Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Tutto chiuso: Intervallo 31 (di fuochi veri o finti, fiamme e presagi funesti).

Ne Il trovatore di Giuseppe Verdi il fuoco compare più volte. Chi non conosce la cabaletta Di quella pira?

L’accensione di fuochi propiziatori ha una lunga tradizione in Italia. La direzione del fumo è strologata e da essa si traggono auspici.
Alla mezzanotte del 31 dicembre ovunque impazzano i fuochi artificiali che accolgono l’anno entrante. Sono riti pagani, di antichissima provenienza.
Insomma quest’anno il fumo è andato nella direzione giusta, i fuochi artificiali erano splendidi: come non sperare in un buon anno?
Sì, come no.

2 risposte a “Tutto chiuso: Intervallo 31 (di fuochi veri o finti, fiamme e presagi funesti).

  1. CASSANDRO 5 aprile 2020 alle 3:22 PM

    Esatto.

    Come non sperare, Amfortas, che il 2020 fosse un “Buon anno” se “i fuochi artificiali erano splendidi”?

    Era forse condizionato ciò all’osservanza di un certo “se”, la cui inottemperanza (goccia che ha fatto traboccare il vaso) è stata sufficientemente infelice?

    Ah, saperlo! . . .

    FANTASIA E REALTA’
    (al tempo del coronavirus)

    Passano i giorni, passano le ore
    e sempre più mi sento in frullatore.

    Di ragionare ho cambiato modo,
    e di sapere ciò quanto mi rodo!

    Sto in confusione ogni momento,
    i punti fermi miei — ah, che tormento —

    se li è portati via tutti il vento.

    Chi fantasia confonde con realtà
    soggetto è a sbalzi umorali
    e il falso prenderà per verità,
    vedendo nel bel tempo temporali.

    Scuro ravviserà appena che
    avrà dolore ai piedi, o all’inverso
    vedrà assai tutto rosa se il caffè
    è zuccherato assai e quindi disperso

    sarà di conseguenza un pensier nero.
    E’ questo uno degli effetti di
    sto cacchio di COVID, per cui spero

    che vada via presto, e così
    vedrò il pane pane, e sincero
    sarò nel dire vino al vino, Eh sì!

    Speriamo che arrivi questo dì.

    Sì, voglio rivedere il Dio vero,
    ben ripulire il pensiero mio,
    e illuminarlo tutto per intero:
    più non vedere il Dio che non è Dio.

    Se no, finisce qui tutto a schifio!

    Ma non era stato detto che
    sarebbe andato tutto bene, neh,

    nel 2020, sempre se . . . . . . ?

    Così impazzendo fuochi artificiali
    avevan presagito, ma le ali

    han messo or le speranze, tali e quali
    le monadi dei tempi liceali.

    (Cassandro)

    "Mi piace"

  2. Amfortas 5 aprile 2020 alle 4:10 PM

    Caro Cassandro, purtroppo ormai la realtà supera, e di gran lunga, la fantasia. Nel molto citato e allo stesso tempo poco conosciuto 1984 di Orwell si prefigurano situazioni totalitarie che sono ben poca cosa rispetto a ciò che abbiamo vissuto sul serio. Anche la strettissima attualità lo conferma, purtroppo. La società distopica è qui, tra di noi, e non da oggi.
    Riccardo, uno dei protagonisti di Un ballo in maschera di Verdi, a un certo punto si chiede: È scherzo od è follia, siffatta profezia?
    Oggi c’è poco da scherzare, perché la follia regna sovrana.
    Ciao, Paolo

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: