Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Archivi Mensili: aprile 2016

Doveroso ringraziamento a Paolo Possamai.

paolopossamai-300x200

Paolo Possamai

Due anni fa, giorno più giorno meno, scrissi questo post piuttosto impegnativo.
Era la cronaca di un incontro, aperto al pubblico, tra coloro che si chiamano – con un po’ di altezzosa vanità – addetti ai lavori ed era anche l’ultimo articolo di una serie piuttosto polemica nei confronti del quotidiano di Trieste, Il Piccolo. O meglio, la polemica era nei confronti di alcune scelte aziendali del giornale, che a mio modo di vedere (non solo mio, a dire il vero) penalizzavano in modo pesante l’attività del Teatro Verdi e del Politeama Rossetti e cioè le due istituzioni culturali più importanti di Trieste. Leggi il resto dell’articolo

Molto bene la prima di Cenerentola al Teatro Verdi di Trieste.

Buona la prima, si dice in questi casi. Opera di difficile esecuzione sotto ogni punto di vista, La Cenerentola ha raccolto ieri al Verdi di Trieste un bel successo. Peccato per un paio di particolari, che potrete conoscere leggendo la recensione su La classica nota.
In ogni caso serata di buon livello per Trieste e spettacolo che nel suo complesso non avrebbe sfigurato in altri teatri più importanti – almeno sulla carta – di quello triestino.
Ho visto anche parecchio giovani, il che mi conforta sempre.
Un saluto a tutti, alla prossima!Nizsorelle

Nostalghija con la viola.

In attesa della cronaca della Cenerentola al Teatro Verdi di Trieste, vi propongo la recensione di un disco che mi ha intrigato molto e che consiglio a tutti coloro che amano la musica da camera. Emozionante, commovente e suonato benissimo, in sintesi.CD Serova

Pochi mesi fa è uscito, per la casa discografica Decca Universal, un compact dedicato a due grandi compositori e pianisti: Sergej Rachmaninov e Dmitrij Šostakovič, artisti che non hanno certo bisogno di presentazioni, colti in due pagine musicali bellissime che dovrebbero essere piuttosto note al pubblico. Leggi il resto dell’articolo

Cenerentola di Rossini al Teatro Verdi di Trieste: incursione laterale.

La prossima settimana, venerdì 8 aprile, debutta al Teatro Verdi di Trieste la Cenerentola di Rossini. Ho pensato perciò di scrivere poche righe su La Classica nota.
Cenerentola è un’opera molto difficile da realizzare sotto ogni punto di vista, in primis dal lato vocale. Le parti più esposte per virtuosismo sono quelle della protagonista Angelina e di Don Ramiro. Impegnative anche dal lato attoriale le parti di Don Magnifico e Dandini, perché richiedono padronanza del palcoscenico e carisma. Un po’ meno difficile – che non significa facile – il ruolo di Alidoro. Fondamentale l’apporto del direttore, come sempre.
Insomma, speriamo bene!Cene1

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: