Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Stagione sinfonica al Teatro Verdi di Trieste: recital del pianista Giuseppe Albanese.

La stagione sinfonica del Teatro Verdi di Trieste prevedeva un appuntamento con il giovane e già affermatissimo pianista Giuseppe Albanese, impegnato in un recital basato su tre capisaldi del pianismo romantico.

La serata, intitolata “Quasi una sonata” in riferimento a uno dei brani del programma, Al chiaro di luna (Sonata quasi una fantasia) di Beethoven si è risolta in uno straordinario successo, nonostante il pubblico, ahimè, non fosse quello delle grandi occasioni almeno nel pomeriggio di sabato, cui si riferisce questa cronaca.
Albanese, in ogni caso, può essere più che soddisfatto dell’accoglienza al Verdi in una giornata – e anche questo ha sicuramente avuto il suo peso in merito all’affluenza contenuta di pubblico – praticamente estiva.
Molto più numerosi gli spettatori alla prima di venerdì sera di cui trovate qui la recensione su OperaClick. Sicuramente la tappa triestina darà slancio alla diffusione del recital che l’artista ha appena inciso per la Deutsche Grammophon.DB-Albanese_cover
Il giovane pianista ha dimostrato una grande personalità oltre che un’eccellente tecnica. Troppe volte, anche a Trieste, abbiamo visto artisti capaci di notevoli virtuosismi ma poco empatici, freddi e quasi travolti da una meccanicità interpretativa che lascia un po’ sconcertati.
Al contrario, Albanese ha una grande comunicativa, una capacità di emozionare non comune. È bello da vedere oltre che da ascoltare. E, sia chiaro, questo feeling col pubblico non è certo frutto di facili effetti o di gigionate ma è il risultato dell’evidente gioia e partecipazione che lo stesso artista ha nel suonare. Direi, per farmi capire meglio, che Albanese suona e non si esibisce.
Dal punto di vista tecnico si apprezza la perizia del virtuoso che rimane però nell’ambito del rigore esecutivo e dell’espressività controllata eppure adrenalinica.
Davvero entusiasmanti i passaggi più infuocati del programma, penso in particolare all’Allegro che chiude la Fantasia in do maggiore Op.15 (Wanderer) di Schubert, per la quale trovo estremamente calzante una definizione di Pietro Rattalino: “un esempio di delirante immaginazione sonora che fantastica di effetti possibili sul pianoforte senza tener conto, se non in modo ipotetico, della possibilità di realizzarli”.
Eccellente però anche il rendimento nella celeberrima Al chiaro di luna di Beethoven, un brano che oltretutto, famoso (e popolare, si spera) com’è, è piuttosto esposto a confronti con i massimi interpreti dei tempi passati e anche dei contemporanei.
Equilibrata e convincente la lettura della pagina che ha aperto il concerto, La fantasia in do maggiore Op.17 di Schumann, nella quale Albanese ha brillato per l’intensa interpretazione dell’Adagio.
Come nella serata di venerdì Albanese, applauditissimo, ha concesso tre bis e, in particolare, mi fa piacere segnalare una sensualissima interpretazione di The man I love di George Gershwin.
Sul flyer (che potete trovare qui) che presentava il concerto lo stesso Albanese spiegava alcune originali scelte filologiche riferite al brano di Schumann.
Dopo aver ascoltato questo giovane talento, mi sono sembrate davvero appropriate le opinioni riportate sul libretto di sala da parte di due grandi musicisti e direttori d’orchestra: Jeffrey Tate (dotato di una tecnica formidabile e di originali idee musicali) e James Conlon (uno dei più straordinari pianisti italiani emersi negli ultimi anni).
Un saluto a tutti, alla prossima!

 

Annunci

2 risposte a “Stagione sinfonica al Teatro Verdi di Trieste: recital del pianista Giuseppe Albanese.

  1. Isabella 31 marzo 2014 alle 10:31 am

    Buongiorno Signor Bullo, grazie per il servizio che sta facendo al nostro teatro e alla cultura. Lei non può saperlo ma è stato al centro dei nostri discorsi tra amici sabato scorso. Vada avanti così!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: