Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Tutto chiuso: Intervallo 25 (di Puccini, Butterfly e cedronelle)

Dopo tutto, la povera Cio Cio San, protagonista di Madama Butterfly di Giacomo Puccini, voleva solo mimetizzarsi. In senso lato, ovviamente. A lei sarebbe piaciuta una vita normale, un marito, una famiglia: aspettative borghesi, piccoline, forse.
Del resto a un certo punto lo dice a Pinkerton: Vogliatemi bene, un bene piccolino, un bene da bambino quale a me si conviene.
Mimetizzarsi
per confondersi nell’ambiente è peraltro quello che fanno molti lepidotteri, come questa Cedronella che ho colto oggi in giardino. È un bel nome, Cedronella:


.. come t’han ben nomata tenue farfalla…

A un certo punto la Cedronella è scappata via ed è sparita. Lo fa anche Butterfly, purtroppo in modo più tragico, ma scappa e se ne va pure lei.

4 risposte a “Tutto chiuso: Intervallo 25 (di Puccini, Butterfly e cedronelle)

  1. CASSANDRO 30 marzo 2020 alle 10:20 am

    Tutte le farfalle prima o poi vanno via: è il loro destino e la loro forza, sia come molte eroine delle opere liriche, sia come chi — con minore melodioso sottofondo — ha avuto una vita piena di amori per poi però alla fine volare via tristemente da sola.

    G I A M M A I ( Lui )

    Giammai ti potrò scordare, amore,
    eppur ti scorderò.
    Peccato!…e penserò
    col cuore pieno pieno di dolore

    che sono transitato proprio invano.
    Infatti, inutilmente
    ho dato a te la mente,
    l’anima, i sensi, e gli occhi, e la mano,

    a te, che ormai non esisti più,
    neppure nel mio canto.
    Sàppilo, pertanto:
    di tutti i tuoi amori…resti tu,

    …tu solo come un’isola nel mare,
    nel cielo un pianeta,
    nel bozzolo di seta
    un baco che vi muor per poi volare,

    verso l’infinito o più lontan
    lasciando il mondo come Cho Cho-san,

    qui restando un ricordo tuttalpiù
    siccome l’altra amabile, Liù.

    (Cassandro)

    "Mi piace"

  2. Amfortas 30 marzo 2020 alle 11:14 am

    Una volta, mi pare, scrissi un post sulle attitudini psicologiche delle eroine pucciniane. Mi pare non se ne salvasse una, tutte degne di entrare nella galleria di disagiati di “Psicopatologia della vita quotidiana” del vecchio porco barbuto.
    Ciao, Paolo

    "Mi piace"

    • CASSANDRO 30 marzo 2020 alle 1:26 pm

      Ripubblicalo.
      Ci faresti cosa gradita, anche accompagnandolo con qualche tua fotografia
      Apriamo un po’ la porta al “Tutto chiuso”!

      Potrebbe essere un buon inizio periodo. Ciao.

      "Mi piace"

  3. Amfortas 30 marzo 2020 alle 3:16 pm

    Ci posso pensare, magari lo rivedo con calma e ci aggiungo qualche considerazione. Per ora proseguo con gli intervalli 😀
    Ciao, Paolo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: