Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Carmen di Bizet alla Scala di Milano: un primo sguardo trasversale e semiserio.

Update velocissimo: stasera alla recita prevista per gli under 30, non canta Jonas Kaufmann, indisposto.

Daland ha il raro dono di essere rigoroso e divulgativo. Quindi il suo (il quarto) post sulla Carmen va segnalato.

Giuro che prima di lunedì 7 dicembre scriverò un post quasi serio sulla Carmen, intanto però vorrei dare uno sguardo più scherzoso, aggiungendo qualche filmato anche sorprendente e un paio di indirizzi web interessanti.
Anche perché le discussioni in Rete stanno virando pericolosamente verso la guerra di religione.
Intanto, se l’opera andrà male potrete, dopo esservi disperati, portare un fiore virtuale sulla tomba del compositore, Georges Bizet.
Basta passare da queste parti.
Poi, domani sera Fabio Fazio (che mi è sempre stato sulle palle, peraltro, ma ultimamente si è occupato in maniera abbastanza seria di lirica) dedica una puntata alla prima scaligera.
Un paio di considerazioni banali, poi.
Il successo planetario dell’opera giustifica che un po’ tutti abbiano cercato di lucrarci, con risultati altalenanti.
I risultati più ragguardevoli si sono raggiunti nel cinema.
Tra l’altro, qui potete trovare un elenco dei cinema (sono parecchi!) in cui la Carmen della Scala sarà trasmessa in diretta e in alta definizione. L’opera si vedrà anche su Sky Classica e sul canale satellitare gratuito ARTE.
I film che vedono Carmen come protagonista sono decine,  probabilmente da questo punto di vista è una bella gara con la Violetta della Traviata.
Ne cito almeno qualcuno di quelli che mi ricordo di aver visto e che sono, almeno a mio parere, sempre di buona qualità.
 
Gli amori di Carmen di Charles Vidor con Rita Hayworth e Glenn Ford.
 
Carmen Jones di Otto Preminger con Dorothy Landridge e Harry Belafonte.

 

U-Carmen di Mark Dornford-May, con Pauline Melafane.
 

 

 

Carmen di Cecil de Mille, con la diva del Metropolitan Geraldine Farrar.

 

Carmen Story di Carlos Saura con Laura del Sol.
Carlos Saura si cimentò anche in una Carmen a Firenze: ne parlai, male, in questo post.

Le immagini più affascinanti però, le devo alla ricerca di Loredana Lipperini, che proprio nel libretto di sala della Carmen di cui sopra, mi fece scoprire questi tesori dal film Gypsy Blood di Ernst Lubitsch, con Harry Liedtke (Don José) e Pola Negri (Carmen).
Qui un estratto da Youtube, ma ce ne sono altri interessantissimi che consiglio soprattutto a chi ama il cinema, muto, in questo caso.
 

 

 
 
E soprattutto, questo meraviglioso cartoon, sempre scovato grazie alla Lipperini.

con il quale chiudo degnamente questo mio primo post, assai poco serio, sulla Carmen di Bizet (strasmile).

 
 
 
Annunci

20 risposte a “Carmen di Bizet alla Scala di Milano: un primo sguardo trasversale e semiserio.

  1. utente anonimo 2 dicembre 2009 alle 10:47 pm

    da Giuliano:
    voto Tom e Jerry!!! (tra l’altro il Direttore, baffoni a parte, è proprio Toscanini).
    Posso aggiungere: un famoso Carmelo che diceva che il suo era il nome più musicale al mondo, essendo la fusione di Carmen e Melos (ma a me quel Carmelo lì mi è sempre piaciuto poco).
    E infine: Carmen, regina delle suonerie dei telefonini (il Re è Escamillo).

    Mi piace

  2. utente anonimo 2 dicembre 2009 alle 10:47 pm

    da Giuliano:
    voto Tom e Jerry!!! (tra l’altro il Direttore, baffoni a parte, è proprio Toscanini).
    Posso aggiungere: un famoso Carmelo che diceva che il suo era il nome più musicale al mondo, essendo la fusione di Carmen e Melos (ma a me quel Carmelo lì mi è sempre piaciuto poco).
    E infine: Carmen, regina delle suonerie dei telefonini (il Re è Escamillo).

    Mi piace

  3. amfortas 3 dicembre 2009 alle 7:45 am

    Giuliano, sono sicuro che Tom & Jerry raccoglieranno molti consensi 🙂
    Grazie degli ulteriori agganci e a presto, sono in partenza!

    Mi piace

  4. amfortas 3 dicembre 2009 alle 7:45 am

    Giuliano, sono sicuro che Tom & Jerry raccoglieranno molti consensi 🙂
    Grazie degli ulteriori agganci e a presto, sono in partenza!

    Mi piace

  5. utente anonimo 3 dicembre 2009 alle 9:41 am

    Grazie per la messe di piacevolezze e perle rare. Una meglio dell’altra!
    Buon viaggio, e buon ritorno, e, se non rientri per le feste, Auguri!
    Se non è troppo pignolo, vorrei precisare: Dorothy  è D-andridge..
    La regina degli scocciatori..  ciao!
    A.Im.

    Mi piace

  6. utente anonimo 3 dicembre 2009 alle 9:41 am

    Grazie per la messe di piacevolezze e perle rare. Una meglio dell’altra!
    Buon viaggio, e buon ritorno, e, se non rientri per le feste, Auguri!
    Se non è troppo pignolo, vorrei precisare: Dorothy  è D-andridge..
    La regina degli scocciatori..  ciao!
    A.Im.

    Mi piace

  7. utente anonimo 3 dicembre 2009 alle 10:09 am

    nel cartone animato di Tom le formichine sullo spartito corrispondono alla realta con tutte le revisioni che ha avuto Carmen a cominciare da Bizet….

    Mi piace

  8. ivyphoenix 3 dicembre 2009 alle 7:03 pm

    beh in questo momento in sottofondo mi stanno facendo ascoltare "viva la pappa col pomodoro" di rita pavone (giuro! e prima era sempre di lei "pippo pippo non lo sa che quando passa ride tutta la città".. ma poi mi guardo i video suggeriti da te 🙂

    Mi piace

  9. ivyphoenix 3 dicembre 2009 alle 7:07 pm

    magnifica carmen davvero!
    (dall’altra stanza mi sta arrivando "volevo un gatto nero, nero, nero, mi hai dato un gatto bianco e io non ci sto più" dello zecchino d’oro in sottofondo cmq! 

    Mi piace

  10. ivyphoenix 3 dicembre 2009 alle 7:07 pm

    magnifica carmen davvero!
    (dall’altra stanza mi sta arrivando "volevo un gatto nero, nero, nero, mi hai dato un gatto bianco e io non ci sto più" dello zecchino d’oro in sottofondo cmq! 

    Mi piace

  11. AntonioSabino 3 dicembre 2009 alle 7:46 pm

    Un repertorio curioso e ricco, Carmen è certo un tema che ha ispirato molti e in molti sensi, ora vediamo come ha ispirato il regista per la Scala
    Ciao

    Mi piace

  12. AntonioSabino 3 dicembre 2009 alle 7:46 pm

    Un repertorio curioso e ricco, Carmen è certo un tema che ha ispirato molti e in molti sensi, ora vediamo come ha ispirato il regista per la Scala
    Ciao

    Mi piace

  13. utente anonimo 3 dicembre 2009 alle 10:29 pm

     Faccio ammenda: non mi sono resa conto che eri "in partenza" solo per poco, dovendo visitare la rinomata cioccolateria  di Torino, con qualche.. annesso e connesso di genere musical-lirico-operistico.
    Che vergogna!  Penserai che ben poca attenzione pongo nel leggerti.. non fosse che penso di essere scusabile: sabato si è sposata mia figlia..
    A presto rileggerti, quindi. Perdonata?
    Lo spero.
    A. Im. 

    Mi piace

  14. utente anonimo 3 dicembre 2009 alle 10:29 pm

     Faccio ammenda: non mi sono resa conto che eri "in partenza" solo per poco, dovendo visitare la rinomata cioccolateria  di Torino, con qualche.. annesso e connesso di genere musical-lirico-operistico.
    Che vergogna!  Penserai che ben poca attenzione pongo nel leggerti.. non fosse che penso di essere scusabile: sabato si è sposata mia figlia..
    A presto rileggerti, quindi. Perdonata?
    Lo spero.
    A. Im. 

    Mi piace

  15. amfortas 4 dicembre 2009 alle 8:39 am

    Un saluto cumulativo a tutti da un’uggiosa Torino, nella quale ho assistito a una bella recita del Tancredi, in giornata arriverà la recensione 🙂

    Mi piace

  16. amfortas 4 dicembre 2009 alle 8:39 am

    Un saluto cumulativo a tutti da un’uggiosa Torino, nella quale ho assistito a una bella recita del Tancredi, in giornata arriverà la recensione 🙂

    Mi piace

  17. sgnapisvirgola 5 dicembre 2009 alle 9:42 pm

    Un post delizioso Am che avvicina e incuriosisce. Di tutti i film che hai citato ho visto quello di Saura e mi piacque moltissimo. Ora vado a leggere perchè non ti piacque a Firenze. Ti auguro una una serata e una Carmen strepitosa. E un abbraccio, che è tanto che non lo faccio:)

    Mi piace

  18. sgnapisvirgola 5 dicembre 2009 alle 9:42 pm

    Un post delizioso Am che avvicina e incuriosisce. Di tutti i film che hai citato ho visto quello di Saura e mi piacque moltissimo. Ora vado a leggere perchè non ti piacque a Firenze. Ti auguro una una serata e una Carmen strepitosa. E un abbraccio, che è tanto che non lo faccio:)

    Mi piace

  19. amfortas 6 dicembre 2009 alle 5:10 pm

    Sgnapis, grazierrime e per i complimenti e soprattutto per l’abbraccio!
    Ciao 🙂

    Mi piace

  20. amfortas 6 dicembre 2009 alle 5:10 pm

    Sgnapis, grazierrime e per i complimenti e soprattutto per l’abbraccio!
    Ciao 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: