Di tanti pulpiti.

Dal 2006, episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Tutto chiuso: Intervallo 14 (dall’alba al tramonto, poveri fiori: da Tarantino a Cilea)

Dall’alba al tramonto è un film del 1996 di Robert Rodriguez – regista nell’orbita di Quentin Tarantino – mentre Poveri fiori è un’aria per soprano tratta dell’opera Adriana Lecouvreur, che esordì nel 1902, di Francesco Cilea. Direte voi, e quindi?
Boh, mi è venuta questa perversa associazione perché oggi ho scattato proprio dall’alba al tramonto le foto che vedete nel mio giardino, e perché questi poveri fiori ce la fanno a risorgere ogni anno, nonostante la mia devastante incapacità di curarli.
Insomma, bisogna pur passare il tempo, no (strasmile)?

2 risposte a “Tutto chiuso: Intervallo 14 (dall’alba al tramonto, poveri fiori: da Tarantino a Cilea)

  1. CASSANDRO 20 marzo 2020 alle 12:09 PM

    . . . e passiamolo allora il tempo!

    Ho guardato attentamente i fiori che, caro Amfortas, hai egregiamente fotografato, — elogiandoli per la loro costanza nel crescere a nova vita non ostante le avverse condizioni (Memento per noi) — in una di queste giornate in cui il tempo sembra non passare mai.

    Hai ragione a chiamarli “poveri fiori” perché, ahi ahi, manca la loro compagna prediletta, la margherita.

    E allora provvedo con qualche verso che ricordi questo fiore, semplice e delicato, che mi è valso di spunto per descrivere il gradevole modo di essere della donna che tutti, data la nostra età, vorremmo incontrare.

    UNA PANCHINA AL PARCO

    Una panchina al parco è una panchina,
    ma a me quando vi sto sopra adagiato
    sembra una “Frau” se mi sei vicina
    ed il tuo corpo al mio tieni appoggiato.

    Seduti qui al sole dell’inverno,
    che scalda i nostri volti infreddoliti,
    quest’attimo ci sembra quasi eterno,
    eterno come quando siamo uniti.

    C’è qui dell’erba attorno — è naturale —
    con qualche margherita e molta ortica,
    che punge i piedi tuoi e ti fa male,

    ma tu non ci fai caso, dolce amica,
    dato che vivi in modo originale:
    “moderna fuori e dentro un po’ all’antica”.

    (Cassandro)

    "Mi piace"

    • Amfortas 20 marzo 2020 alle 4:03 PM

      Caro Cassandro, la margherita manca perché, colpevolmente, ho peccato di presunzione. Infatti, sicuro che fosse il fiore più facile da ritrarre, ne ho scattato una sola foto. Era talmemte brutta che non me la sono sentita di vituperarla pubblicandola. In parte hai già rimediato tu, ma probabilmente – credo che il tempo non mi mancherà, purtroppo, tornerò all’attaco nei prossimi giorni!
      Ciao e grazie, Paolo

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: