Di tanti pulpiti.

Dal 2006, episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Claus Peter Flor dirige il Requiem di Mozart in diretta streaming dal Teatro La Fenice

La musica sacra di Wolfgang Amadeus Mozart sarà protagonista del concerto diretto da Claus Peter Flor, che sarà trasmesso in diretta streaming dal Teatro La Fenice, nel giorno del venerdì santo, 2 aprile 2021, alle ore 17.30.  Il maestro tedesco, alla testa dell’Orchestra e Coro del Teatro La Fenice, dirigerà il Requiem per soli, coro e orchestra kv 626 e il mottetto «Ave verum corpus» kv 618 del salisburghese, con la complicità delle voci soliste del soprano Ruth Iniesta, del mezzosoprano Cecilia Molinari, del tenore Anicio Zorzi Giustiniani e del basso Alex Esposito; maestro del Coro Claudio Marino Moretti.

Fondazione Teatro La Fenice Beethoven – Sinfonia n. 9 per soli, coro e orchestra, Op. 125 Orchestra e il Coro del Teatro La Fenice Direttore Myung-Whun Chung Photo ©Michele Crosera

Composto a Vienna nel 1791 ma rimasto incompiuto per la prematura morte, il 5 dicembre, del musicista trentacinquenne, il Requiem fu commissionato a Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791) dal conte Walsegg, un nobile viennese che voleva ‘acquistare’ la pagina in forma anonima dal compositore per poi presentarla come un suo proprio lavoro in omaggio alla moglie appena defunta. Mozart, che da alcuni anni non si era più dedicato alla musica sacra, accettò senza indugi l’incarico e senza sospettare che le sue condizioni di salute non gli avrebbero permesso di portarlo a termine, trasformando il suo ultimo atto creativo in una drammatica riflessione sulla morte vicina. Completato dall’allievo Franz Xaver Süssmayr – che probabilmente aveva potuto raccogliere alcune idee e appunti del maestro – il Requiem è l’estremo capolavoro del salisburghese.

Il Requiem, proposto nella versione completata da Franz Xaver Süßmeyer, Joseph Eybler e Franz Beyer, sarà introdotto dal delicato mottetto eucaristico «Ave verum corpus» kv 618: tra le ultime composizioni di Mozart, rappresenta forse una delle pagine più pure e più legate al mondo sacro, ovviamente per il testo utilizzato ma anche per la purezza della stesura musicale, quasi a suggerire una visione celeste. Sono poche battute per circa tre minuti di musica di rara bellezza.

COMUNICATO STAMPA

4 risposte a “Claus Peter Flor dirige il Requiem di Mozart in diretta streaming dal Teatro La Fenice

  1. vittynablog 3 aprile 2021 alle 7:49 PM

    Il Requiem di Mozart è veramente un capolavoro, non so cosa avrebbe potuto comporre ancora se fosse vissuto!!! Buona Pasqua Paolo, a te e a tutti i tuoi cari! ❤

    "Mi piace"

  2. SERGIO SESTOLLA 7 aprile 2021 alle 8:39 PM

    Solo per dire che Mozart è quasi tutto, oltre che musica eccelsa!

    Oggi dovremmo ascoltarlo continuamente per controbattere il nulla che ci viene offerto quotidianamente.

    DAVANTI ALLA TELEVISIONE
    (Annaffiare la mente sì e no)

    Ma come fai a crescere se stai
    davanti alla televisione
    tutti i santi giorni, e mai mai
    ascolti un disco o leggi recensione

    di un libro, che poi compri e quindi leggi.
    Per carità di Dio! . . . Il giornale
    a stento inoltre sfogli, chè non reggi
    gli scritti di chi tiene un po’ di sale

    in zucca, e quindi critica o commenta.
    Su’, non guardare “il tempo che farà” . . . !
    Why, mia cara amica, non ti tenta
    di acculturarti ancora? . . . Sai, l’età

    nostra avanzando a nostro favore
    non gioca, fa più lento ogni pensiero,
    ed addormenta qualsivoglia ardore
    di creare ancora, ancora . . . in vero

    il tempo brucia ogni neurone,
    per cui occorre far qualunque cosa
    che sia più che guardar televisione,
    che mente addormenta e fa legnosa.

    La testa, su’, coltiva come rosa,
    perché idee e pensieri emetta a iosa,

    con Dante annaffiala, Tasso, Giacosa,
    con Bach ed altra musica preziosa,

    tipo Requiem . . . Mozart . . . “Lacrimosa”.

    (Sergio Sestolla)

    "Mi piace"

    • Amfortas 8 aprile 2021 alle 8:00 am

      Caro Sergio, fermo restando che il tuo appello a non guardare la tv resta valido, devo dire che da qualche anno ci sono un paio di canali che trasmettono cose decenti: RAI5, per esempio, ma anche altri su piattaforme a pagamento. È una questione di scelte, e poter scegliere è giù qualcosa!
      Ciao, Paolo

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: