Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

I’m in a Bayreuth state of mind 2016. Ovvero la musica come terapia.

Breaking News:

Parsifal in onda IN DIRETTA anche su RADIO3 dalle 16 di lunedì prossimo.

Dunque, ci risiamo. A sollevarci (spero, non è detto…) dalle terribili notizie che continuano ad arrivare da ogni parte del mondo, incombe il Festival di Bayreuth che comincerà nientemeno che con Parsifal il prossimo lunedì 25 luglio. A seguire, nei giorni successivi, saranno il Ring – con il consueto intervallo di Der fliegende Holländer tra Siegfried e la Götterdämmerung – e Tristan und Isolde.
Cosa si aspetta il wagneriano fradicio da questa edizione? Niente di più che esecuzioni di discreto livello, credo, o perlomeno è ciò che mi auguro io. Ne ho bisogno, nonostante non sia neanche del tutto certo di riuscire a seguire le dirette radiofoniche perché sarò spesso in montagna, dove è impossibile contare su di una connessione decente. Oltretutto RADIO3 non trasmetterà Parsifal – o almeno io non ne trovo traccia – e si limiterà al Rheingold e Die Walküre. Un po’ m’intristisce, ma pazienza.

Andris Nelsons

Andris Nelsons

Quest’anno hanno tenuto banco più del solito le polemiche pre – Festival, soprattutto (ma non solo) quella del gran rifiuto di Andris Nelsons, il quale ha deciso di disertare il Parsifal d’apertura (Bayrexit, strasmile) per motivi misteriosi. O quasi, diciamo. Perché è piuttosto evidente che il Direttore Musicale Christian Thielemann abbia in qualche modo avuto una certa influenza sulla decisione del giovane direttore lettone.
Sarà perciò Hartmut Haenchen, direttore esperto ma di sicuro non un innovatore, a dirigere Parsifal.
I forfait dell’ultima ora non sono certo una novità per la verde collina, se ne potrebbero citare parecchi: mi limito a ricordare quello della mia amatissima Anja Kampe, che l’anno scorso rinunciò alla parte di Isolde. Molte anche le defezioni tra i registi. Io per esempio rimpiango molto quelle di Lars von Trier e Wim Wenders, che avrebbero dovuto realizzare il Ring ma che poi, per motivi diversi, hanno abbandonato il progetto.
Cosa ci resta, quindi? Qualche curiosità, per la quale sono grato a questo sito che frequento sempre con piacere.
Nella storia esecutiva di Parsifal scopriamo che l’opera può durare da un minimo di 3 ore e 38 minuti (Pierre Boulez, 1970, proprio a Bayreuth) a un massimo di 4 ore e 42 minuti (Arturo Toscanini, 1931, sempre a Bayreuth).
Ricordo ancora oggi quanto mi sia stata ostica la “digestione” della velocità di Boulez, tanto che per anni maturai una specie di rifiuto nei confronti di questo superlativo direttore. Malessere poi ampiamente rientrato, per mia fortuna.
Hartmut Haenchen di solito si colloca tra gli interpreti veloci ma, spero sia ovvio, i numeri sono troppo aridi per dare la valutazione artistica di un’esecuzione: sono solo una curiosità e nulla di più. Quello che conta è che ci sia una coerenza nella narrazione e vale per tutti i direttori alle prese con un’opera di qualsiasi compositore.
Poi, certo, potete anche pensarla come Rossini il quale, richiesto di un commento sulla musica di Wagner rispose così:

Regala bellissimi momenti, ma anche terribili quarti d’ora (strasmile).

Insomma, se come è successo nelle scorse edizioni qualcuno vorrà dire la sua sul Festival di quest’anno…beh, questo è uno dei non luoghi dove si può lasciare un commento.

Un saluto a tutti, alla prossima!

Annunci

19 risposte a “I’m in a Bayreuth state of mind 2016. Ovvero la musica come terapia.

  1. Iris 20 luglio 2016 alle 6:13 pm

    Il 31 luglio, se la connessione tiene, potresti dare un’occhiata anche a quanto succede a Monaco.

    https://www.staatsoper.de/stueckinfo/die-meistersinger-von-nuernberg/2016-07-31-17-00.html

    In questo caso c’e’ un Kirill Petrenko di tutto rispetto. Non l’ho cronometrato, ma mi e’ piaciuto. Potrebbe darti fastidio, invece, il momento in cui Walther Von Kaufmann manda in mille pezzi il busto di Wagner……..:)
    Un saluto calorosissimo dall’afosissima Pianura Padana
    Irina

    Mi piace

    • Amfortas 21 luglio 2016 alle 9:13 am

      Iris, ciao. L’idea di ascoltare i Meister diretti da Petrenko mi solletica e credo che anche Kaufmann possa essere interessante nella sua parte. Vedremo se c’è la faccio, ma il 31 è una domenica ed è più probabile che sia connesso con qualche amena montanara che con il Pc o la TV 😉
      Ciao e grazie!
      Ps anche qui fa caldo…

      Mi piace

  2. Gabriella 20 luglio 2016 alle 7:56 pm

    Eh!,eh!,eh!Ti piacerebbe,Paolozzo,avere anticipazioni?Io,come ogni anno(con questo sono 21!),sono qui per cantare,come sai..Se fai il bravo…😁…Comunque,ieri abbiamo fatto la prova generale.Ad occhio e croce la durata è di 3 ore e un quarto(flessibili,perché il “Galletto”ha fino ad ora cambiato spesso i tempi).Ieri c’era Sky che riprendeva.Ti farò sapere quando la manderanno in onda.Altre anticipazioni,commenti,inciuci,ricchi premi e cotillons alla prossima.Baciotti!

    Mi piace

    • Amfortas 21 luglio 2016 alle 9:19 am

      Gaby, carissima! La mia spacciatrice di gossip dalla verde collina 😉
      3 ore e un quarto? Spero di no, se ti riferisci al Parsifal…sarebbe record del mondo.
      Che ne dici, quando – il più tardi possibile – avrai chiuso i tuoi impegni con Bayreuth lo scriviamo un libro a 4 mani sul dietro le quinte del Festival? Sarebbe un bestseller garantito! Come vedi, al contrario di te, io sono sempre vestito da ratto 😉
      Attendo con ansia tue notizie, ciao e grazie smack!

      Mi piace

      • Gabriella 21 luglio 2016 alle 10:52 am

        È un’idea che coltivo già da tempo.Avevo anche un ipotetico titolo:”Richard Wagner non abita più qui “😁…Sarà un onore per me redigere con te il libro.Credimi,ci divertiremo un sacco!!!Sempre felice di vederti “ratto “.Ti risparmio la mia foto col burka(II atto:Blumenmädchen):da qui puoi già farti un’idea…ma tutto sommato la messa in scena non è male…tutto sommato…🤔…beh!,rispetto alle precedenti…Baciottoniiii!!!

        Mi piace

      • Amfortas 22 luglio 2016 alle 8:29 am

        Gaby, ciao, le tue anticipazioni mi inquietano un pochino…ma insomma dai, in bocca al lupo!
        Ciao e grazie 😀

        Mi piace

  3. Alucard 20 luglio 2016 alle 10:48 pm

    Io direi Goodbayreuth 😀

    Mi piace

    • Amfortas 24 luglio 2016 alle 5:32 pm

      Zena, ciao. Anche per me è sempre un piacere leggere le tue istantanee…in movimento! Purtroppo però non lascio mai segni del mio passaggio, anche se dovrei. E complimenti per il nuovo libro.
      Ciao, Paolo

      Mi piace

  4. Gabriella 25 luglio 2016 alle 12:52 pm

    Comunicazione di servizio:siamo in diretta radio e video Livestreame su br-klassik.de .Scusatemi se non l’ho comunicato prima ma sono stata impegnata con le prove generali.Baci a tutti!

    Mi piace

  5. Gabriella 26 luglio 2016 alle 9:31 am

    Ed abbiamo archiviato la Premiere..non so quanti di voi si siano collegati in streaming.Comunque pochissimi “buuuh!”alla regia e tanti applausi per tutti.Sono contenta perché finalmente dopo anni una nuova produzione non viene fischiata….😁!Abbiamo cominciato alle 16,come sempre,finito alle 21.55….altre varie ed eventuali alle prossime.

    Mi piace

    • Amfortas 26 luglio 2016 alle 10:29 am

      Gaby, ciao. Per lo streaming mi dicono che c’è stata qualche difficoltà che non saprei spiegare nei particolari. Io, seppure a sprazzi causa connessione pessima, ho visto e ascoltato bene.
      Non scrivo nulla di più di questo commento perché non ho tempo ma, sinteticamente, ho trovato discreto l’allestimento (con qualche incongruenza, ovvio) e buona la parte musicale. Tra i cantanti ho apprezzato tantissimo Kundry e Il bravissimo Zeppenfeld. Gli altri onesti, allo stesso modo del direttore che non sarà un genio della bacchetta ma ha suonato il Parsifal di Wagner e non una versione lambiccata o troppo cerebrale. Lasciatelo dire e riferisci ai tuoi colleghi: Coro meraviglioso, quanto di meglio c’è oggi. L’ho scritto anche in diretta su Twitter ieri, siete impareggiabili.
      Ciao e grazie 😉

      Mi piace

      • Amfortas 26 luglio 2016 alle 10:32 am

        Sì, Vogt proprio non mi convince. Canta molto bene e so per esperienza che la voce è ben proiettata, ma almeno a mio parere gli manca accento e incisività per una parte come questa.
        Riciao,

        Mi piace

  6. Winckelmann 26 luglio 2016 alle 2:29 pm

    Io ho sentito lo streaming radio dall’apparizione di Kundry nel secondo atto fino alla fine e sostanzialmente concordo con te. Vogt ha un timbro tutto suo, e devo ammettere che in certi ruoli e con una serie di distinguo anche mi piace. Ma, come dicono qua in laguna, el ga la pression un fiatin massa bassa…
    Domanda: ho capito giusto che lo streaming video sarà disponibile per un po’?

    Mi piace

    • Amfortas 26 luglio 2016 alle 3:40 pm

      Winckelmann, ciao. Ora sul sito è disponibile il primo atto e dicono che gli altri lo saranno prossimamente. Per qualche diavoleria tecnica che non capisco io riesco ad ascoltare col tablet mentre col pc la registrazione non mi parte: non so che dire. La pression un fiatin massa bassa mi pare esemplare per definire la prova di KFV di ieri. Purtroppo potrò ascoltare il Rheingold parzialmente, perché stasera ho un concerto a Lubiana. Sul Ring – che dovrebbe essere trasmesso da SkyArte – non sono riuscito sino a ieri sera a trovare notizie certe. Boh.
      Ciao e grazie!

      Mi piace

  7. Vittorio Bianchi 31 luglio 2016 alle 10:47 am

    Ciao! Mi rifaccio sentire dopo un po’, con una domanda molto banale ma per me importante: quale programma usi per registrare la radio da computer? Io ho provato Audacity, Quick Time player ma sono pessimi, mi ricordo che il sito della WDR aveva il geniale programmatore interno di registrazioni, che non ho trovato da nessun’altra parte. Grazie mille!!
    Vic

    Mi piace

    • Amfortas 31 luglio 2016 alle 7:06 pm

      Vic, ciao. La mia risposta sarà deludente, immagino…da molto tempo non regidtro più nulla proprio perché mi sono reso conto che gli strumenti di cui dispongo non rendono giustizia a quello che sento. In ogni caso adoperavo Audacity anch’io. Ora, quando mi serve qualcosa, mi rivolgo ad amici magari presenti sul luogo della recita, che spesso dispongono di apparecchature da…brivido 🙂
      Ciao e grazie!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: