Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Intervallo.

Cari tutti, in molti mi avete scritto (alcuni un po’ agitati per i fastidiosi problemi del passato) per chiedere i motivi del mio silenzio.
È tutto ok, sono solo molto impegnato con…la vita (strasmile).
Le recensioni semiserie e tutto il resto torneranno non appena avrò risolto problemi più urgenti.
Vi segnalo che è ora attiva la pagina Facebook del Teatro Verdi, sostenetela in tutti i modi e seguite anche l’account su Twitter, mi raccomando!

Teatro Verdi on Facebook

@TeatroVerdiTS

Un saluto a tutti.

Annunci

15 risposte a “Intervallo.

  1. lapodelapis 7 maggio 2015 alle 4:46 pm

    la vita è la cosa più impegnativa che ci sia, il resto son cazzate (dopo vita compreso). rido. stammi bene.

    Mi piace

  2. Giuliano 7 maggio 2015 alle 8:11 pm

    io invece sono un po’ impegnato con il girovita, una dura lotta. (non epica, s’intende)
    non ti ho voluto disturbare ma cominciavo a pensare di mandarti un punto interrogativo via mail…

    Mi piace

  3. Heldentenor 8 maggio 2015 alle 5:19 pm

    Auguri per tutto, non preoccuparti , la vita è una malattia incurabile, l’esito è infausto al 100 %, ma in attesa dell’inevitabile abbiamo tante scemenze con cui passare il tempo e divertirci, per fortuna hahahahahahah!!!!!!!!!!!!!!!.

    Mi piace

  4. SERGIO SESTOLLA 11 maggio 2015 alle 9:51 am

    Tanto per restare in linea con i tuoi commentatori “Auguri di cuore” . . . e vediamo se riusciamo a farti sorridere un poco, con questa “scemenza” in rima.

    DEL VINO A ME . . . !

    Prima spuntano i peli nelle orecchie
    e dopo un poco . . . pluff . . . i denti giù,
    le chances d’amore da parecchie
    si fanno poche, e poi . . . rien ne va plus!

    Ed i capelli? . . . Radi, lisci e bianchi,
    mentre crescono rughe ben profonde
    marcando viso e collo . . . ed occhi stanchi
    galleggiano in orbite ormai tonde.

    E infine . . . il tremolio alle mani,
    che nel bicchiere fa l’acqua tempesta:
    per bere . . . ah, che sforzi! . . . sforzi immani
    chè vibra . . . in disaccordo . . . anche la testa.

    Basta!!! . . . Del vino a me, perchè un po’ brillo
    sprofondi addormentato sul sofà,
    e poi, nascosto a voi, come un grillo
    balzi dall’altro lato . . . Au revoir!

    E non mi fate molto aspettare
    chè ancora a voi mi voglio accompagnare,

    la musica dolcissima spiegare,
    compreso Bach, che ben sa consolare!

    E no, no niente ferro, uhè, toccare!

    (Sergio Sestolla)

    Mi piace

  5. Amfortas 12 maggio 2015 alle 5:17 pm

    Un caro saluto a tutti e grazie.

    Mi piace

  6. Giuliano 12 maggio 2015 alle 5:49 pm

    un caro saluto a te, e grazie
    🙂

    Mi piace

  7. Bruno Spazzali 13 maggio 2015 alle 3:07 pm

    Un caro saluto da parte di Parsifal:Forza Paolo

    Mi piace

  8. PAOLO 1 giugno 2015 alle 2:18 pm

    Chissà perché hanno scritto “Cinema” sotto il titolo del Teatro Lirico G.Verdi ?

    Mi piace

  9. PAOLO 1 giugno 2015 alle 2:19 pm

    Sulla pagina Facebook, intendevo

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: