Di tanti pulpiti.

Episodiche esternazioni sulla musica lirica e amenità varie. Sempre tra il serio e il faceto, naturalmente. #verybullo

Archivi Mensili: ottobre 2011

Recensione semiseria della Donna del lago di Rossini alla Scala di Milano. La mia intervista per OperaClick a Daniela Barcellona.

Segnalo innanzitutto l’intervista che ho fatto a Daniela Barcellona, pubblicata su OperaClick.

Come sempre, quando pubblico una recensione che si riferisce ad un ascolto radiofonico è doverosa una premessa, e cioè che solo in teatro lo spettacolo può essere valutato con piena cognizione di causa. Vale a maggior ragione, per motivi misteriosi, quando a trasmettere è RADIO3, perché davvero si sente male anche se stasera è andata un po’ meglio del solito. Leggi il resto dell’articolo

La donna del lago di Rossini alla Scala di Milano: piccola intrusione semiseria, in preparazione all’ascolto di mercoledì.

Certo, a rileggere il cast della prima rappresentazione della Donna del lago di Rossini si resta impressionati. Leggi il resto dell’articolo

Recensione semiseria delle Nozze di Figaro di Mozart alla Fenice di Venezia: la regia di Damiano Michieletto fa discutere.

Il Vignettaio, giustamente, ha ritenuto di prendere in giro la mia prosa involuta e pure la chiave di lettura di Damiano Michieletto. Non me la sento di biasimarlo…

Non c’è nulla da fare, l’orrida Venezia mi stupisce sempre. Anzi, in qualche caso addirittura m’intimorisce pure. Leggi il resto dell’articolo

Stagione di lirica e balletto 2011/2012 del Teatro Verdi di Trieste: conferenza stampa n° 2, Calenda is back.

Con grande partecipazione di appassionati – ed è un buon segno – si è svolta oggi, presso il Ridotto del Teatro Verdi di Trieste, la conferenza stampa di (come vogliamo chiamarla?) Ripresentazione della stagione lirica e di balletto 2011/2012. Leggi il resto dell’articolo

Miti e fonti letterarie: Faust, Don Giovanni, Robinson Crusoe, Don Chisciotte.

Sono innumerevoli gli esempi di compositori che hanno tratto felice ispirazione da opere letterarie o teatrali, tanto che è impossibile farne un elenco anche sommario e parziale. Leggi il resto dell’articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: