Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Sorpresa.

In molti mi hanno chiesto come mai non avessi ancora pubblicato la recensione del primo concerto della stagione sinfonica: il motivo è presto detto.
Paolo Possamai, direttore di Il Piccolo, quotidiano di Trieste, ha pensato di affidarmi uno spazio in cui parlare di musica sull’edizione online del giornale, nella sezione Blog d’autore.

Per me è un onore e un impegno, spero di essere all’altezza della situazione e della fiducia che mi è stata accordata.
Questo blog non morirà, anzi, spero che tragga nuova linfa vitale dal mio ulteriore impegno.
Qui la recensione (al solito un po’ strampalata) del concerto che ha aperto la stagione sinfonica triestina.

Per il momento un saluto a tutti e, come sempre, alla prossima!

Advertisements

20 risposte a “Sorpresa.

  1. lapodelapis 14 settembre 2015 alle 2:51 pm

    ottimo lavoro. fatti valere.

    Mi piace

  2. principessasulpisello 14 settembre 2015 alle 2:57 pm

    Complimenti a te e al giornale che ha dato spazio ad una vera critica, non “sponsorizzata”

    Mi piace

  3. Heldentenor 14 settembre 2015 alle 5:35 pm

    Era ora.

    Mi piace

  4. Ulisse 14 settembre 2015 alle 8:28 pm

    Congratulazioni!

    U

    Mi piace

  5. Roberto Mastrosimone 17 settembre 2015 alle 8:54 am

    Congratulazioni e in bocca al lupo!!! 🙂

    Mi piace

  6. Giuliano 17 settembre 2015 alle 12:55 pm

    …ti devo però segnalare che oggi all’ora di pranzo ero su Rai5 e il concerto di musiche verdiane (piacevolissimo) è stato interrotto dalla pubblicità – ma non in modo urbano, proprio da cretini. Bastava mezzo minuto, e la sinfonia dalla Forza del destino sarebbe terminata di suo; invece no, stroncata dagli spot.
    Questa gente andrebbe licenziata in tronco, non hanno la minima idea di cosa stanno facendo e di cosa stanno trasmettendo, e non passa giorno senza che ce lo ricordino, rovinando anche i piaceri più elementari. Rai 5 dovrebbe essere la rete per la gente istruita o che vorrebbe istruirsi, invece è abitata da questi funzionari analfabeti. Ogni centesimo che portano a casa come stipendio è rubato.
    Detto questo (che fare? se gli scrivi non ti prendono nemmeno in considerazione…), il tuo articolo è bello e molto adatto a un quotidiano. Manca solo un dettaglio: tu con che musica ti sei sposato?
    🙂

    Mi piace

    • Amfortas 17 settembre 2015 alle 7:08 pm

      Giuliano, ciao, è sempre un piacere leggerti.
      La pubblicità purtroppo è (insieme a Facebook) una delle peggiori catastrofi del momento, guarda cos’è diventata la Rete: è praticamente impossibile giostrarsi tra pop-up et similia e perciò, anche qui su Internet, siamo diventati un target appetibile per chiunque abbia qualcosa da vendere. Con il touch screen poi è un inferno, neanche Billy the Kid – che era veloce con le dita, no? – uscirebbe vivo da un duello col monitor. Io sono abbastanza veloce nel chiudere finestre ma non mi è stata negata l’umiliazione di aprire un sito porno proprio mentre la controllora – sul treno Trieste-Venezia – mi chiedeva di farle vedere il biglietto. Ho la mano ferma (insomma) ma le rotaie impongono una non richiesta imprecisione nel tocco. Bella figura, ho fatto 🙂
      Sto lavorando al linguaggio dei miei articoli sul blog del Piccolo, vorrei mantenere uno stile divulgatico ed evitare tecnicismi come faccio qui ma devo anche tenere conto che mi rivolgo a un pubblico selezionato, forse più esigente in questo senso. Vedremo. L’imporante è che ci sia di nuovo uno spazio per la musica lirica e sinfonica, no?
      La musica del mio matrimonio? Le maledizioni dei parenti di mia moglie, ovvio 🙂
      Ciao e grazie.

      Mi piace

      • Alberto Mattioli 20 settembre 2015 alle 11:09 pm

        Caro Verybullo, questo del linguaggio è esattamente il problema di chiunque si rivolga a un pubblico (teoricamente) generalista come quello dei quotidiani. Ma adesso che sei entrato nel club te ne renderai conto, ma già il fatto che tu ti ponga il problema fa pensare che sarai meglio della maggior parte dei nostri colleghi. Intanto
        complimenti e in bocca al lupo.

        AM

        Mi piace

      • Amfortas 21 settembre 2015 alle 1:18 pm

        Alberto, ciao, grazie per i complimenti e crepi il lupo in primis.
        Sul linguaggio per le recensioni sono un po’ indeciso e credo che mi lascerò trasportare dall’ispirazione del momento. Non credo che il lettore del Piccolo sia lo stesso di quello del blog o di OperaClick, perciò trovare la giusta misura è difficile. E poi dipende molto anche da quello che devo recensire. Per esempio già so che avrò difficoltà per venerdì prossimo con Die Schöpfung di Haydn, a partire da…il titolo. Meglio La Creazione? Boh. Qui sul blog lo stile divulgativo ha sempre avuto successo, anzi, è l’unico motivo per cui questo blog esiste ancora dopo 13 anni (tra qui, Tiscali e Splinder). Insomma ci devo pensare.
        Sarei contento di sapere meglio l’identikit del lettore sul Blog d’autore ma per il momento non ho a disposizione dati certi che non siano i feedback di amici e conoscenti, oppure quelli della pagina FB del Verdi.
        Pensa alla saga del gabbiano assassino da Venezia, c’è gente che legge più per quello le recensioni dalla Fenice che per il resto 🙂 . Potrei inventarmi un escamotage del genere per il Piccolo? Non so e non credo. Insomma, dubbi ne ho – come dici tu – e molti, vedremo strada facendo (cit.Baglioni).
        In ogni caso il Piccolo più che su di un cavallo ha puntato su di un mus, ma non nel senso di mus muris come da avatar da sacra collina, bensì asino.
        Ci vediamo nell’orrida io e te, ciao e grazie per l’endorsement.

        Mi piace

  7. Alberto Mattioli 21 settembre 2015 alle 6:35 am

    Mi accorgo di due “ma” nella stessa frase e mi cospargo il capo di cenere. Penso sempre, però, che Il Piccolo abbia puntato sul cavallo vincente (senza offesa per i cavalli).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: