Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

La scomparsa del Maestro Gianluigi Gelmetti

È arrivata da poco la tristissima notizia della scomparsa di Gianluigi Gelmetti, direttore d’orchestra, compositore e regista.
Ho avuto modo di frequentarlo quando era Direttore musicale al Teatro Verdi di Trieste e ne ho apprezzato la grande umanità, la competenza e la spiritualità fuori dal comune.
Era, inoltre, un uomo di cultura nella migliore accezione del termine; una cultura che non si limitava al campo musicale ma spaziava in molte altre discipline, dalla filosofia alle lettere. Questo gli consentiva un approccio alla Musica di spessore inusuale nell’attuale panorama artistico.
Aveva un carattere schietto e un umorismo spesso tagliente che non mancava di rivolgere a se stesso dimostrando una buona dose di autoironia.
Allievo di Sergiu Celibidache, Gelmetti è stato un talento precocissimo della cui Arte per fortuna non mancano testimonianze.
Ci sarà tempo nei prossimi giorni per analizzare nel dettaglio la sua lunga carriera, ora l’emozione prevale e il modo migliore per ricordarlo è ripubblicare un’intervista a tutto campo – attualissima per i temi trattati –  di pochissimi anni fa, in cui emerge prepotente l’Uomo oltre che l’Artista.
Riposi in pace.

INTERVISTA A GIANLUIGI GELMETTI

5 risposte a “La scomparsa del Maestro Gianluigi Gelmetti

  1. Don Jose 11 agosto 2021 alle 1:47 PM

    Ricordavo questa bellissima intervista, da cui traspare la grande levatura dell’uomo di cultura del Maestro Gelmetti.Grazie!!!!
    P.s.: purtroppo negli ultimi anni i rapporti fra il nostro teatro ed i Direttori d’orchestra sono sempre durati assai poco……

    "Mi piace"

  2. Amfortas 11 agosto 2021 alle 3:52 PM

    Don, vero…eppure io continuo a pensare che un direttore stabile sia indispensabile in una fondazione. Ciao, Paolo

    "Mi piace"

  3. vittynablog 11 agosto 2021 alle 6:55 PM

    L’intervista è bellissima, si capisce da come parla quanto grande fosse questo maestro. Capisco che per la musica è una grande perdita. Tu Paolo come intervistatore sei stato bravissimo!!!!

    "Mi piace"

    • Amfortas 12 agosto 2021 alle 7:52 am

      Vitty ciao, era davvero una grande persona. Nelle reazioni sui social si vede anche quanto fosse amato dai cantanti e dagli artisti in generale, cosa tutt’altro che scontata. Per quanto riguarda l’intervista è sempre questione di dare e avere: il giornalista vive di luce riflessa, chi conta davvero è la persona intervistata. Alcuni danno risposte di routine, altri sono generosi e fanno la differenza.
      Ciao, Paolo

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: