi il magico cinescopio ed
    ancor più quando Mike Bongiorno lancia il mitico
    “Lascia o raddoppia?” , il quiz televisivo più popolare
    di ogni epoca che fa sognare ogni italiano anche
    per l’entità dei premi messi in palio. Giulio Preziosi
    è il primo concorrente nella storia della televisione
    a guadagnare una vera fortuna per l’epoca: 2.560.000
    di lire.
    si impone tra gli italiani l’utilizzo
    delle radioline che, grazie alla “Sony”, raggiunsero
    un costo accessibile a tutte le tasche e degli scooters
    “Vespa” e “Lambretta” per chi ancora non poteva
    permettersi l’utilitaria.

    il “Festival di Sanremo fu trasmesso per la prima volta proprio nel 1955,fu vinto,anzi stra-vinto dalla
    coppia Claudio Villa – Tullio Pane che si aggiudicarono
    sia il primo che il secondo posto con “Buongiorno
    tristezza” e “Il torrente”.

    il “Giro d’Italia” venne vinto da Fiorenzo Magni,mentre il campionato di calcio fu vinto dalla Fiorentina.

    Questa non potevo ignorarla : nel
    campo della medicina una grande conquista venne fatta da Jonas Salk ed Albert Sabin che scoprirono il primo vaccino
    contro la poliomielite, destinato a salvare la vita
    di milioni di bambini.

    Ho volutamente tralasciato le notizie politiche e gli avvenimenti mondiali. Ma ti assicuro fu un anno molto,molto ricco di avvenimenti importanti! E del resto,come poteva non essere altrimenti dato che avevi deciso di nascere proprio quell’anno???? 🙂

    La foto che hai messo all’inizio delle persone che guardano
    attraverso quelle scale,è a dir poco fantastica!!!!

    Ancora auguri,e un bacio da una vecchia amica di blog! Smack!

    Mi piace

    • amfortas 11 giugno 2012 alle 9:14 am

      Vitty, ciao! Direi che nel 1955, anno della mia nascita, non poteva che vincere Sanremo una canzone intitolata “Buongiorno tristezza” :-), che dà l’idea di quella sventagliata di ottimismo necessaria alla sopravvivenza.
      Il mio amico BOB sarà contento che gli hai ricordato che la Fiorentina vinse uno scudetto, tra l’altro.
      Quanto alle foto, sono state ricavate da una splendida galleria che ho trovato qui.
      Ti ringrazio davvero molto per il passaggio, ciao!

      Mi piace

  18. Enrico 12 giugno 2012 alle 3:57 am

    Anche a Shanghai c’è attività operistica, seppur non paragonabile a quella dei teatri europei e americani. Il teatro di Shanghai dedicato anche all’opera, con una capienza di circa 1000 posti, propone una stagione di 3-4 opere all’anno. Si tratta per lo piu’ di selezioni da opere del grande repertorio, dato che l’organico di coro ed orchestra è alquanto ridotto (l’orchestra consta di 15-16 professori, ed è “rinforzata” da un pianoforte); nonostante cio’ la cosa funziona.
    Quattro anni fa vidi “La Traviata” e alla fine di questo mese probabilmente andro’ a vedere “Carmen”, con cantanti Cinesi. A Shanghai c’è anche un conservatorio di una certa importanza, diversi cantanti vi hanno studiato.
    Saluti!

    Mi piace

    • amfortas 12 giugno 2012 alle 7:15 am

      Enrico, sì sono al corrente (un po’) dell’attività a Shanghai, perché su OperaClick c’è un forumista che ogni tanto ci aggiorna, dal momento che lavora lì. Fammi sapere della Carmen cinese!
      Ciao 🙂

      Mi piace

      • Beppe 13 giugno 2012 alle 5:45 pm

        Auguri in ritardo…anzi in ritardissimo!!!!mi intrometto su queste ultime battute ma a fagiuolo sto facendo una ricerca sulla Cina e l’opera lirica….ma in Cina quando è stata eseguita la prima opera lirica…molti mi dicono che Pavarotti è stato il primo evento occidentale con la sua Turandot …ma non posso credere che prima non ci sia stato nulla….chissà

        Mi piace

      • amfortas 14 giugno 2012 alle 9:50 am

        Beppe, ciao e grazie per gli auguri. Non saprei aiutarti al momento con l’opera in Cina, ma mi sentirei di escludere che quella Turandot sia stata la prima rappresentata.
        Ciao!

        Mi piace

  19. alucard4686 15 giugno 2012 alle 6:10 pm

    Amfy, ma non eri a vedere la Vedova?

    Mi piace

  20. giuliano 21 giugno 2012 alle 9:01 pm

    55 commenti? direi che ne mancano due, eccone uno
    🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: