Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Domani al Caffè San Marco conferenza stampa di presentazione del Festival di Lubiana.

Anche quest’anno seguirò qualche serata, diciamo una decina, del Festival di Lubiana.
È una manifestazione che mi piace molto e che è seguita poco o nulla dai media italiani. Per i triestini è, o dovrebbe essere, una manna perché dà l’occasione di ascoltare dal vivo artisti e compagini di livello straordinario, che a Trieste non ci possiamo permettere. Purtroppo, il triestino è una bestia stanziale e quindi se ne frega, preferendo il più comodo divano e lo stato di lamentazione permanente sulla miseria delle proposte autoctone.
Perciò, chi mi ama mi segua, ma soprattutto chi vuol conoscere si dia una mossa e vada a Lubiana, almeno un paio di volte (strasmile).

Il Festival di Lubiana, arrivato alla 66eiesima edizione, riapre i battenti il prossimo 28 giugno.
La manifestazione anche quest’anno prevede un programma vario e ricco, raffinato nelle scelte artistiche sia per originalità di proposte sia per la qualità indiscutibile degli interpreti.

LAYOUTFOTOS; BITTE FEINDATEN ANFORDERN Probe der deutschen Kammerphilharmonie Bremen mit Paavo Järvi

Tra il 28 giugno e il 3 settembre si susseguiranno, in vari spazi cittadini come sale da concerto, teatri e in piazza, numerosi eventi dedicati alla musica lirica, sinfonica, cameristica, al balletto e più in generale al teatro tout court.
L’inaugurazione avverrà, come tradizione, nell’ampia Piazza del Congresso della capitale slovena e quest’anno prevede una prima assoluta: Il musical Sfera Mundi – Voyage around the world che sarà diretto da Carlos Padrissa della Fura dels Baus che già l’anno scorso aprirono il Festival con una spettacolare produzione di Carmina Burana.
Sono davvero tante le serate imperdibili per gli appassionati di teatro e musica e OperaClick, anche quest’anno, sarà presente a molti appuntamenti.
Per quanto riguarda l’opera segnalo in particolare tre recital di canto che vedranno protagonisti Kristine Opolais, Diana Damrau e Marcelo Álvarez.
Il Teatro Carlo Felice di Genova sarà ospite con una produzione di Rigoletto interpretato da Leo Nucci.
Non mancherà la musica di Richard Wagner, di cui si eseguirà Das Rheingold.
Oltre a compagini e artisti sloveni saranno presenti, con programmi di musica sinfonica, la Filarmonica della Scala diretta da Christoph Eschenbach e la Royal Concertgebouw Orchestra alla guida di Daniele Gatti. Paavo Jarvi dirigerà invece la Filarmonica di Monaco.
Numerosi anche i solisti di rilievo come Sergei Krylov, Nikolai Lugansky e tantissimi altri.
Il programma completo, davvero ricchissimo, si può consultare sul sito del Festival che verrà presentato domani a Trieste al Caffè San Marco.
Aggiungo che Lubiana è una città che offre molto anche dal lato turistico e che questa kermesse ha un valore che va di là dell’aspetto puramente tecnico in quanto si tratta di una manifestazione autenticamente popolare, che ha anche un valore sociale di riconoscimento della centralità della cultura nella vita civile. Sono previsti infatti anche numerosi workshop creativi dedicati ai giovani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: