Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Doveroso ringraziamento a Paolo Possamai.

paolopossamai-300x200

Paolo Possamai

Due anni fa, giorno più giorno meno, scrissi questo post piuttosto impegnativo.
Era la cronaca di un incontro, aperto al pubblico, tra coloro che si chiamano – con un po’ di altezzosa vanità – addetti ai lavori ed era anche l’ultimo articolo di una serie piuttosto polemica nei confronti del quotidiano di Trieste, Il Piccolo. O meglio, la polemica era nei confronti di alcune scelte aziendali del giornale, che a mio modo di vedere (non solo mio, a dire il vero) penalizzavano in modo pesante l’attività del Teatro Verdi e del Politeama Rossetti e cioè le due istituzioni culturali più importanti di Trieste.
A quell’incontro partecipò, come principale parte in causa, Paolo Possamai, allora direttore del Piccolo. Alla fine della movimentata chiacchierata pubblica, Possamai mi avvicinò e chiese di parlarmi in privato. Fissammo un appuntamento e dopo qualche tempo nacque La Classica nota, e cioè uno dei “Blog d’Autore” del gruppo Espresso/Repubblica.
Da un paio di settimane un’anteprima dei miei articoli si può leggere anche in versione cartacea nella sezione Cultura & Spettacoli, di cui è responsabile Alessandro Mezzena Lona e che virtuosamente mi supporta.2016-04-24 (2)
Il blog è dedicato alla musica classica e lirica, in particolare alle recensioni degli spettacoli che si svolgono al Teatro Verdi, ma ho la più ampia libertà di parlare anche di altro purché sia attinente appunto a quella musica che – in modo un po’ macabro – è detta seria.
Da parte mia cerco di essere obiettivo e tempestivo nelle valutazioni degli artisti e degli spettacoli per i quali sono accreditato, perché sono cosciente che una voce di critica costruttiva possa essere positiva per il teatro.C1
Oggi, per esempio, potete leggere la recensione del balletto Coppélia di Léo Delibes che il Verdi ospita in questi giorni.
Insomma Paolo Possamai, da Direttore del Piccolo, ha fatto delle scelte aziendali dettate dalla crisi dell’editoria, ha poi preso nota che codeste scelte presentavano delle criticità e ha cercato una soluzione per affrontarle e se non risolverle, perlomeno attenuarne l’impatto.
Da qualche giorno Paolo Possamai è passato ad altro incarico. Dopo quasi otto anni di direzione del Piccolo ha preso il timone di quattro giornali veneti del gruppo Finegil: Il Mattino di Padova, La Tribuna di Treviso, La Nuova Venezia (che aveva già diretto tra il 2005 e il 2008) e il Corriere delle Alpi.
Ora, poiché da queste pagine ho attaccato più volte le sue scelte, credo sia opportuno che da queste stesse pagine lo ringrazi per l’opportunità che mi ha dato e gli faccia un bel in bocca al lupo per il suo futuro lavorativo e non solo. Anzi, siccome è un mozartiano credo che un verso di Da Ponte dal Così fan tutte ci stia benissimo: “Soave sia il vento, tranquilla sia l’onda”, caro Direttore.
E, ovviamente, buon lavoro anche al nuovo direttore Enzo D’Antona.
Un saluto a tutti, alla prossima!

Advertisements

2 risposte a “Doveroso ringraziamento a Paolo Possamai.

  1. Laura 26 aprile 2016 alle 12:50 pm

    A proposito di ringraziamenti doverosi, sei stato ringraziato da chi <> alle tue recensioni in modo sfacciato?
    Laura

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: