Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Com’è triste Venezia…

Lo so, ci sono notizie che non si vorrebbero mai sapere e quella che sto per darvi è una di queste.
Sapete delle mie scorribande al Teatro La Fenice nell’orrida Venezia, dove scattai tra l’altro la foto che campeggia lassù in occasione della Götterdämmerung di Wagner, per la regia di Robert Carsen.
Ancora Jayne Casselman alla Fenice.
Un teatro prestigioso che tra l’altro quest’anno presenta un cartellone operistico davvero interessante, per titoli e compagnie artistiche.
A leggerli di seguito, questi titoli, si rimane senza fiato, presi da un’incontenibile emozione.
Da settembre a giugno nientemeno che: Traviata, Rigoletto, Otello di Giuseppe Verdi, Tristan und Isolde di Richard Wagner, I Masnadieri ancora di Verdi, Il Barbiere di Siviglia di Rossini, La Bohème di Puccini, L’affare Makropulos di Leoš Janáček, Don Giovanni, Le Nozze di Figaro e Così fan tutte di Mozart, Madama Butterfly di Puccini e Carmen di Bizet! Ho detto cotica eh (smile)?
Bene, di tutto il programma lirico di quest’anno – e forse anche di qualcosa della notevole stagione sinfonica, vedremo – potrete leggere le cronache qui, sul blog “Di tanti pulpiti”.
Si comincia mercoledì prossimo con La Traviata, perciò il giorno dopo o quello successivo sarà già tempo di recensione semiseria.
Cavolo, non vedo l’ora di rimontare su quell’orribile accrocchio che chiamano people mover, spendere una fortuna per un piatto di spaghetti alle vongole scotti e difendermi dagli attacchi dei feroci gabbiani assassini lagunari. E, come se non bastasse, ho notato che mi stanno venendo gli occhi a mandorla, che peraltro mi donano.

Ne vedremo delle belle, ne ascolteremo di bellissime ma, soprattutto, ne leggeremo di terrificanti.

Un saluto a tutti, a presto (smile).

Annunci

7 risposte a “Com’è triste Venezia…

  1. amfortas 4 settembre 2012 alle 12:28 pm

    Marina, no no, non sono prevenuto :-), a Venezia ci vado sempre volentieri perché in media gli spettacoli sono sempre di buon livello. Scherzo solo un po’!
    Ciao 🙂

    Mi piace

  2. gabrilu 6 settembre 2012 alle 2:34 pm

    E noi qui siamo (plurale maiestatis) che a pie’ fermo attendiamo. 🙂
    Dimmi, dimmi di Venezia, che e’ ormai da qualche anno che mi risparmio ponti, ponticelli, canali puzzolemti,
    vongole di dubbia provenienza ed altre amenita’

    Mi piace

  3. amfortas 6 settembre 2012 alle 2:47 pm

    gabrilu, detto, fatto! Ciao 🙂

    Mi piace

  4. winckelmann 6 settembre 2012 alle 9:07 pm

    Beh, in bocca al lupo. Se poi una volta, stufo di spaghetti scotti, preferisci che nella corsa dal people mover alla Fenice ti lanci un panino come si lanciavano le borracce a Coppi e Bartali, non aver timore a chiedere.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: