Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Fase2: (della fase di Schrödinger, paradossi e certezze)

Dopo la serie di intervalli di questi due ultimi mesi, siamo finalmente al sipario.
Non mi aspetto applausi, tranquilli. È solo la cosiddetta Fase2 e anch’io, per smuovermi un po’, faccio qualche cambiamento.
I post non saranno più giornalieri, ma non ne sono sicuro. Forse sì, forse no. Non c’è certezza di niente, ne abbiamo parlato nei post e nei commenti più volte. Abbiamo anche evocato spesso il paradosso del Gatto di Schrödinger e mi pare che l’ampia discrezionalità di interpretazione delle nuove regole imposte vada in quella direzione.
Una cosa è certa, non voglio mettermi a fare calcoli per sapere chi siano i miei cugini di sesto grado. Mi vanno stretti già i parenti stretti, non ho intenzione di aggiungere alcun buco alla cintura della mia parentela.
Buona fase due a tutti, restate vigili, ché ne abbiamo bisogno perché l’unica certezza è che siamo messi così: un po’ di pizza (magari per asporto), una spruzzata di mandolino e niente davvero a fuoco. Intanto dietro le quinte, sempre confusamente, si baciano mani!

9 risposte a “Fase2: (della fase di Schrödinger, paradossi e certezze)

  1. SERGIO SESTOLLA 3 maggio 2020 alle 7:41 pm

    Riprendo il tuo incipit, Amfortas,:“Dopo la serie di intervalli di questi due ultimi mesi, siamo finalmente al sipario”.

    Cala la tela su “Tutto chiuso”, quindi, e si apre la “Fase 2”.

    Niente applausi, okkei, però permettimi di immaginare, a sipario calato, che — come spesso accadeva negli spettacoli di Strehler — dalla quinta laterale compaia chi vuol fare una piccola descrizione riassuntiva di questo periodo.

    IL BLOG DI AMFORTAS
    (Fine di ‘Tutto chiuso’)

    Il blog di Amfortas è una miniera
    di frasi sagge, di esperienze,
    di critiche intorno all’intera
    produzione musicale. Senza

    la sua presenza, ahinoi, non avremmo
    quel distillato forte e indipendente
    che più ricchi ci rende e saremmo
    un poco più al buio. “Non è niente”,

    direbbe per modestia lui di certo.
    “faccio il mio dovere”, ed ora che
    è “tutto chiuso” si presenta esperto
    di foto d’arte, ed in ‘un due tre’

    il mondo esterno, eccolo, bloccare
    in una immagine che resta là,
    ferma, ma che ci fa incamminare
    verso un pensiero alto. Tutto qua.

    E non è certo poco: di aiuto
    per tanti è stato. “Grazie”. Un saluto.

    (Sergio Sestolla)

    Piace a 1 persona

    • Amfortas 4 maggio 2020 alle 10:09 am

      Ciao Sergio, grazie per la bellissima dedica 😀
      Continuerò a scrivere in modo saltuario cercando di evitare l’opinionismo di cui nessuno sente il bisogno.
      La mia speranza è di tornare a scrivere di musica dal vivo, ma credo che dovrò attendere molto. Ho una speranza per il Festival di Lubiana. Che si svolge in luglio e agosto, ma dipende dalla Slovenia, al momento non posso andarci.
      Ciao, Paolo

      "Mi piace"

  2. vittynablog 3 maggio 2020 alle 8:31 pm

    Per me in questi due mesi, venire qua nel tuo blog, caro Amfortas, è stato di grande aiuto. Ho goduto delle tue fotografie, i tuoi commenti, e i versi degli amici Cassandro e Sergio Sestolla. Mi avete aiutato a trascorrere qualche momento, sorridendo oppure riflettendo sui tanti argomenti chiamati in causa.

    Perciò sento di dovervi ringraziare sperando di continuare a leggervi non solo nella fase due, ma pure nella tre, nella quattro nella cinque….

    "Mi piace"

  3. Enrico 14 maggio 2020 alle 2:01 pm

    Io spero che a Luglio/Agosto potranno avere luogo rappresentazioni all’aperto, ovviamente in luoghi dove sia possibile un distanziamento del pubblico.
    Mi pare non sia utopistico e sarebbe un piccolo ma significativo segnale di rinascita del mondo teatrale, in grandissima sofferenza.
    Quantomeno lì a Trieste si è fatto in tempo a rappresentare il “Boris Godunov”, vero capolavoro.
    Un Saluto Cordiale

    "Mi piace"

  4. Amfortas 14 maggio 2020 alle 3:03 pm

    Ciao Enrico, io sono meno positivo di te. Credo che per rivedere uno spettacolo teatrale andremo almeno a settembre, qui in Italia. Personalmente, se me lo permetteranno, spero di tornare in teatro per il Festival di Lubiana, che si svolge da luglio ad agosto.
    Ciao e grazie, Paolo

    "Mi piace"

    • CASSANDRO 16 maggio 2020 alle 12:12 pm

      Tanto per chiudere questa fase 2 e riepilogarne gli effetti.

        
           SIAMO  PERSONE  O . . .
               (Tempo di COVID 19)
       
      Non abbracciarsi . . . stare alla distanza
      di almeno un metro, ed in più divisi
      da una mascherina . . . E ad oltranza
      ben evitare quelli che i visi
       
      scoperti tengono in quanto che
      si appannano gli occhiali o a gran fatica
      respirano . . . Poi di toccarsi, beh,
      manco a parlarne, e via pure l’antica
       
      stretta di mano, o stringersi nel ballo
      che fu un dì di mamma e di papà,
      . . . “della mattonella” e stare ‘in stallo’,
      dire si può, per cui or siamo qua,
       
      ma a fare in pubblico gli eremiti,
      che nel deserto per devozione
      stavano soli. Ahimè, sono riusciti
      a farci “corpi” e non più “persone”!
       
      Al posto della testa e cuore, eh sì,
      usiamo smartphone e P C.
       
       
      Questo COVID – e non dico balle —
      pure per ciò ha ben rotto le palle!
       
      Per fortuna nostra, a dirla ‘in breve’,
      non c’era all’epoca di Biancaneve,
       
      che in vita ritornò per bacio lieve
      del bel Principe Azzurro senza scorta.
       
      Ridiamoci un po’ su . . . è ‘corta corta’:
      questa distanza, pur se poco importa,
       
      la “mano morta” ha reso or proprio “morta”!

      ( Cassandro)

      "Mi piace"

      • Amfortas 16 maggio 2020 alle 8:52 pm

        Ciao Cassandro, tutto condivisibile. Ora passiamo alla fase successiva e vediamo che succede.
        Domani, intanto, scriverò qualcosa sul periodo appena trascorso.
        Ciao, Paolo 😀

        "Mi piace"

  5. Pingback:La Fase Arrangiatevi (di cupi versi di uccelli del malaugurio, superstiziosi disagi e sconci gesti apotropaici). | Di tanti pulpiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: